Trasforma l’appartamento in una casa Hobbit, il video fa il giro del web

«In un buco nella terra viveva uno hobbit. Non era un buco brutto, sudicio e umido, pieno di vermi e intriso di puzza, e nemmeno un buco spoglio, arido e secco, senza niente su cui sedersi né da mangiare: era un buco-hobbit, vale a dire comodo.»

Il mondo della Terra di Mezzo continua ad affascinare gli appassionati di tutto il mondo. La memoria dell’amatissimo professore vive ancora nel cuore di chi si perde tra le sue pagine e in quelle fantastiche ambientazioni. Ma c’è anche chi si è spinto oltre, come lascia ben intuire l’incipit con cui abbiamo aperto questo articolo.

MyZona

Trasformare la propria abitazione in una replica perfetta di una casa hobbit è un’impresa da inchino. Ed è proprio quello che mostra un video girato su TikTok e poi postato su Instagram. L’autore di quest’opera d’arte, purtroppo, ci è sconosciuto. Ma ciò che importa, alla fine, non è tanto chi abbia realizzato un capolavoro del genere, quanto il motivo che spinge tantissimi fan di Tolkien a voler trasformare in realtà le sue creazioni letterarie.

Perché diciamolo: quella del professore non è semplicemente letteratura fantasy. È qualcosa di più, che spesso trascende il mero concetto di immaginazione e scrittura. Dare vita ad un vero e proprio universo, con un inizio (la creazione del mondo da parte della divinità Ilúvatar ) ed una stratificazione così precisa e descritta di millenni e millenni è un’impresa ai limiti dell’umano. Eppure J.R.R. Tolkien, ci è riuscito, dedicando una vita intera allo studio e alla realizzazione della sua opera.

Che si tratti de Il Silmarillion, Lo Hobbit, o il celeberrimo Il Signore degli Anelli, il suo retaggio, portato perfino sul grande schermo con la trilogia capolavoro di Peter Jackson, ha fatto (e fa tutt’ora) innamorare generazioni di fan. Un amore così sincero e profondo che alcuni hanno voluto omaggiare Tolkien trasformando la propria casa in una dimora della Contea. Non un buco qualunque, ma «un buco-hobbit, vale a dire comodo».

Da leggere anche

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli