Connect with us

Musica

Nick Cave: usiamo questo tempo per guardare il mondo con occhi diversi

Fabio Iuliano

Published

on

Dopo aver dovuto rivedere la programmazione dei concerti a causa dell’emergenza del Coronavirus, Nick Cave ha scelto di tenersi in contatto con i propri fan maggiormente attraverso le parole che con la musica. Sul sito The Red Hand Files, come riporta Optimagazine, risponde a tre persone che gli fanno domande sulle sue scelte in funzione dell’emergenza.

Alice da Oslo chiede: “Quali sono i tuoi progetti per la pandemia del Coronavirus? Cosa intendi fare per riempire il tempo? Una performance solista da casa al pianoforte?”.

Henry da Sidney chiede: “Tu e la band avete pensato allo streaming live di un concerto? Potrebbe davvero aiutare le persone a sentirsi connesse durante questo periodo”.

Saskia da Londra, infine: “Che cosa fa una persona non particolarmente creativa da sola?”

Nick Cave ha preso le domande come spunto per un post: “La mia risposta ai momenti di crisi è sempre stata creare. Questo mi ha salvato tante volte: mi sono immerso nel lavoro e ho cercato di tenermi un passo avanti rispetto a ciò che mi perseguitava”.

L’artista ha anche rivelato di aver preso visione della situazione insieme ai Bad Seeds e di aver fatto brainstorming insieme ai suoi compagni sul da farsi: “Una performance in solitaria da casa mia, la scrittura di un album sull’isolamento, la scrittura di un diario sul Coronavirus, scrivere la sceneggiatura di un film apocalittico, creare una playlist a tema su Spotify, rispondere in diretta alle domande su The Red Hand Files, iniziare un programma di cucina ecc.”.

Cave ha poi continuato dicendo che oggi viviamo un evento senza precedenti, una crisi che sta costringendo tutti a mettere in discussione e a valutare attentamente: “I nostri leader, la nostra intera società come sistema, i nostri amici, i nostri nemici e più di tutti, noi stessi. Scopriremo qualcosa sulla nostra capacità di recupero, sulla nostra capacità di perdono e sulla nostra reciproca vulnerabilità. Forse è il momento di prestare attenzione, di essere consapevoli, di essere attenti. Come artista, mi sembrerebbe un peccato perdere questo momento straordinario. Improvvisamente, le idee di scrivere un romanzo, una sceneggiatura o una serie di canzoni sembrano più indulgenze di un’epoca passata. Per me, questo non è il momento di essere sepolto nel business della creazione. È il momento di mettersi su un sedile posteriore e sfruttare questa opportunità per riflettere esattamente su ciò che è la nostra funzione – a che cosa serviamo, in quanto artisti”.

Giornalista, docente di lingue straniere, tra le collaborazioni l’agenzia Ansa e il Centro (testata ex gruppo L’Espresso-Finegil Editoriale). In passato ha lavorato a Parigi e Milano con Eurosport e Canal +. Come blogger, oltre ad aver seguito vari eventi sportivi internazionali, dalle Universiadi (in Europa e in Asia) alla Race Across America – la folle corsa ciclistica da un capo all’altro degli Stati Uniti – ha condotto alcune inchieste sull’immigrazione con reportage in Italia, Romania e Marocco. Nel 2007 ha vinto il premio giornalistico Polidoro. Nel 2016 ha firmato “New York, Andalusia del Cemento – il viaggio di Federico García Lorca dalla terra del flamenco alle strade del jazz” (Aurora edizioni), l’anno successivo Lithium 48, sempre per la stessa casa editrice.

Musica

Punkreas, aggiunte nuove date al tour acustico: racconti, aneddoti e brani riarrangiati

redazione

Published

on

FUNNY – THE BEST STORY OF PUNKREAS prosegue con nuovi appuntamenti live. 
Una formula inedita di concerto live in trio, con aneddoti e racconti miscelati a canzoni riarrangiate in acustico, per potersi rivedere, raccontarsi e divertirsi.

“Ci abbiamo lavorato tanto, mettendoci passione, impegno, entusiasmo e sì, anche amore per la musica e tanto rispetto per chi viene a sentirci. Sarebbe stato forse più facile buttar giù semplicemente qualche canzone in acustico, ma per noi anche meno interessante e sicuramente meno stimolante.

Crediamo molto in “FUNNY” e siamo gasatissimi dalle vostre reazioni. Certo, speriamo presto di tornare a far ruggire i nostri amplificatori, ma nel frattempo ci godiamo questo show, che confidiamo ci e vi regalerà altre soddisfazioni”.

Nuove date del TOUR:

28 Agosto
Hiroshima Sound Garden, Torino
Evento: https://tinyurl.com/y7tppk2k
Biglietti: https://bit.ly/_PUNKREAS_Prevendita

29 Agosto
Festival Alta Intensità Antifascista, Carpi (MO)
Evento / Prenotazioni: https://tinyurl.com/y2zdknw4
Ingresso libero [PRENOTAZIONE CONSIGLIATA]

4 Settembre
Pontelungo Summer Festival, Bologna
Evento / Prenotazioni: https://tinyurl.com/y3fjxyqg
Ingresso libero [PRENOTAZIONE CONSIGLIATA]

6 Settembre
Acoustic Punkin The Park, Vittorio Veneto
Evento / Prenotazioni: https://tinyurl.com/y39ahvcu
Ingresso libero [PRENOTAZIONE CONSIGLIATA]

12 Settembre
Libera Fest and Friends, Nuraminis (SC)
Evento / Prevendite: https://tinyurl.com/yyxooeqn

Continue Reading

Musica

Tha Supreme: il rapper continua a sorprendere col nuovo singolo “Offline”

Avatar

Published

on

By

Tha Supreme

Articolo a cura di Michela Moramarco

Premessa: l’ascolto della musica nell’epoca dello streaming sembra essere sempre più superficiale. A tal punto da essere considerata quasi un simpatico sottofondo. La questione si potrebbe riassumere così: più scelta si ha, più è difficile scegliere. E così in una miriade di artisti e di playlist sembra difficile riuscire ancora a stupirsi.

Poi ci sono artisti che riescono nella missione suprema di conquistare l’attenzione del tanto famigerato grande pubblico, sin dal disco d’esordio. E magari avviano una rivoluzione musicale che fa parlare, e non poco. Ebbene, stiamo parlando del giovane rapper Tha Supreme.

Nome d’arte di Davide Mattei, si distingue per il suo singolare approccio alla musica. Inoltre ha dimostrato di avere una vocalità estremamente riconoscibile.

Ammetiamolo: chi non ha mai canticchiato “swisho un blunt, swishland…”?

Il brano sopracitato, blun7 a swishland rappresenta il manifesto di questa rivoluzione che Tha Supreme sta portando avanti con il suo innovativo progetto discografico.

Seppure apparentemente incomprensibili, i testi di Tha Supreme hanno una prerogativa essenziale per risultare “orecchiabile” ad un orecchio occidentale distratto, “geniale” a chi non ha ancora rinunciato a sorprendersi.

“Offline feat. bbno$” è il nuovo singolo di Tha Supreme

Il giovane rapper e produttore Tha Supreme continua a sorprendere anche “Offline”. Possiamo infatti ascoltare il suo nuovo singolo “0ffline feat. bbno$”.

Il brano vanta la collaborazione col rapper canadese che è diventato noto in tutto il mondo con la hitlalala”.

Si tratta di un esperimento azzardato probabilmente, in termini di metriche e di sonorità. Eppure, il video musicale ufficiale dal 3 Agosto ha già superato i 2 milioni di visualizzazioni.

Tha Supreme è comunque unico nel suo stile

Di certo unico per la sua cifra stilistica, il produttore cura in prima persona anche il concept grafico del progetto.

Insomma, che si tratti di un’arguta operazione di marketing? Indubbiamente ci troviamo davanti ad un estro creativo dalle mille sfumature. O forse davanti ad un carisma di cui la musica internazionale ha bisogno.

Instagram: https://www.instagram.com/tha.supreme/?hl=it

Continue Reading

Musica

Io e Te: il nuovo singolo del cantautore Ruben Coco

Dopo “E Invece Io” e “Non Sei Più Con Me”, Ruben Coco esce di nuovo allo scoperto con un pezzo scritto interamente da lui

Antonella Valente

Published

on

Si intitola “Io e te” il nuovo singolo del cantautore abruzzese Ruben Coco in uscita il prossimo 14 agosto su tutti i digital stores.

“Io e Te” affronta le abissali e a volte paradossali distanze che intercorrono tra due persone. Un testo alternativo, una lista di oggetti, di idiomi che non hanno nulla in comune ma che si attraggono come siamo attratti dai maglioni di Natale, solitamente ricchi di fantasie caotiche.
Un elenco di frutti e gusti che insieme stonano, di oggetti diversi che a guardali bene cozzano tra loro, ma visti da lontano hanno senso, come “quei brutti maglioni di Natale”, che alla fine ci stanno bene addosso.

Dopo “E Invece Io” e “Non Sei Più Con Me”, Ruben esce di nuovo allo scoperto con un pezzo scritto interamente da lui, prodotto da Dario Giacovelli e Alessandro Donadei. La grafica della copertina è stata realizzata da Bianca Maria Scoccia che ha disegnato per lui un mare ricco di oggetti che galleggiano senza un preciso ordine né un motivo: come il ragazzo raffigurato nello sfondo che ad agosto, in spiaggia, indossa il suo maglione di Natale.

Classe 1979, Ruben nasce ad Avezzano (Aq) e all’età di 10 anni entra nell’accademia «Adamo Volpi» avvicinandosi allo studio del pianoforte classico. Nel 1992 inizia a partecipare a concorsi canori locali, continuando a coltivare la passione per la musica. Nel 2001 stipula un contratto di tre anni con la casa discografica «GITANA Records», incidendo tre singoli.

Nel 2008 si iscrive al Saint Louis College of Music di Roma, dove frequenta per tre anni il corso accademico di Canto Jazz. Nel 2010 apre il concerto di B.B. King all’Auditorium Parco della Musica. L’anno successivo, è protagonista e cantante dello spot Puma. Partecipa al «Festival Dei Due Mondi» e a «Umbria Jazz», sia nel 2011 che nel 2012. Si classifica al 2° posto al premio «Lucio Dalla», e finalista al Premio De Andrè.

Nel 2016 esce il suo primo disco di inediti «Acustica», interamente registrato a nastro. Nel 2017 pubblica i suoi due singoli: «E Invece Io» e «Non Sei Più Con Me». Iscritto al Conservatorio de L’Aquila, oggi insegna canto in due scuole private. Attualmente sta frequentando il CET di Mogol, nella sezione Autori.

ph. Eugenia Di Pasquale

Continue Reading

In evidenza