Space Jam: a new Legacy, svelato il trailer. Hype a mille (video)

Space Jam: A New Legacy, o semplicemente Space Jam 2. Questo è il titolo dell’attesissimo sequel di Space Jam del 1996, il film con protagonista la leggenda NBA Michael Jordan. La pellicola cult degli anni ’90 vedrà finalmente un seguito dopo ben 25 anni, e questa volta toccherà alla superstar del basket LeBron James il ruolo principale, affiancato dal mitico Bugs Bunny e dai Looney Tunes. Online è già reperibile il trailer ed i primi dettagli, tra cui la data di uscita, scatti, news e polemiche.

Space Jam: A New Legacy uscirà il 16 luglio 2021 e sarà diretto da Malcolm D. Lee, cugino del celebre Spike Lee. Si tratta di uno dei film più attesi dell’anno, e vedrà la partecipazione anche di altri importanti nomi dell’NBA, tra cui Damian Lillard, Anthony Davis e Klay Thompson. Per James si tratta della prima pellicola come attore protagonista, ed è stato proprio lui a confermare l’inizio delle riprese: «Credo che questo film riscriverà i canoni del cinema d’animazione. Le riprese inizieranno quest’estate e sarà una bomba!».

MyZona

Leggi anche: “Teatri e cinema, a rischio la riapertura annunciata per il 27 marzo

I rumors circa un seguito del primo capitolo, tuttavia, non sono recenti ma risalgono già al 2015. All’epoca la star dell’NBA e la sua società, la SpringHill Entertainment, avevano firmato un contratto con la Warner Bros. In quell’occasione, inoltre, il regista Justin Lin, noto per aver diretto 4 capitoli della serie Fast and Furious, era in trattativa per avere il ruolo, salvo poi rinunciare.

Sulla trama del nuovo Space Jam, invece, non si hanno ancora notizie. Sicuramente James sarà affiancato da Bugs Bunny e Lola, come si evince dai primi scatti resi pubblici. Tuttavia su quest’ultimo personaggio e su quello di Pepe Le Pew sono già scattate le prime polemiche. Una riguarderebbe l’eccessiva “sessualizzazione” della figura femminile. L’altra vedrebbe la puzzola francese ed i suoi atteggiamenti come inneggianti alla cultura dello stupro.

Nella pellicola originale Lola Bunny è rappresentata in maniera molto succinta e con atteggiamenti provocanti, tanto da guadagnarsi le attenzioni di quasi tutti i personaggi del film. Da qui la decisione da parte del regista Malcolm D. Lee di ridisegnarla più “sobria”.

«Siamo nel 2021. È importante riflettere l’autenticità di personaggi femminili forti e capaci -ha dichiarato il regista- Abbiamo rielaborato molte cose, non solo il suo aspetto, come assicurarci che avesse una lunghezza adeguata sui suoi pantaloncini e fosse femminile senza essere sessualizzata, ma le abbiamo dato una vera voce. Per noi è stato: radicare la sua abilità atletica, le sue capacità di leadership e renderla un personaggio pieno come gli altri»

Su Pepe Le Pew, infine, la questione è ancora più delicata e portata all’attenzione da un editoriale di Charles Blow del New York Times. Il famosissimo personaggio dei Looney Tunes creato nel 1945 e presente anche nel primo Space Jam, a detta dell’editorialista favorirebbe la cultura dello stupro. Blow ha spiegato la sua tesi in merito tramite un post sul suo profilo Twitter:

«I Blog online sono impazziti perché ho detto Pepe Le Pew inneggia alla cultura dello stupro. Vediamo.
1. Afferra/bacia una ragazza/sconosciuta, ripetutamente, senza il suo consenso consenso e contro la sua volontà.
2. Lei lotta strenuamente per allontanarsi da lui, ma lui non la libera
3. Chiude a chiave una porta per impedirle di fuggire
»

Il giornalista ha poi commentato l’atteggiamento incriminato:

«Questo ha aiutato a insegnare ai ragazzi che “no” in realtà non significa no, che faceva parte del “gioco”, la linea di partenza di una lotta di potere. Ha insegnato che superare le strenui, anche fisiche obiezioni di una donna, era normale, adorabile, divertente. Non hanno nemmeno dato alla donna la possibilità di parlare»

Come riportato dalla testata Deadline, la puzzola è stata rimossa dalla pellicola. Tuttavia la decisione di Warner Bros tagliare il personaggio è di molto precedente rispetto alle polemiche, seppur con motivazioni analoghe. In una scena di Space Jam: A New Legacy Pepe Le Pew, nei panni di un barista, inizia ad approcciare una donna interpretata dall’attrice Greice Santo tentando di baciarle il braccio contro la volontà di lei e finendo schiaffeggiato.

Tramite un suo portavoce l’attrice ha dichiarato di essere rimasta dispiaciuta del taglio, poichè non verrebbe mostrata la giusta punizione cui la puzzola va incontro:

«È stato un grosso problema per Greice essere in questo film. Anche se Pepe è un personaggio dei cartoni animati, se qualcuno avesse intenzione di schiaffeggiare un molestatore sessuale come lui, Greice avrebbe voluto che fosse lei. Ora la scena è tagliata e lei non ha il potere di influenzare il mondo attraverso le giovani generazioni che guarderanno Space Jam 2, per far sapere alle ragazze e ai ragazzi più giovani che il comportamento di Pepe è inaccettabile

Da leggere anche

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli