Connect with us

Cinema

Space Jam: a new Legacy, svelato il trailer. Hype a mille (video)

Published

on

Space Jam: A New Legacy, o semplicemente Space Jam 2. Questo è il titolo dell’attesissimo sequel di Space Jam del 1996, il film con protagonista la leggenda NBA Michael Jordan. La pellicola cult degli anni ’90 vedrà finalmente un seguito dopo ben 25 anni, e questa volta toccherà alla superstar del basket LeBron James il ruolo principale, affiancato dal mitico Bugs Bunny e dai Looney Tunes. Online è già reperibile il trailer ed i primi dettagli, tra cui la data di uscita, scatti, news e polemiche.

Space Jam: A New Legacy uscirà il 16 luglio 2021 e sarà diretto da Malcolm D. Lee, cugino del celebre Spike Lee. Si tratta di uno dei film più attesi dell’anno, e vedrà la partecipazione anche di altri importanti nomi dell’NBA, tra cui Damian Lillard, Anthony Davis e Klay Thompson. Per James si tratta della prima pellicola come attore protagonista, ed è stato proprio lui a confermare l’inizio delle riprese: «Credo che questo film riscriverà i canoni del cinema d’animazione. Le riprese inizieranno quest’estate e sarà una bomba!».

MyZona

Leggi anche: “Teatri e cinema, a rischio la riapertura annunciata per il 27 marzo

I rumors circa un seguito del primo capitolo, tuttavia, non sono recenti ma risalgono già al 2015. All’epoca la star dell’NBA e la sua società, la SpringHill Entertainment, avevano firmato un contratto con la Warner Bros. In quell’occasione, inoltre, il regista Justin Lin, noto per aver diretto 4 capitoli della serie Fast and Furious, era in trattativa per avere il ruolo, salvo poi rinunciare.

Sulla trama del nuovo Space Jam, invece, non si hanno ancora notizie. Sicuramente James sarà affiancato da Bugs Bunny e Lola, come si evince dai primi scatti resi pubblici. Tuttavia su quest’ultimo personaggio e su quello di Pepe Le Pew sono già scattate le prime polemiche. Una riguarderebbe l’eccessiva “sessualizzazione” della figura femminile. L’altra vedrebbe la puzzola francese ed i suoi atteggiamenti come inneggianti alla cultura dello stupro.

Nella pellicola originale Lola Bunny è rappresentata in maniera molto succinta e con atteggiamenti provocanti, tanto da guadagnarsi le attenzioni di quasi tutti i personaggi del film. Da qui la decisione da parte del regista Malcolm D. Lee di ridisegnarla più “sobria”.

«Siamo nel 2021. È importante riflettere l’autenticità di personaggi femminili forti e capaci -ha dichiarato il regista- Abbiamo rielaborato molte cose, non solo il suo aspetto, come assicurarci che avesse una lunghezza adeguata sui suoi pantaloncini e fosse femminile senza essere sessualizzata, ma le abbiamo dato una vera voce. Per noi è stato: radicare la sua abilità atletica, le sue capacità di leadership e renderla un personaggio pieno come gli altri»

Su Pepe Le Pew, infine, la questione è ancora più delicata e portata all’attenzione da un editoriale di Charles Blow del New York Times. Il famosissimo personaggio dei Looney Tunes creato nel 1945 e presente anche nel primo Space Jam, a detta dell’editorialista favorirebbe la cultura dello stupro. Blow ha spiegato la sua tesi in merito tramite un post sul suo profilo Twitter:

«I Blog online sono impazziti perché ho detto Pepe Le Pew inneggia alla cultura dello stupro. Vediamo.
1. Afferra/bacia una ragazza/sconosciuta, ripetutamente, senza il suo consenso consenso e contro la sua volontà.
2. Lei lotta strenuamente per allontanarsi da lui, ma lui non la libera
3. Chiude a chiave una porta per impedirle di fuggire
»

Il giornalista ha poi commentato l’atteggiamento incriminato:

«Questo ha aiutato a insegnare ai ragazzi che “no” in realtà non significa no, che faceva parte del “gioco”, la linea di partenza di una lotta di potere. Ha insegnato che superare le strenui, anche fisiche obiezioni di una donna, era normale, adorabile, divertente. Non hanno nemmeno dato alla donna la possibilità di parlare»

Come riportato dalla testata Deadline, la puzzola è stata rimossa dalla pellicola. Tuttavia la decisione di Warner Bros tagliare il personaggio è di molto precedente rispetto alle polemiche, seppur con motivazioni analoghe. In una scena di Space Jam: A New Legacy Pepe Le Pew, nei panni di un barista, inizia ad approcciare una donna interpretata dall’attrice Greice Santo tentando di baciarle il braccio contro la volontà di lei e finendo schiaffeggiato.

Tramite un suo portavoce l’attrice ha dichiarato di essere rimasta dispiaciuta del taglio, poichè non verrebbe mostrata la giusta punizione cui la puzzola va incontro:

«È stato un grosso problema per Greice essere in questo film. Anche se Pepe è un personaggio dei cartoni animati, se qualcuno avesse intenzione di schiaffeggiare un molestatore sessuale come lui, Greice avrebbe voluto che fosse lei. Ora la scena è tagliata e lei non ha il potere di influenzare il mondo attraverso le giovani generazioni che guarderanno Space Jam 2, per far sapere alle ragazze e ai ragazzi più giovani che il comportamento di Pepe è inaccettabile

Cinema

Flag Day: il rapporto padre-figlia nella lente di Penn e nella musica di Vedder

Published

on

Flag Day

C’è attesa anche tra i fan dei Pearl Jam per la nuova importante collaborazione tra Eddie Vedder e Sean Penn. Per la seconda volta in carriera (indimenticabili le canzoni di Into the Wild) il frontman della band di Seattle firma da solista la colonna sonora di Flag Day.

L’album con la colonna sonora del film sarà disponibile dal 20 agosto, lo stesso giorno di uscita del film nelle sale. Tra le canzoni anche dei brani che vedono la collaborazione di Glen Hansard, cantautore irlandese spesso in tour insieme a Vedder. Novità è anche il debutto di Olivia Vedder, la figlia dello stesso cantante dei Pearl Jam, in un brano ripreso anche dai trailer ufficiali.

MyZona

Anche il film mette in scena un rapporto tra padre e figlia, ma la situazione è ben particolare: “Il padre di Jennifer Vogel, John, era entusiasta della vita”, si legge nella sinossi ufficaile. “Da bambina, Jennifer si meravigliava della sua magnetica energia e della sua capacità di far sembrare la vita una grande avventura. Le ha insegnato così tanto sull’amore e sulla gioia, ma in realtà è anche stato il più famigerato falsario nella storia degli Stati Uniti”.

Tra gli aottori Josh Brolin, Norbert Leo Butz, Dale Dickey, Eddie Marsan, Bailey Noble, Hopper Jack Penn, Katheryn Winnick oltre a Sean e Dylan Penn che interpretano i ruoli di padre e figlia da protagonisti.

A proposito di Pearl Jam, non è così sicura la loro performance al sessantesimo compleanno di Barack Obama nel weekend. Inizialmente era stato annunciato uno show “privato” della band per 475 fortunati ospiti dell’ex presidente, a Martha’s Vineyard nel Massachusetts. Ragioni di sicurezza, legate ai nuovi protocolli per contrastare la variante Delta, avrebbero spinto gli organizzatori a rinunciare alla performance.

Continue Reading

Cinema

“Matt Damon offende la mia reputazione”, l’accusa di Amanda Knox sul film prossimo all’uscita

Published

on

Amanda Knox matt damon tom mccarthy

Amanda Knox torna a far parlare di sé. Questa volta per una diatriba contro Matt Damon.

L’attore hollywoodiano e il regista Tom McCarthy con il film “La ragazza di Stillwater” avrebbero, secondo la 34enne, sfruttato la sua storia.

MyZona

La pellicola è stata presentata fuori concorso al Festival di Cannes dove ha ricevuto una standing ovation di cinque minuti. Uscirà nelle sale italiane in autunno, il 9 settembre.

«Il mio nome non mi appartiene? La mia faccia? La mia storia? Torno su queste domande perché altri continuano a trarre profitto dal mio nome, viso e storia senza il mio consenso». Questo è quanto Amanda Knox ha scritto su Twitter.

Il regista aveva affermato di aver preso ispirazione dalla vicenda che coinvolse l’ex studentessa americana di stanza a Perugia, accusata insieme a Raffaele Sollecito dell’omicidio di Meredith Kercher. L’assassinio consumatosi nel capoluogo umbro nel novembre del 2007 costò all’allora ventenne di Seattle alcuni anni di carcere in Italia fino ad arrivare all’assoluzione definitiva dalla Corte di Cassazione nel 2015.

Nonostante ciò il film si discosterebbe in molti punti dalla storia reale.

Leggi anche Gus Van Sant: la metafora del male banale e il potere del realismo in “Elephant”

Né McCarthy né Damon avrebbero contattato la Knox nella scrittura del film che rovinerebbe la sua reputazione distorcendo la realtà dei fatti. Il film, a detta della donna, la farebbe apparire sotto una luce negativa. Secondo lei infatti «trasformando in finzione la mia innocenza, la mia totale mancanza di coinvolgimento, cancellando il ruolo delle autorità nella mia condanna ingiusta McCarthy consolida l’immagine di me come persona colpevole e inaffidabile».

Tra il film e la vicenda perugina ci sono molti punti in comune. Molte le incomprensioni linguistiche, culturali, legali. Come Amanda Knox anche la protagonista Allison, interpretata da Abigail Breslin, sconterà alcuni anni di carcere lontano da casa, mentre Matt Damon (Bill Baker), punta di diamante del cast, andrà a Marsiglia per aiutarla.

Le somiglianze sono dunque molte. La storia di quella notte umbra di 14 anni fa ancora continua a far parlare. E l’oblio e anonimato che ricerca la statunitense non è ancora qualcosa semplice da raggiungere.

Continue Reading

Cinema

La Famiglia Addams 2: guarda il trailer del cartone (video)

Published

on

La famiglia più spaventosa di tutti i tempi torna al cinema nel sequel d’animazione, La Famiglia Addams 2. In questo nuovo capitolo, troviamo Morticia e Gomez sconvolti dal fatto che i loro figli stanno crescendo, rinunciando persino alle cene di famiglia per dedicarsi ai loro passatempi mostruosi. Per recuperare il rapporto con i figli, decidono di partire con Mercoledì, Pugsley, Zio Fester e il resto della famiglia con l’orribile camper stregato per avventurarsi in una terrificante vacanza di famiglia. Il loro viaggio attraverso l’America li condurrà fuori dal loro mondo coinvolgendoli in esilaranti avventure, insieme all’iconico cugino IT e a nuovi eccentrici personaggi. Cosa potrebbe mai andare storto?

Leggi anche: Tutte le nuove uscite di agosto sulle principali piattaforme streaming

MyZona

Leggi anche: “Sibyl – Labirinti di donna”: dal 2 settembre al cinema

CAST:

MORTICIA – Virginia Raffaele

GOMEZ – Pino Insegno

MERCOLEDÌ- Eleonora Gaggero

PUGSLEY – Luciano Spinelli

NONNA ADDAMS- Loredana Bertè

DIRETTO DA:

Greg Tiernan e Conrad Vernon

Continue Reading

In evidenza