Harry Potter: libri, film, opere teatrali e… serie tv? Le voci si fanno sempre più fitte

Harry Potter, il maghetto più famoso del mondo, torna in TV? Da qualche settimana circola l’indiscrezione di una prossima produzione di una serie Tv o un altro film basato sul dramma teatrale “Harry Potter e la maledizione dell’erede”.

Il libro della Rowling, uscito solo come opera teatrale, non ha ottenuto il successo dei primi 7 libri della saga. Ma dalle reazioni sui social ad una possibile pellicola cinematografica, sembra che ai fan non dispiacerebbe un film ambientato 19 anni dopo la sconfitta di Lord Voldemort.

MyZona

Sulla possibilità che il franchise possa continuare sono arrivate le parole di Jason Kilar, capo della WarnerMedia: “C’è questa piccola cosa chiamata Harry Potter, che è uno dei franchise più amati. E siamo incredibilmente grati di aver collaborato con JK Rowling e quindi direi che c’è anche molto divertimento e potenziale”.

Le indiscrezioni parlano di una possibile serie Tv realizzata da HBO Max, come riporta The Hollywood Reporter. Sia la piattaforma streaming che Warner Bros hanno smentito seppur non negando l’intenzione di portare il franchise di Wizarding World sul piccolo schermo: “I dirigenti di HBO Max sono coinvolti in diverse conversazioni con possibili sceneggiatori per esplorare diverse idee che potrebbero portare [Harry Potter] sullo schermo”.

Non c’è niente di sicuro all’orizzonte. Ma la storia che da oltre 20 anni affascina giovani e non, le avventure di Harry, Hermione, Ron, non possono che affascinare pubblico e possibili produttori riguardo eventuali spin-off. É il caso di Casey Bloys. Lo chief content officer di HBO MAx, che in un’intervista per Entertainment Weekly si è detto entusiasta all’idea:“se voglio una serie su Harry Potter? Naturalmente, certo che vorrei più Harry Potter. Sarebbe fantastico. Ma non c’è niente da aggiungere”.

Nessuna bella notizia, per ora. In attesa che nel 2022 esca il terzo capitolo di “Animali Fantastici”, i fan dei libri della Rowling possono solo sognare mentre il web impazza tra dicerie, supposizioni e fantasticherie.

Tra chi vorrebbe un film sulla vita di Voldemort prima di Harry Potter, chi apprezzerebbe di più una serie sui “malandrini” e le loro scorribande a scuola e chi tifa per qualcosa riguardo l’Ordine della Fenice una cosa è certa. Il pubblico è compatto sul volere un’altra produzione sul fantastico mondo magico. Che sia ambientato a Hogwarts, Diagon Alley, la Tana o Grimmauld Place n.12 non importa. Il mondo che gira intorno ad Harry Potter non vuole smettere di sognare. E spera ancora di sentire “reparo”, il primo e ultimo incantesimo della saga.

Da leggere anche

Federico Rapini
Nato a Roma grazie alle notti magiche di Italia 90, si laurea in Lettere con indirizzo storico all’Università di Roma “Tor Vergata”. Cresciuto tra la passione per la Roma ed i libri di Harry Potter punta ad una nuova laurea in Filologia. Ancora deve capire se essere un Grifondoro o il nuovo Totti

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli