TEDx L’Aquila raddoppia e sfida i “limiti”

Cultura, innovazione, cambiamento, divulgazione scientifica e tecnologica. Questo è Technology Entertainment Design, il format meglio conosciuto con la sigla TEDx, diventato famoso in tutto il mondo grazie alle conferenze dal vivo di personaggi di spicco della cultura internazionale. Su questa ispirazione, TEDxL’Aquila che torna all’Auditorium del Parco il 21 e il 22 maggio, si propone come un punto di incontro per idee innovative e storie straordinarie.

Nella sua prima edizione, lo scorso anno, tredici speakers provenienti da tutta Italia hanno avuto la possibilità di raccontare il loro punto di vista sul tema del contatto.

In un’epoca in cui il contatto tra individui è sempre più labile, personaggi dai mondi di arte, musica, scienza, antropologia e lifestyle hanno offerto la loro idea di connessione, tocco e legami fra esseri umani. La vincitrice di XFactor 2020, Casadilego ha trasmesso la sua passione al pianoforte, Alex Mucci ha raccontato la sua storia di sex worker. Ogni speaker (11 in totale per 370 minuti di talk) ha donato parte di sé.

Il tema di quest’anno è “Limiti”. Di fatto, come spiegano gli organizzatori, “ogni TEDx che si rispetti non stabilisce mai un tema vero e proprio da imporre ai propri speaker. Piuttosto, propone un argomento intorno al quale interrogare i propri ospiti, permettendogli di sviluppare un discorso che sia collegato a quello degli altri attraverso un fil rouge.

Per l’edizione di quest’anno, abbiamo deciso di ‘sfidare’ tutti i relatori sulla parola limiti. Siamo convinti che oltre ad essere un argomento interessante e di stretta attualità, si presti ad essere declinato su una vasta area di tematiche e che quindi possa trovare terreno fertile su moltissime storie, professioni, campi di attività e riflessioni. In 15 minuti, quindi, chiediamo ad ognuno di raccontarci la più fantastica delle proprie storie, legata alla parola limiti”.

L’appuntamento è dunque in programma il 21 maggio, dalle 15. Per un programma che, grazie all’Xperience Village allestito nel Parco del Castello, abbraccerà anche la giornata di domenica. Mentre la conferenza TEDx è aperta solo ad un centinaio di ospiti, come da regolamento ufficiale, il villaggio sarà accessibile da tutti i cittadini, che potranno vivere l’evento da vicino anche senza assistere agli interventi.

L’Xperience Village sarà composto da spazi adibiti alle più svariate attività, all’interno degli igloo, che ospiteranno i partner durante le due giornate di sabato e domenica. Inoltre, nelle serate di sabato e domenica, il villaggio sarà acceso dalle esibizioni di artisti di fama nazionale che si terranno sul palco dell’Xperience Village. Sarà presente anche un’area dedicata allo street food, dove gli ospiti potranno fare una pausa tra un’attrazione e l’altra.

La “line up” degli ospiti confermati viene aggiornata regolarmente sul portale dedicato www.tedxlaquila.com dove, fino a domenica 8 maggio, si può acquistare il biglietto di accesso a 19,90 anziché 29,90 euro.

Tra i confermati, Filippo Totani (Astro Filo), divulgatore scientifico e youtuber, Ainé, cantante, musicista, polistrumentista e produttore, Antonio Ziantoni, giovane chef stellato. Madrina dell’edizione sarà Nicoletta Romanazzi, mental coach di molti sportivi, tra cui il campione olimpico Marcell Jacobs. Sabato 14 maggio sarà in città per un evento inaugurale.

Nato negli Stati Uniti nel 1984, Ted è un evento globale che ha visto esibirsi i più famosi relatori e speaker al mondo, fra cui Elon Musk, Bill Gates e Steve Jobs.

Appartiene ad una fondazione no-profit, capitanata dall’imprenditore visionario Chris Anderson. L’evento ufficiale avviene una sola volta l’anno in un luogo differente del mondo, ed è complicatissimo assicurarsi un posto vista la sua esclusività.

Poiché il Ted ha un seguito importante in tutto il mondo, è stato creato il TEDx, una versione “locale” e replicabile ovunque.

Articolo precedente“In mezzo al mare”, il nuovo singolo di Nada
Articolo successivoSilvio Orlando vince il David di Donatello come migliore attore
Giornalista, docente di lingue straniere, tra le collaborazioni l’agenzia Ansa e il Centro (testata ex gruppo L’Espresso-Finegil Editoriale). In passato ha lavorato a Parigi e Milano con Eurosport e Canal +. Come blogger, oltre ad aver seguito vari eventi sportivi internazionali, dalle Universiadi (in Europa e in Asia) alla Race Across America – la folle corsa ciclistica da un capo all’altro degli Stati Uniti – ha condotto alcune inchieste sull’immigrazione con reportage in Italia, Romania e Marocco. Nel 2007 ha vinto il premio giornalistico Polidoro. Nel 2016 ha firmato “New York, Andalusia del Cemento – il viaggio di Federico García Lorca dalla terra del flamenco alle strade del jazz” (Aurora edizioni), l’anno successivo Lithium 48, sempre per la stessa casa editrice.