Connect with us

Cinema

“Cinema d’Estate”: Casotto di Sergio Citti

Published

on

Metti una calda mattinata d’agosto sul litorale romano. Tra le sabbiose dune di Ostia, tormentato dal vento che soffia e nel disperato tentativo di accendersi una sigaretta, un giovane Ninetto Davoli maneggia un ultimo fiammifero, cercando riparo in una cabina-spogliatoio sulla spiaggia (quella che a Roma prende il nome di casotto).

Una volta dentro, riesce nel suo intento e, con aria soddisfatta, si dilegua chiudendosi la porta del casotto alle spalle. La telecamera rimane all’interno, girando su sé stessa e offrendo allo spettatore una panoramica a 360 gradi, vuota e silenziosa, di quello che sarà il set dell’intero film.

MyZona

È così che inizia il Casotto, film del 1977 di Sergio Citti e tratto da un racconto di Vincenzo Cerami, che del film è anche sceneggiatore. L’idea della pellicola viene in mente al regista quasi per caso. Citti si trova sul divano di casa sua e s’imbatte in Una domenica di agosto, film di Luciano Emmer del 1950, in cui una folla variegata e di diversa estrazione sociale, si reca ad Ostia per trascorrere una giornata al mare.

L’idea del regista, però, pur traendone spunto, si discosta da quella di Emmer, partendo dal casotto per raccontare le storie dei protagonisti che si avvicendano al suo interno. La trama è piuttosto semplice. Il film è una commedia balneare, dai tratti grotteschi e a volte feroci, dove i protagonisti vivono la loro giornata di vacanza, ciascuno a modo proprio ed alternandosi sul piano della storia, quasi fosse un film a episodi.

Leggi anche: “Cinema d’Estate”: Un mercoledì da leoni

Ecco, quindi, che troviamo una squadra di pallavolo femminile guidata da un severissimo allenatore; un solitario e taciturno reverendo inglese; due giovani e squattrinati benzinai che cercano di quagliare con una coppia di ragazze appena conosciute; due militari fissati col bodybuilding; due donne che cercano in tutti i modi di circuire un assicuratore timorato di Dio, solo per poter mettere le mani sul premio assicurativo; i nonni di una ragazza incinta, che cercano di appiopparla all’ingenuo cugino di lei solo per riparare al “fattaccio” e una coppia che tenta di consumare clandestinamente.

Seppur di semplice apparenza, Casotto è un vero e proprio cult del cinema italiano. Un film corale che trova proprio nella sua stravagante coralità un grandissimo allato. Da Gigi Proietti a Franco Citti, a Paolo Stoppa, Michele Placido, Mariangela Melato e Ugo Tognazzi, fino a Carlo Croccolo e una giovanissima Jodie Foster, reduce dal successo di Taxi Driver del 1976, eccezionalmente doppiata in romanesco da Emanuela Rossi.

Leggi anche: Un bicchiere al bar Vitelli, nella terra del Padrino che si affaccia sul mare e sul tramonto

Sul film aleggia prepotentemente l’influenza di Pasolini, maestro di Sergio Citti e scomparso due anni prima dell’uscita dell’opera. I due avevano già collaborato, tra gli altri, in Accattone e Mamma Roma. Casotto è uno spaccato sociale di quegli anni. Un film che, dietro a storie di vita talvolta miserabili e apparentemente semplici, scava nel profondo dell’animo umano, toccando temi come l’avidità, il sesso e l’inganno, accompagnandoli con l’ironia della commedia italiana.

All’epoca snobbato e denigrato dalla critica, Casotto è oggi autentico film di culto. Grottesco ma senza fronzoli, il film è girato (eccezion fatta per l’avventura onirica di Gigi Proietti con Catherine Deneuve) totalmente in studio. Il casotto diventa il palco su cui gli attori si esibiscono, come fosse la scena di uno spettacolo teatrale. C’è il mare, l’estate e la canicola, pur vivendo la storia tra quattro pareti di legno. C’è l’ironia, la furberia e quell’essere “sgamato” tutto romano che si mescolano alla fame, alla malinconia e alla semplicità.

Perfetta fotografia di un’Italia che ci strappa una risata amara, spingendo lo spettatore che quel periodo l’ha vissuto, ad immedesimarsi, talvolta, nei personaggi. “Oggi nun se magna” dicono le due ragazze abbordate dal duo Proietti-Citti quando si rendono conto di essere incappate in due “senza ‘na lira“. Il film si chiude sotto l’acquazzone finale che costringe alla fuga i protagonisti, immortalati tutti insieme per la prima ed unica volta nel film, dalle foto ricordo scattate da Ninetto Davoli. Proprio lui che il film, l’aveva aperto.

Photocredit by screenshoot from YouTube

Ha visto cose che voi umani non potreste immaginarvi, francamente se ne infischia e la sera non va a letto presto. Pensa in fretta quindi parla in fretta, dal Daily Planet a The Walk of Fame, per un’offerta che non poteva rifiutare e la vita è una questione di riflessi. Ogni tanto dà la cera e toglie la cera ma nessuno può chiamarlo fifone. È un bravo ragazzo, beve Martini agitato, non mescolato e la vanità è decisamente il suo peccato preferito.

Cinema

La Famiglia Addams 2: guarda il trailer del cartone (video)

Published

on

La famiglia più spaventosa di tutti i tempi torna al cinema nel sequel d’animazione, La Famiglia Addams 2. In questo nuovo capitolo, troviamo Morticia e Gomez sconvolti dal fatto che i loro figli stanno crescendo, rinunciando persino alle cene di famiglia per dedicarsi ai loro passatempi mostruosi. Per recuperare il rapporto con i figli, decidono di partire con Mercoledì, Pugsley, Zio Fester e il resto della famiglia con l’orribile camper stregato per avventurarsi in una terrificante vacanza di famiglia. Il loro viaggio attraverso l’America li condurrà fuori dal loro mondo coinvolgendoli in esilaranti avventure, insieme all’iconico cugino IT e a nuovi eccentrici personaggi. Cosa potrebbe mai andare storto?

Leggi anche: Tutte le nuove uscite di agosto sulle principali piattaforme streaming

MyZona

Leggi anche: “Sibyl – Labirinti di donna”: dal 2 settembre al cinema

CAST:

MORTICIA – Virginia Raffaele

GOMEZ – Pino Insegno

MERCOLEDÌ- Eleonora Gaggero

PUGSLEY – Luciano Spinelli

NONNA ADDAMS- Loredana Bertè

DIRETTO DA:

Greg Tiernan e Conrad Vernon

Continue Reading

Cinema

Giffoni: ecco il Bando da 30 milioni per il Piano Nazionale Cinema legato alla scuola

“Pensiamo ad un grosso investimento su Cinecittà”, il Sottosegretario del Ministero della Cultura oggi a Giffoni

Published

on

C’è un insegnamento che i ragazzi devono portarsi a casa da Giffoni: imparare che tutto è possibile. Se hai un sogno e ci credi veramente, lo puoi realizzare. Giffoni insegna proprio questo. E ora voi siete il sogno che si concretizza. Siete la realtà del sogno”, inizia così l’intervento del Sottosegretario del Ministero della Cultura, Lucia Borgonzoni.

Per lei un ritorno a Giffoni dopo la presenza lo scorso giugno in occasione dell’inaugurazione della nuova Sala Truffaut. Il Ministero della Cultura vuole essere vicino ai giovani. Come? Si parte dalla scuola, usando proprio il linguaggio del cinema e dell’audiovisivo: “Come Ministero – ha aggiunto – ci crediamo. Crediamo che l’audiovisivo rappresenti lo strumento più immediato per trasmettere le emozioni. Continuiamo in questo senso ad investire nelle scuole. E’ alla firma il nuovo bando relativo al Piano nazionale cinema per la scuola che vale trenta milioni di euro”.

MyZona

E, poi, ci sono i fondi europei, quelli del Pnrr: devono andare ai giovani, ribadisce il Sottosegretario. Devono creare occupazione e nuova economia. E se i giovani sono centrali, la creatività è la parola d’ordine: “Stiamo scrivendo un bando – ha spiegato Borgonzoni – per un valore di 165 milioni di euro per le imprese creative, fondi destinati ai giovani. A questo proposito chiedo aiuto proprio ai ragazzi. Fateci avere le vostre idee, fatelo con i vostri tempi che sono smart, dateci una mano perché il mio obiettivo è quello di incrociare le vostre esigenze e rispondere alle vostre domande”.

Leggi anche: “Cinema d’Estate”: Stand by Me – Ricordo di un’estate

La parola ai giovani in un Ministero che deve diventare più giovane: “Tra i miei obiettivi – ha detto – dare vita ad una Direzione del Ministero dedicata alla musica”. E, ancora, la valorizzazione del made in Italy legata a quella capacità tutta italiana di fare cinema di qualità: “Pensiamo – ha spiegato – ad un grande investimento su Cinecittà che non vuol dire investire su Roma ma su tutta l’Italia, affidando questo brand a tutti gli studi presenti sul territorio. Perché questo brand è sinonimo di qualità riconosciuta in tutto il mondo”.

Photocredit by Noom Peerapong from Unsplash.com

Continue Reading

Cinema

Tutte le nuove uscite di agosto sulle principali piattaforme streaming

Published

on

Il mese di agosto si prospetta un mese bollente, non solo sole per le alte temperature che lo caratterizzano, ma anche per le importanti uscite che ci aspettano nel mondo seriale. Nonostante si possa pensare che l’estate sia un periodo in cui gli ascolti rischiano di diminuire a causa delle vacanze, è già qualche anno che le principali piattaforme di streaming concentrano molte delle loro anteprime proprio in questi mesi.

Prendiamo ad esempio Amazon Prime, che ad agosto vedrà il debutto di alcune delle serie più attese della stagione.

MyZona

 Il 6 agosto sarà rilasciato il primo episodio di Cruel Summer, thriller psicologico young adult che ha conquistato gli Stati Uniti, dove viene trasmesso sul canale Freeform. Prodotto da Jessica Biel (The sinner), racconta la storia di un mistero che ruota intorno alla vita di due ragazze e si sviluppa nell’arco di tre estati degli anni 90’. La serie verrà rilasciata con cadenza settimanale e promette di tenere tutti con il fiato sospeso.

Altra produzione inedita molto attesa è la miniserie Nine perfect strangers (Nove perfetti sconosciuti). Prodotta da Blossom Films e Made Up Stories, viene trasmessa negli USA da HULU, anche questa caricata, dal 18 agosto, con modalità settimanale. La miniserie, con protagonista Nicole Kidman, è ambientata in un resort che promette di ritemprare mente e corpo. La trama è basata sull’omonimo romanzo di Liane Moyarty, gia autrice di Big Little Lies, ed adattata per il piccolo schermo da David E. Kelly.

Da non perdere anche i nuovi episodi di Modern Love, serie antologica basata sull’omonima rubrica del New York Times, che racconta i diversi aspetti dell’amore. La seconda stagione sarà disponibile on line a partire dal 13 agosto.

Per finire in bellezza, il 27 agosto faremo la conoscenza di Allison, una casalinga che ha un improvviso risveglio esistenziale e finalmente comincia a vedere tutto l’assurdo che caratterizza la sua vita, Kevin can f**k himself si prospetta come il titolo comico di punta della stagione.

Leggi anche: “Solos: su Amazon Prime un cast stellare racconta la solitudine umana

Netflix non si tira indietro e risponde con altrettanti titoli interessanti, primo fra tutti Cocaine Cowboys: The Kings of Miami, in uscita sulla piattaforma streaming il 4 agosto. Creato dal regista Bill Corben (Dear John) che, a distanza di 15 anni, riprende il suo film cult e ne produce una saga in sei parti, dove racconta la storia dei narcotrafficanti del sud della florida accusati di uno dei più grandi casi di droga della storia degli Stati Uniti d’America.

Altro titolo Netflix tra i più attesi è El Reino, tradotto in italiano, Il suo Regno, una serie thriller argentina, in uscita il 13 agosto, che racconta la storia di un pastore in corso alla vicepresidenza che dovrà affrontare l’assassinio del candidato come futuro presidente dell’Argentina, trovandosi lui stesso in lizza per quella posizione.

Il 20 agosto è il turno della nuova serie di Sandra Oh (Grey’s Anatomy), La Direttrice, dove troviamo l’attrice del medical drama nei panni di un’impacciata professoressa universitaria. La storia racconta le vicende di Ji- Yoon Kim che è a capo del dipartimento di inglese di una della facoltà più importanti d’America, la Pembroke University (università inventata ai fini della serie), e che dovrà affrontare diversesfide, come preside del dipartimento e anche come unica persona di etnia asiatica della facoltà.

Leggi anche: ““A Classic Horror Story”: il nuovo film Netflix tra sacrifici e leggende popolari

Preparate quindi i ventilatori e una bibita fresca, così da godervi in totale relax queste meritate vacanze, in compagnia di nuovi personaggi che vi trasporteranno nelle loro storie direttamente dal divano di casa vostra in streaming.

Continue Reading

In evidenza