Gojira: avviata raccolta fondi per salvare l’Amazzonia

La nota band death metal francese Gojira ha da poco pubblicato il singolo Amazonia. Il brano è il quarto estratto dal nuovo album Fortitude, in uscita il 30 aprile per Roadrunner Records.

Sin da quando è stato fondato, il gruppo d’oltralpe cerca di sensibilizzare i propri ascoltatori al rispetto dell’ambiente, dei diritti degli animali e degli umani e della vita in generale. Tutti i testi dei Gojira sono infatti caratterizzati da riflessioni introspettive e toccano temi ecologici e filosofici. Ne è un esempio la splendida copertina del loro capolavoro massimo del 2005 From Mars To Sirius che ritrae una balena che fluttua nello spazio.

MyZona

Con l’imminente pubblicazione del loro settimo album, i Gojira hanno lanciato una campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi. Dopo l’uscita di Amazonia il vocalist e chitarrista Joe Duplantier ha rilasciato un video sulla pagina Facebook della band. Queste sono alcune dichiarazioni del cantante:

«Con l’uscita della canzone abbiamo iniziato un movimento. Questo è il momento dell’unione. Chiediamo a tutti voi di donare la cifra che volete e di investire in questo progetto. Ho parlato con alcuni capi dell’Amazzonia e abbiamo capito che il miglior modo per difendere la foresta è collaborare tutti insieme con le tribù indigene»

Leggi anche: “SpaceX: esplode il razzo Sn11, è il quarto fallimento. Ma Elon Musk è pronto a ripartire

La foresta amazzonica è ad oggi uno dei luoghi più importanti per biodiversità, ma anche e soprattutto un polmone verde del nostro pianeta. L’inquinamento e la deforestazione, tuttavia, stanno mettendo a dura prova il delicato equilibrio dell’ambiente. A farne le spese, oltre alle tantissime specie animali presenti, sono anche le varie tribù autoctone.

Con questa iniziativa i Gojira stanno raccogliendo fondi sul loro sito da donare poi per la costruzione di case di cura nel territorio degli indigeni Guarani Kaiowá. Un progetto che, assieme agli aiuti umanitari, cerca di preservare e aiutare la popolazione, ad oggi una delle più colpite dal disboscamento e sfruttamento intensivo dell’Amazzonia. Da parte sua la band ha già donato 5000 dollari.

La donazione è stata ufficialmente aperta il 25 marzo e si concluderà il 29 aprile. Coloro che parteciperanno avranno la possibilità di vincere una chitarra customizzata e firmata dallo stesso Joe e un rullante disegnato e autografato dal batterista e fratello Mario Duplantier.

I Gojira non sono l’unica band che ha aderito a questa iniziativa. Molti altri artisti del mondo del metal hanno messo all’asta cimeli, strumenti e oggetti al fine di raccogliere fondi per sostenere il progetto. Tra questi citiamo: Robert Trujillo (Metallica) e la moglie Chloe, Eloy Casagrande (Sepultura), gli Slayer, Randy Blythe (Lamb Of God), i Bring Me The Horizon, Max Cavalera (Soulfly, Cavalera Conspiracy) e molti altri.

Qualora voleste dare il vostro contributo, sul sito dei Gojira (linkato più su) troverete le aste con i relativi oggetti, offerte e scadenze e tutte le info in merito.

Da leggere anche

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli