Harry Potter, è reunion: Daniel Radcliffe, Emma Watson e Rupert Grint insieme per un evento speciale

Harry Poter riunisce il cast. O, almeno, una parte di esso. Quello protagonista, se così vogliamo dire, rappresentato da Daniel Radcliffe, Emma Watson e Rupert Grint, cioè Harry Potter, Ermione Granger e Ron Weasley. La notizia è arrivata nella serata di ieri e, com’è facilmente immaginabile, ha scatenato la gioia e la felicità di tutti i fan della saga creata da J.K.Rowling.

Dopo la seconda perte de “I doni della Morte”, i tre non hanno più collaborato assieme, provando strade separate con risultati altalenanti. Ma sono giovani, riusciranno nel loro intento di farsi strada nel mondo del cinema. Ciò che invece ci preme sottolineare è che, in concomitanza con le celebrazioni del ventennale dall’uscita di “Harry Potter e la pietra filosofale”, HBO Max ha annunciato un evento speciale: una reunion con i tre amici.

MyZona

Harry Potter 20th Anniversary: Return to Hogwarts, questo il titolo dell’appuntamento, andrà in onda il 1° gennaio 2002. Verranno resi noti contenuti inediti del primo film e Daniel, Emma e Rupert rilasceranno interviste esclusive.

Leggi anche: Dieci anni fa l’arresto di Jamie Waylett, il bullo di Harry Potter

Inoltre, prenderanno parte all’evento anche altri componenti del cast della saga cinematografica: Helena Bonham Carter, Robbie Coltrane, Ralph Fiennes, Jason Isaacs, Gary Oldman, Imelda Staunton, Tom Felton, James Phelps, Oliver Phelps, Mark Williams, Bonnie Wright, Alfred Enoch, Matthew Lewis, Evanna Lynch e Ian Hart.

Come abbiamo scritto alcuni giorni fa, però, Neanche il tempo di esultare per il ritorno in sala di Harry Potter che si devono fare i conti con il trend del momento: il politically correct. Sotto la lente d’ingrandimento sono finiti i primi tentativi di boicottaggio del film. Già, quella corrente di pensiero che vorrebbe imporre un “senso di giustizia” totalmente unilaterale e veicolare sul nostro modo di pensare e scrivere il concetto di “giusto e sbagliato”.

Il regista statunitense Chris Columbus, firma dei primi due capitoli della saga cinematografica, anche noto per aver diretto il cult “Mamma ho perso l’aereo”, il seguito “Mamma ho riperso l’aereo mi sono smarrito a New York”, e pellicole come “Mrs. Doubtfire” o “L’uomo bicentenario”, ha espressamente dichiarato che sarebbe lieto di poter girare “Harry Potter e la maledizione dell’erede”.

Da leggere anche

Federico Rapini
Nato a Roma grazie alle notti magiche di Italia 90, si laurea in Lettere con indirizzo storico all’Università di Roma “Tor Vergata”. Cresciuto tra la passione per la Roma ed i libri di Harry Potter punta ad una nuova laurea in Filologia. Ancora deve capire se essere un Grifondoro o il nuovo Totti

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli