“La città di vapore”: Carlos Ruiz Zafón e la scrittura immortale

Se avete amato perdervi nei misteriosi vicoli del quartiere gotico di Barcellona, in compagnia di Daniel e Fermín, o vi siete lasciati trascinare come Oscar dalla musica del grammofono di casa di Marina, allora sarete sicuramente in lutto per la ormai nota triste notizia. Carlos Ruiz Zafón, come ormai sappiamo, ci ha lasciati lo scorso giugno, portando un grande vuoto nella letteratura mondiale.

Le atmosfere magiche dei suoi romanzi (La serie de Il cimitero dei libri dimenticati, la trilogia della nebbia, Marina), inizialmente nati per un pubblico piuttosto giovane, hanno conquistato ogni target, dai ragazzi agli adulti. Influenzato dalle suggestioni noir e dallo spirito di avventura di ogni sua storia, il Maestro spagnolo ci ha però lasciato una bella eredità.

MyZona

A novembre del 2020, Mondadori pubblica un nuovo libro di Zafón. Il pubblico non capisce subito cosa nascondono quelle pagine ma, basta una sola occhiata per capire che nessuno ne rimarrà deluso. La città di vapore, questo è il titolo, non è altro che una raccolta di brevi racconti che fungono da collegamento alle opere che sono state pubblicate precedentemente. Personaggi del passato, luoghi già vissuti, ricordi ancora vibranti nell’aria, così queste 11 storie ci permettono di omaggiare ancora Zafón e la sua penna, la sua fantasia sfrenata e quei mondi che solo lui era in grado di dipingere con il pennello del mistero.

  • Blanca e l’addio
  • Senza nome
  • Una signorina di Barcellona
  • Rosa di fuoco
  • Il Principe del Parnaso
  • Leggenda di Natale
  • Alicia, all’alba
  • Uomini in grigio
  • La donna di vapore
  • Gaudì a Manhattan
  • Apocalisse in due minuti

Questi i titoli che ci invogliano a tornare in una inedita Barcellona, dove storie conosciute e personaggi originali intrecciano le loro trame creando qualcosa di nuovo, ma dal sapore nostalgico. L’autore, oltre a dedicarsi ai suoi libri, era anche un conosciuto e ricercato sceneggiatore, tanto che dal 1993 viveva nella culla dei migliori film del mondo, Hollywood. A molti sarebbe piaciuto vedere sul grande schermo le sue opere, ma spesso nelle sue interviste si mostrava poco incline al rendere la sua letteratura carne da macello per il grande cinema hollywoodiano.

Leggi anche: “Il commissario Ricciardi”: cronache di un successo annunciato

Forse aveva paura che la poesia dei suoi personaggi venisse deturpata, o semplicemente voleva lasciare a noi lettori il compito d’immaginare a nostro piacimento le sembianze o i luoghi che rendevano unici le sue storie. Purtroppo niente e nessuno potrà ridarci la penna di uno scrittore ormai scomparso, ma i suoi libri, le sue parole e la sua scrittura rendono possibile l’irrealizzabile, rendono uno scrittore ciò che un semplice uomo non potrà mai essere, ovvero immortale.

Ed allora, torniamo per un ultimo indimenticabile viaggio nella fantastica ed enigmatica Spagna di Carlos Ruiz Zafón, a respirare il profumo di quei libri dimenticati che tanto hanno appassionato i fan di questo autore unico nel suo genere.

Titolo: La città di vapore
Autore: Carlos Ruiz Zafón
Data di pubblicazione: 2021
Casa Editrice: Mondadori
Genere: racconti, fantasy, noir

Di Martina Carnevale

Photo Credit: Martina Carnevale

Da leggere anche

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli