Annullata l’edizione 2021 del Rock In Roma. Lo staff: “Ci abbiamo provato in tutti i modi”

L’edizione 2021 del Rock in Roma è stata annullata per la seconda volta e rimandata al 2022. La notizia arriva direttamente dagli organizzatori tramite un post sulla pagina Facebook ufficiale. Questo il comunicato ufficiale dello staff:

«Con immenso dispiacere comunichiamo ufficialmente che anche quest’anno il Rock in Roma non potrà svolgersi. Ci abbiamo provato in tutti i modi e abbiamo sperato fino all’ultimo di non dovervi dare questa comunicazione per il secondo anno ma, a causa delle restrizioni in essere in merito agli eventi di musica dal vivo e per la sicurezza di tutti, l’unica soluzione è quella di rimandare il Rock in Roma al 2022. Vi ringraziamo ancora una volta per la pazienza e il supporto che ci avete dimostrato durante questo anno»

MyZona

Un’altra grave sconfitta per il mondo della musica italiana, che si vede privato per la seconda volta di uno dei festival più importanti del paese. Uno dopo l’altro, i maggiori eventi stanno crollando inesorabilmente, come è successo recentemente anche al celebre Firenze Rocks.

Notizie che fanno riflettere e che pongono maggiormente l’accento su quanto la scarsa campagna vaccinale da un lato ed il poco interesse per il settore dall’altro, stiano mettendo in ginocchio una colonna portante del nostro paese. Non solo a livello economico, ma anche e soprattutto a livello sociale. Basti pensare all’epicentro del covid, Wuhan, che è passato dall’essere militarizzato ad una situazione di totale normalità con ben 11mila partecipanti al famoso Strawberry Music Festival. Oppure alla più vicina Barcellona, dove il concerto-esperimento con circa 5mila spettatori muniti di mascherina non ha registrato nessun contagio!

Tutte piccole situazioni che dimostrano quanto l’impegno e la responsabilità ed una politica vaccinale (e non solo) funzionante possano fare la differenza. Una parola riecheggia nell’aria: “Normalità“. Quand’è che potremo cominciare a parlarne anche qui in Italia? Ai posteri l’ardua sentenza.

Leggi anche: “Festival e grandi concerti: se ne riparla forse nel 2023. La previsione di Claudio Trotta

Da leggere anche

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli