Bauli in Piazza: Nannini, Ligabue e Pelù a sostegno del mondo dello spettacolo

Bauli in Piazza, movimento dei professionisti e delle aziende che lavorano nel settore spettacolo ed eventi, sarà protagonista nonché promotore della manifestazione che questo sabato, 17 aprile, avrà luogo in Piazza del Popolo a Roma.

Sarà la seconda manifestazione nazionale dopo quella d’esordio del 10 ottobre 2020 in Piazza del Duomo a Milano. Quel giorno per la prima volta, i lavoratori insieme ai rappresentanti delle imprese del mondo dello spettacolo e degli eventi, manifestarono per chiedere alle istituzioni di essere ascoltati. 1300 operatori e 500 bauli schierati per denunciare la grave crisi che stava e sta tutt’ora attraversando tutta l’industria dello spettacolo e una specifica categoria di professionisti. Cioè coloro senza i quali non esisterebbe nessuna forma di intrattenimento, celebrazione, traguardo. Con lo slogan “Un Unico Settore, Un Unico Futuro”, lavorando in rete con la realtà internazionale We Make Events, è nato un movimento per rendere riconoscibile e codificabile un settore eterogeneo, composto da liberi professionisti, agenzie e società, tecnici audio, video e luci, direttori artistici, facchini, promoter, autori e tanti altri.

MyZona

Questo sabato 3 grandi artisti del panorama italiano, con l’iniziativa BIG4BIP, faranno fronte comune per sostenere i lavoratori dello spettacolo. Con il patrocinio di Warner Chappell Music Italiana e la collaborazione di FanShopping, l’idea di BIG4BIP nasce per sostenere appunto Bauli In Piazza. Gianna Nannini, Luciano Ligabue e Piero Pelù, 3 dei più importanti artisti della scena rock italiana, hanno scelto per l’occasione alcune parole significative tratte da loro grandi successi.

“Oltre questa nebbia, oltre il temporale c’è una notte lunga e limpida, finirà” tratta da “Sei nell’anima” di Gianna Nannini-Pacifico. 

“Siam quelli là, quelli tra palco e realtà” estrapolata da “Tra palco e realtà” di Luciano Ligabue.

“Spingi forte spingi forte salta fuori da quel buio” da “Gigante” di Piero Pelù– Luca Chiaravalli.

Le frasi individuate dagli artisti sono le protagoniste di 3 modelli di t-shirt, felpe e shopper con lo scopo di raccogliere fondi destinati a sostenere le attività di Bauli in Piazza. Infatti l’utile delle vendite, tolti i costi di produzione, sarà interamente devoluto all’APS BIP.

In calce alla citazione del loro brano, tutti e 3 gli artisti hanno deciso di apporre la propria firma, quale ulteriore loro testimonianza di vicinanza e solidarietà. Sono frasi che lanciano dei messaggi importanti, scelte attentamente per rappresentare il mondo dei lavoratori dello spettacolo. Ma anche per sottolineare la terribile condizione che stanno affrontando, con l’obiettivo di motivare coloro che le indosseranno ad andare avanti e superare questo momento critico.

“Warner Chappell ed io personalmente siamo molto felici che alcuni degli Autori e degli Artisti che rappresentiamo, Gianna Nannini, Luciano Ligabue e Piero Pelù,  abbiano aderito con entusiasmo a quest’iniziativa volta a supportare una delle colonne portanti del Sistema Musica, soprattutto nella sua declinazione più importante: quella dei concerti e degli eventi dal vivo – racconta Roberto Razzini, Managing Director di Warner Chappell Music Italiana.

“Il live, in tutte le sue diverse manifestazioni, credo che rappresenti lo zenit, il momento nel quale la musica esprime i suoi valori e le sue caratteristiche primarie: emozione, aggregazione, condivisione – continua Razzini – Il periodo che stiamo vivendo sta mettendo a dura prova l’intero Sistema Musica, ma ancor di più questo comparto. BIP rappresenta un insieme di professionalità che devono essere ben evidenti al pubblico in modo da far emergere le loro fondamentali caratteristiche. L’auspicio è che si possa tornare tutti insieme e senza dimenticare nessuno, a produrre e realizzare concerti ed eventi live, nei club come negli stadi”.

 “Nella mia esperienza non ho mai visto un’iniziativa prendere forma in modo così rapido ed efficace. Come BIP, siamo particolarmente felici di questo contributo – dichiara Maurizio Cappellini del direttivo Bauli In Piazza e prosegue – È un piccolo cerchio che si chiude: tre importanti musicisti mettono la propria arte a sostegno dei lavoratori dello spettacolo perché è anche grazie a coloro che si muovono dietro le quinte che gli spettacoli vengono realizzati. Apprezziamo sempre chi ci mette la faccia, a vario titolo, in questo caso anche le parole: è un sostegno concreto alle attività di un’associazione senza scopo di lucro, che lotta con tutte le forze per uscire dal dramma che stiamo vivendo”.

Ieri Claudio Trotta, portavoce del protocollo #Ricominciamo, ha espresso parole chiare su questa situazione “Crediamo che il lavoro, il fare sia l’unica azione possibile” . Lo ha fatto per rispondere alle parole del Ministro Franceschini riguardo l’obiettivo di riaprire il prima possibile in sicurezza i luoghi di cultura e spettacolo. La manifestazione dei Bauli in Piazza chiuderà, dunque, una settimana in cui, per l’ennesima volta, le luci della ribalta hanno provato ad illuminare la situazione del mondo dello spettacolo.

 Per sostenere la manifestazione è attiva la raccolta fondi al seguente link: https://sostieni.link/28158

Da leggere anche

Federico Rapini
Nato a Roma grazie alle notti magiche di Italia 90, si laurea in Lettere con indirizzo storico all’Università di Roma “Tor Vergata”. Cresciuto tra la passione per la Roma ed i libri di Harry Potter punta ad una nuova laurea in Filologia. Ancora deve capire se essere un Grifondoro o il nuovo Totti

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli