Achille Lauro e il suo omaggio agli anni Venti: suggestioni in bianco e nero insieme a cover improbabili

“Sapete quanto io non sia mai stato interessato a seguire una logica dettata dall’industria musica industriale e le sue mode del momento. Ho sempre fatto la musica per il puro godimento che mi da. Ci sto scopando. Con questo finisce la mia trilogia, è l’ultimo side-project. Poi cambierà tutto. E per sempre. Intanto divertitevi”.

Achille Lauro dà appuntamento al 4 dicembre con queste parole postate sul suo canale instagram. Il nuovo side project dell’artista si intitola “1920 – Achille Lauro & The untouchable band” ed è in uscita su tutte le piattaforme digitali e negli store in formato cd e vinile, già disponibile in preorder. Otto tracce, tra brani inediti e riedizioni in pieno ritmo jazz anni ‘20, un dialogo tra passato e presente, l’improvvisazione più̀ ricercata.

MyZona

Cover, come “My Funny Valentine”, “Tu vuò fa’ l’americano” e “Jingle Bell Rock”; inediti, tra cui “Piccola Sophie”, “Pessima e Chicago”; riedizioni, come “Cadillac 1920” e “Bvlgari Black Swing”. Achille Lauro aggiunge al progetto la collaborazione di artisti del panorama musicale italiano: Gigi D’Alessio e Izi e Gemitaiz, affermate star del mondo urban; Annalisa, al fianco di Achille Lauro nell’esibizione sul palco dell’Ariston.

Leggi anche: Speciale Nick Drake, il poeta maledetto del rock inglese in bilico tra Baudelaire e Robert Johnson

Il side project chiude la trilogia del passato: con “1990”, tributo alla musica Dance, e a “1969 – Achille Idol Rebirth”, dall’animo punk-rock, certificato Disco di Platino da Fimi/Gfk. “Sono tornato completamente cambiato da questo viaggio negli anni ’20. La mia concezione di fare musica è sconvolta, tutto ciò che pensavo prima si è capovolto”, afferma Achille Lauro. “Inizialmente mi concentravo solo sulla mia ossessione di seguire da vicino tutti i minimi dettagli del lavoro; oggi, grazie a questa trilogia ‘69 – ‘90 – ‘20, ho capito che è stato tutto solo l’entrée di quello che sto per proporre”.

Leggi anche: “Sarò una leggenda”: 29 anni senza Freddie Mercury, lover of life singer of songs

Da leggere anche

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli