Montagne Funky: il Festival della montagna della Marsica orientale

Sabato 14 agosto a Cerchio, presso la località di montagna Trinità d’ Rocc, si terrà la terza edizione di “Montagne Funky”: un’intera giornata ricca di attività ludico – ricreative, artistiche e sportive per tutti, completamente dedicato ai monti della Marsica orientale.

Dopo una lunga sospensione delle attività a causa della pandemia da Covid-19, la Pro Loco di Cerchio, nella sua rinnovata veste ricca di idee ed energie, offre la possibilità di vivere una full immersion nella natura con l’intento di riscoprire il prezioso patrimonio naturale del paese e del territorio circostante.

MyZona

Una giornata ricca di emozioni ed attività a contatto con la natura ed il paesaggio circostante. A partire dalla prima mattinata, dopo un ritrovo nell’area attrezzata “SS. Trinità” a Cerchio, alle 8.30 si partirà con un’escursione trekking con il CAI sul Monte San Pietro, passando dalla più famosa fonte del piccolo paese (Fonte Cannlecchia). Contemporaneamente si partirà per un’escursione (amichevole) in MTB tra i sali-scendi boschivi de J’Upr nella piccola montagnola aiellese, tra i comprensori di Aielli Stazione, Cerchio e Aielli Alto.

Leggi anche “Swing sotto le stelle, in migliaia ad Aielli per la kermesse dal sapore vintage”

Nel frattempo alle ore 9.00 ci sarà il laboratorio “I suoni del bosco” per grandi e piccoli con Marta Trobitz e a seguire dalle 12.00 un laboratorio di cucina montana con l’Osteria “Mammarossa”. Nel pomeriggio ci sarà un laboratorio di riconoscimento delle erbe spontanee, una sessione di yoga al tramonto con Gaia Leonio per poi proseguire con ristoro e musica dal vivo con Daniele Mammarella e vinyl set fino alle ore 22.

Quest’anno Montagne Funky indosserà una veste ridimensionata, nel pieno rispetto delle misure anti-covid. Tuttavia non mancherà l’area Food e un’area relax per le famiglie, oltre alla possibilità di campeggiare in tenda e di utilizzare i servizi igienici il mattino seguente. Persino gli animali domestici avranno la possibilità di far tesoro di questa esperienza di cui la Natura sarà protagonista indiscussa.

Un Festival nel pieno rispetto dell’ambiente, eco-sostenibile e plastic – free per apprezzare la meravigliosa montagna che ci circonda nella sua semplicità, tra il fruscio delle foglie e la morbidezza della terra, tra le pietre e le panche di legno e soprattutto sotto un cielo di stelle non “oscurate” dalle luci della città.

di Sara Paneccasio

Da leggere anche

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli