Il Signore degli Anelli, tra ritardi e incertezze, cosa sappiamo della serie Amazon?

E’ sicuramente il fenomeno più atteso degli ultimi anni, e il solo clamore che è riuscito a costruirsi attorno lo testimonia. La serie tv su “Il Signore degli Anelli” prodotta da Amazon Prime, che si fregia del titolo di serie più costosa mai realizzata, non passa giorno senza che alimenti interesse e curiosità circa un progetto che, se pur ancora in itinere, si preannuncia come tra i più straordinari di sempre.

Leggi anche: Dalla RAF ai servizi segreti, da Tolkien all’heavy metal, cinque anni senza Sir Christopher Lee

MyZona

Di materiale, diciamolo apertamente, ce n’è fin troppo da cui pescare. L’opera è di per sé quanto di più eccezionale si possa avere tra le mani per portare sul grande schermo storie meravigliose. Se c’è, poi, un budget importante a sorreggere il tutto, allora è tutto più facile. Forse. Perché non è detto che idee e soldi siano sufficienti a realizzare un prodotto perfetto e inappuntabile. Se c’è un qualcosa che bene sappiamo, è che gli appassionati della saga creata da J.R.R. Tolkien sono tra i più integralisti e intransigenti in assoluto. Vogliono il meglio, pretendono il meglio e tutto ciò spesso neanche è sufficiente perché l’ago nel pagliaio è pronto a uscire fuori da un momento all’altro.

Sappiamo che due stagioni sono già in cantiere, ma ciò che non conosciamo realmente è quando queste vedranno la luce. Probabilmente nel 2021, ma i ritardi dovuti all’emergenza Coronavirus potrebbe farle slittare ancora. Analogamente alla trilogia di Peter Jackson, anche questo prodotto verrà integralmente girato in Nuova Zelanda che, a questo punto, si candida a essere la Terra di Mezzo sul pianeta Terra.

Leggi anche: 29/02/2004, Il Ritorno del Re fa la storia e vince 11 premi Oscar

Si tratterà di un prequel di otto puntate ambientato nella Seconda Era e, stando ad alcuni rumors che si rincorrono sul web, vedremo crescere la figura di Sauron. Lecito pensare, a questo punto, anche toni cupi nella messa in scena delle pagine. Parallelamente si farà luce anche sulla creazione dell’unico Anello. Ma ancora non possiamo svelare di più, semplicemente perché la sceneggiatura è ancora in fase di completamento (così come il cast) anche se, dal momento che Amazon si è aggiudicato i diritti sull’opera del professore di Oxford (alla cifra di 250 milioni di dollari) sulla carta ha ampia possibilità di cambiare il corso degli eventi.

Leggi anche: Il Signore degli Anelli: ritirate dal commercio le vecchie edizioni. Disputa legale in atto

Non lo farà, non del tutto, se non vuole incorrere in una sommossa, ma visto che gli accordi prevedono cinque stagioni più possibili spin-off, non è da escludere qualche colpo di scena. Il colossal attesissimo sarà realizzato dagli showrunner e produttori esecutivi J. D. Payne e Patrick McKay, mentre il regista J.A. Bayona si è occupato di dirigere i primi due episodi. Cast non ancora completato, ritardi nella produzione, incertezze sulla sceneggiatura. Non basta essere essere la serie tv più costosa di sempre se non si hanno le idee chiare…

Da leggere anche

Federico Falcone
Fondatore e direttore responsabile del magazine The Walk Of Fame. Nato e cresciuto in Abruzzo, è diventato giornalista pubblicista dopo aver completato gli studi in Giurisprudenza. Appassionato di musica, cinema e teatro, avrebbe sempre voluto essere il Will Smith di Indipendence Day o, tutt'al più, Aragorn de "Il Signore degli Anelli". Vola basso.

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli