Ufficiale: Stracult chiude. Giusti: “Non mi hanno chiesto nulla”

Lunedì 23 novembre è prevista l’ultima puntata di Stracult, lo storico programma di cinema in seconda serata di Rai 2 con oltre vent’anni sulle spalle. Questa la decisione della Rai, già annunciata nei giorni passati e che nella giornata di ieri sembra aver dato l’ufficialità. Ad annunciare la notizia ai microfoni di Repubblica, sconcertato, il padre del programma, Marco Giusti: “Non mi hanno chiesto nulla e non mi hanno parlato di ascolti, anzi mi hanno fatto capire che il programma potrebbe proseguire, un giorno, anche senza di me”.

Le ipotesi sono due: che la Rai abbia scelto di tagliare, tra i programmi meno remunerativi, quello di Giusti che viaggia attorno al 3% di share a puntata, ma anche che Giusti si avvicini ormai all’età pensionabile. Di base si tratta di tagli dovuti alla crisi post-covid, che ha colpito anche gli studi Rai.

Tuttavia, Giusti non ci sta e, pur non volendo entrare in aperta polemica con l’azienda, dichiara: “Presentiamo a ogni puntata i migliori film in uscita, RaiCinema intanto produce a tutto spiano con il paradosso che la Rai non avrà più un vero programma dove si parla dei film.”

Chiude poi con una doppia stoccata: “Credo di non essere in grande sintonia con Rai 2. La cosa che mi fa ridere è che quando sono arrivato, c’erano già Bruno Vespa e Michele Guardì, che all’epoca erano già considerati vecchi. Sono sempre lì e nessuno si pone il problema.”

MyZona

Da leggere anche

Alberto Mutignani
Pescarese, classe 1998. Unico laureando in lettere a non aver ancora scritto la propria autobiografia. Interessi: le cose frivole, le chiacchiere a vuoto, gli scrittori comodi, il cinema popolare, i videogiochi. In un'altra vita è stato un discreto detective privato.

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli