Rockin’1000, tornano i live internazionali

La pandemia ha interrotto le loro esibizioni, come quelle di tutti gli artisti, ma non ha fermato l’attività della rock-band più grande del mondo che negli ultimi 18 mesi ha continuato a incontrarsi e ad esibirsi online: “luogo” in cui la band è nata nel 2015, e ha provato, fino all’esordio il fatidico 26 luglio di sei anni fa a Cesena. Evento da Guinness, organizzato da Fabio Zaffagnini per chiamare Dave Grohl a Cesena e celebrato da più di 30 milioni di visualizzazioni solo nelle prime 48 ore.

In questi 18 mesi di pausa dai grandi eventi live, la community è andata avanti comunque a organizzare performance: in occasione del Global Gig promosso dal Global Village di Dubai – video evento che ha ottenuto il Guinness World Record™ con 2500 musicisti provenienti da 80 paesi diversi  – fino ad arrivare al ritorno live, in formazione ridotta (a 100 componenti) lo scorso 30 settembre a Milano in occasione degli eventi per la settimana italiana per la lotta ai cambiamenti climatici con Music4Climate e per l’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università di Bologna, che si terrà l’11 ottobre. 

MyZona

Il prossimo appuntamento, in formazione completa è per il 14 maggio 22 allo Stade de France di Parigi: 20.000 i biglietti già venduti e “sold out” dei 1000 posti per esibirsi sul prestigioso palco parigino. La band si era già esibita, in formazione completa, sugli stessi spalti nel giugno 2019 davanti a 55.000 persone. Rolling Stones, AC/DC, Nirvana, Deep Purple, Led Zeppelin, Queen e White Stripes era stato il repertorio portato in scena in occasione di quello spettacolo.

Ci piace pensare di avere in qualche modo anticipato, sei anni fa, modelli e valori che sono diventati centrali con la pandemia: la capacità di lavorare a distanza (noi lo abbiamo fatto con 1.000 persone nel 2015 vedendoci per la prima volta il giorno dell’esibizione); l’importanza della community e della sua forza e quello della condivisione dalle cose più piccole, come l’intrattenimento – che ci ha permesso di superare i  momenti più bui – a quelle più grandi come la capacità di utilizzare i social come mezzo e non come fine, per incontrarsi nella vita reale” dichiara Fabio Zaffagnini, 45 anni, ex geologo marino e ora a capo di una organizzazione che conta 15 professionisti a tempo pieno, una community di 26.000 musicisti in 138 paesi, progetti e collaborazioni in tutto il mondo.

Quella di Parigi sarà la prima tappa di un tour a cui, fondatori e team di Rockin’1000, intendono far fare un importante salto dimensionale: “La nostra breve storia ci ha comunque già portato molto lontano e a suonare con artisti come Manuel Agnelli, Subsonica, Saturnino e Courtney Love. L’idea ora è che la più grande rock-band al mondo dia il via al più grande tour al mondo: i musicisti della nostra community sono già distribuiti in tutti gli angoli del pianeta e il rock è la lingua più universale che esista. Dopo un periodo come l’ultimo anno e mezzo lo immaginiamo come un grande omaggio al nostro motto di sempre: “Insieme è possibile”. È una sfida organizzativa grande ma abbiamo iniziato a lavorarci” – ha aggiunto Zaffagnini.     

I mesi di lock-down hanno inoltre permesso a fondatori e produttori di Rockin’1000 di presentare “We Are The Thousand – l’incredibile storia di Rockin’1000”: docufilm che ripercorre idea, dietro le quinte, personaggi, aneddoti e primati della prima esibizione organizzata per invitare i Foo Fighters. Proiettato nei migliori cinema e rassegne cinematografiche in Italia, in onda nelle tv di tanti paesi: Israele, Norvegia, Svezia, Finlandia, Olanda –  il “biopic” – regia di Anita Rivaroli, prodotto da Indyca, ha ricevuto importanti riconoscimenti in occasione dei più prestigiosi festival cinematografici del mondo come il Melbourne International Film Festival 2021, la Festa del Cinema di Roma, il Documentary Film Festival Amsterdam 2020, il Phoenix Film Festival 2021, il Sxsw – South by Southwest di Austin, dove ha ottenuto l’Audience Award.

Foto: Ufficio stampa Rockin’1000

Rockin’1000 – The Biggest Rock Band on Earth 

Nel 2015 un geologo marino appassionato di rock che non aveva mai organizzato un evento prima, coinvolse alcuni amici, addetti ai lavori del mondo dello spettacolo, in una scommessa folle. L’obiettivo di Fabio Zaffagnini: raccogliere 1000 musicisti in un prato per suonare all’unisono  “Learn to Fly” dei Foo Fighters e convincere il noto gruppo americano a esibirsi nella sua città, Cesena. Il video della performance diventa subito virale (oggi conta oltre 58 milioni di visualizzazioni) e i Foo Fighters rispondono e accettano l’invito, aggiungendo una data al loro tour. Da un inaspettato successo nasce un format: Rockin’1000, la più grande Rock Band al mondo. La band ha all’attivo tanti concerti realizzati negli stadi italiani e del mondo (Cesena, Firenze, Parigi e Francoforte) e in location speciali (Courmayeur, Aeroporto Linate, Piazza Duomo, Sanremo), un album prodotto con Sony Music Italia e il film We are The Thousand – regia di Anita Rivaroli, che racconta la genesi della band, attualmente candidato ai più importanti festival cinematografici internazionali. Da un’idea originale di Fabio Zaffagnini, attualmente la società è guidata dai soci fondatori Claudia Spadoni, Martina Pieri, Mariagrazia Canu e Cisko” Ridolfi, oggi Rockin’1000 è una realtà che porta avanti progetti internazionali, riceve inviti, premi e proposte di collaborazione in tutto il mondo.  Per ulteriori informazioni: www.rockin1000.com 

Concerti / eventi 

2015 – Rockin’1000 Romagna Calling the Foo Fighters – Parco Ippodromo Cesena (performance) 

2016 – Rockin’1000 That’s Live – Stadio di Cesena (live) 

2017 – Rockin’1000 Summer Camp – Monte Bianco a Courmayeur (performance) 

2018 – Rockin’1000 That’s Live with Love – Stadio di Firenze, con Courtney Love come ospite speciale (live) 

2019 – Rockin’1000 That’s Live – Stade de France a Parigi (live) 

2019 – Rockin’1000 That’s Live – CommerzBank Arena a Francoforte (live) 

2019 – Rockin’1000 No Borders on Board – Aeroporto Linate Milano, con Subsonica e M. Agnelli (live) 

2020 – Rockin’1000 Alma in 100 – Università di Bologna (format Power 100 live)

2020 – Rockin’1000 Global Gig – Global Village a Dubai, con 2500 musicisti (virtual concert)  

2021 – Rockin’1000 Party a Rimini (format Power 100 live)

2021 – Music4Climate a Milano (format Power 100 live)

2021 – Rockin’1000 Alma in 100 – Università di Bologna (format Power 100 live)

Produzioni 

2019 – Milano Super Orchestra / Natale Esselunga – Piazza Duomo Milano  (format 100) 

2020 – World Nutella Day – Palco Ferrero a Sanremo (format 100) 

2020 – L’Italia Chiamò – (maratona streaming / raccolta fondi) 

2020 – #TogetherWeCan: Aperol e Rockin’1000 (video corale / raccolta fondi) 

2020 – We are The Thousand, l’incredibile storia di Rockin’1000 – Festa del Cinema di Roma (film) 

Premi ricevuti 

2015 – StartupItalia! Open Summit (Social Innovation Award)

2015 – Premio Teletopi (Better Community Award)

2016 – Tribeca Disruptive Innovation Award

2016 – Social Network Award

2016 – Premio Teletopi (Miglior Community Video Storytelling)

2016 – Miglior evento al Coca-Cola Onstage Award 

2016 – Premio Malatesta Novello  

2017 – Silver Button YouTube  

2019 – “Rekord Institute für Deutschland” come band più numerosa che si è esibita durante un concerto 

2020 – Guinness World Record™ come performance realizzata con il maggior numero di contributi video presenti in un video medley musicale con l’evento Global Gig di Dubai

2020 – Premio ANGI, conferito dall’Associazione Nazionale Giovani Imprenditori per la categoria Costume e Società, un importante riconoscimento nell’ambito dell’innovazione tecnologica e scientifica 

INFO:

Sito – www.rockin1000.com

YouTube – https://www.youtube.com/c/Rockin1000_Official/about

Facebook – https://www.facebook.com/rockin1000/

Instagram – https://www.instagram.com/rockin1000/

Twitter –https://twitter.com/rockin_1000

Linkedin – https://www.linkedin.com/company/10102863/admin/

Da leggere anche

Fabio Iulianohttp://www.fabioiuliano.it
Giornalista, docente di lingue straniere, tra le collaborazioni l’agenzia Ansa e il Centro (testata ex gruppo L’Espresso-Finegil Editoriale). In passato ha lavorato a Parigi e Milano con Eurosport e Canal +. Come blogger, oltre ad aver seguito vari eventi sportivi internazionali, dalle Universiadi (in Europa e in Asia) alla Race Across America – la folle corsa ciclistica da un capo all’altro degli Stati Uniti – ha condotto alcune inchieste sull’immigrazione con reportage in Italia, Romania e Marocco. Nel 2007 ha vinto il premio giornalistico Polidoro. Nel 2016 ha firmato “New York, Andalusia del Cemento – il viaggio di Federico García Lorca dalla terra del flamenco alle strade del jazz” (Aurora edizioni), l’anno successivo Lithium 48, sempre per la stessa casa editrice.

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli