La Casa di Carta, parla Alvaro Morte: spero in dieci stagioni, è un prodotto che funziona

Mancano 10 giorni all’uscita della quarta stagione de La Casa di Carta, i fan fremono e dopo i primi spoiler (parziali o totali, ancora non lo sappiamo) dei trailer, arrivano anche le parole di uno dei protagonisti della serie spagnola, Alvaro Morte, in arte “Il Professore“.

L’emotività sarà molto importante. È una stagione molto legata ai sentimenti dei personaggi, ma posso dirti che finirà in modo molto interessante“, ha dichiarato all’edizione spagnola dell’Huffington Post, “Non c’è un personaggio migliore o peggiore, quindi è difficile rispondere a questa domanda. Gli scrittori sono riusciti a creare un delicato equilibrio nel rappresentare tutti. Non sarei interessato alle nuove puntate se non seguissimo Denver, Helsinki o Palermo. Se smettessero di mostrarci le loro vicende sarei molto dispiaciuto, anche se la storia dovesse andare in altre direzioni“.

MyZona

Non solo, sempre durante una recente intervista con Formula Tv, si è sbilanciato ancora di più, affermando la speranza di arrivare almeno a dieci stagioni. “Dal mio punto di vista, se facessimo una quinta [stagione] ma anche una decima, sarei entusiasta di continuare La Casa di Carta che è inoltre un prodotto che funziona e che ho vissuto lavorando con i miei compagni di avventura e con l’equipe di tecnici. […] Se mi continuassero a chiamare per seguire il Professore sarei completamente d’accordo a partecipare“.

Da leggere anche

Federico Falcone
Fondatore e direttore responsabile del magazine The Walk Of Fame. Nato e cresciuto in Abruzzo, è diventato giornalista pubblicista dopo aver completato gli studi in Giurisprudenza. Appassionato di musica, cinema e teatro, avrebbe sempre voluto essere il Will Smith di Indipendence Day o, tutt'al più, Aragorn de "Il Signore degli Anelli". Vola basso.

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli