Con “Rock’n’Roll in the country” i Gigowatt strizzano l’occhio a ZZ Top e Allman Brothers

Uscirà venerdì 26 marzo Rock’n’Roll In The Country” il nuovo singolo dei Gigowatt, band nata all’ombra dei portici di Bologna, formata da tre musicisti uniti dalla passione per il blues, il country ed il rock and roll. In attesa dell’uscita dell’album prevista per l’inizio estate 2021, “Rock’n’Roll In The Country” mette in primo piano la cifra stilistica dei Gigowatt grazie ad una scrittura contemporanea, arrangiamenti rocciosi e armonie vocali in perfetta linea con la new era del country-rock.

Leggi anche: Barcellona, un concerto con 5mila persone? Con i test rapidi è possibile

MyZona

Gigowatt nascono nel 2017 ed hanno all’attivo diversi concerti in festival, piazze e club italiani. La formazione è composta da Paolo Roberto Pianezza (chitarra, voce e scrittura dei brani), geniale e sontuoso musicista, profondo conoscitore del rock and roll, western swing e country anni ‘40/’50 è pure membro dei Lovesick Duo. Mattia Bigi (basso e voce), musicista di lungo curriculum, dalla lunga militanza negli Extrema agli stadi con Biagio Antonacci, ai palazzetti con Gianni Morandi.

Leggi anche: “I’ll see you in my dreams”, il nuovo singolo di Bruce Springsteen per l’amico scomparso

La musica che gli fa battere il cuore è sempre stata quella di matrice americana, dagli Allman Brothers, ai Blackberry Smoke, agli ZZ Top. Alla batteria e alla voce Tommy Ruggero, musicista poliedrico, con un piede in Africa (tanti i viaggi e le band con artisti africani) e un altro in America (diplomato al Drummers Collective di NYC), svolge da anni un’intensa attività live, spaziando dallo swing, al funk, al rock and roll.
 
Gigowatt dichiarano: “Abbiamo realizzato il videoclip di “Rock & Roll In The Country” focalizzando l’attenzione dello spettatore su ogni singolo componente della band, in quanto molto eterogenei sia a livello caratteriale che estetico, valorizzando con inquadrature strette su particolari come le camicie ricamate, fibbie cromate e stivali in pelle, il tutto avvolto da una coltre di fumo e un gioco di luci per aumentare l’intensità.

Leggi anche: Evanescence, dopo 10 anni arriva “The Bitter Truth”: sound potente e ritorno alle origini

Gigowatt sta a significare potenza, per la precisione quel tipo di energia che scaturisce dall’incontro di tre musicisti che provengono dalla stessa Città e che hanno unito i diversi background nella citazione dalla celeberrima frase di “Doc” di Ritorno al Futuro: “1,21 Gigowatt!!!”

Da leggere anche

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli