“We’re all in the same dance”, musica, forme e colori a supporto di Amnesty International – il video

Si chiama “We’re all in the same dance”, un video che sin dal titolo si propone a sostegno del progetto #NessunoEscluso di Amnesty International. Violino, tamburello, percussioni, accompagnamenti a corde, moog, in un concept che ha visto impegnati Gabriele Surdo, Silvia Perone e Mauro Durante del Canzoniere grecanico salentino. Quest’ultimo ha registrato l’accompagnamento musicale a casa durante la qarantena con l’aiuto di Francesco Aiello al missaggio e al mastering.

L’iniziativa #NessunoEscluso di Amnesty chiede il riconoscimento di uguali diritti, uguali attenzioni e uguali assistenza per tutte le persone di tutte le aree del pianeta interessate da questa pandemia.

MyZona

“Metà della popolazione mondiale”, si legge nell’appello di Amnesty, “è costretta a rimanere in casa, quando ce l’ha, o è sottoposta a isolamenti e quarantene. Ovunque viene proclamato lo stato d’emergenza. Persino i migliori e più ricchi sistemi sanitari sono stati travolti. Così come in poche settimane questo virus letale si è moltiplicato e ha contagiato centinaia di migliaia di persone, con la stessa velocità sta amplificando esponenzialmente tutte le ingiustizie. Perché il virus non discrimina, i governi tendono a farlo”.

“In futuro”, si legge ancora, “potremo anche avere delle cure efficaci contro il Covid-19 e magari un vaccino. Ma dobbiamo agire adesso per contenere i suoi effetti devastanti sulle persone più vulnerabili, che vivono una vita precaria, che sono in condizioni di svantaggio. Solo uniti usciremo da questa crisi, solo se nessuno resterà escluso saremo più forti domani”.

Questi i ballerini e le ballerine coinvolte nell’iniziativa: Alessandra Bellomo, Alfio Longo, Amabile Bovo, Andrea De Siena. Angela Blaso, Angela Buscicchio, Angela Esposito, Anna Di Matteo, Anna Invidia, Anna Vinci, Annalisa Caputo, Annalisa Rizzo, Archana Kumar, Aurora Lo Bue, Barbara Amalberti, Barbara Migliaccio, Barbara Sabella, Benedetta Spedicato, Carla Trivellato, Carmen Pino, Carolina Cerisola, Chiara Dell’Anna, Chiara Garuglieri, Cristina Frassanito, Dalila Fumarola, Damiano Nicolella, Daniela Errico, Danielle Hartman, Dina Gregory, Eleonora Merisio, Elisa Anzellotti, Emma Ghislanzoni, Erica Occhionero, Fabrizio Ceccarini, Fabrizio Nigro, Federica Carelli, Federica Cicchelli, Federica Madeddu, Filomena Fiordaliso, Floriana Guida, Francesca Corsetti, Francesca Ghione, Francesca Morrone, Francesca Patera, Francesca Vincenti, Fulvia Pirondi, Giacomo Cascione, Giulia Campagna, Giulia Pesole, Giulia Piccinni, Giulia Purcigliotti, Giusy Pede, Giusy Urgesi, Ilaria De Angelis, Ilaria Specchia, Imani Coppola, Irene Álvarez Blanco, Ismaele Scozzi, Jennifer Jonassen, Jūratė Širvytė-Rukštelė, Lara Einaudi, Laura Esposito, Leonardo Ciccarese, Lisa Pellizzari, Lucia Scarabino, Lucia Taietti, Lucio Pellicciotta, Ludovica Morleo, Maija Garcia, Maria Vittoria Costanzucci, Marilena Menga, Marilisa Satalino, Marzia Delle Fratte, Matthew J. Kulengosky, Mickela Mallozzi, Mirea Scozzi, Moana Casciaro, Monica Zambon, Natalia Pelucchi, Natascia Blasi, Natasha Colangelo, Nella Del Giusto, Noemi Baccaro, Paola Tudino, Paolo Salvatori, Piero Macchia, Roberta Barbiero, Roberta Ingrosso, Rosa Voto Ustrale, Sara Caputo, Sara Lombardi, Serena Pellegrino, Silvia Cagnazzo, Silvia Perrone, Simona Melli, Simona Semente, Simone Guida, Tamara Cadorin, Tiziana De Ruggieri, Valentina Argenti, Valentina Panera, Valentina Trombettiere, Valeria Gemma, Valeria Sallustio, Valeria Tirabasso, Valeria Treglia, Vanessa Di Gennaro, Veronica Calati, Veronica Farnocchia, Viola Chicca, Vitalba Tamborrino, Vittoria Jolina Iavicoli.

Da leggere anche

Fabio Iulianohttp://www.fabioiuliano.it
Giornalista, docente di lingue straniere, tra le collaborazioni l’agenzia Ansa e il Centro (testata ex gruppo L’Espresso-Finegil Editoriale). In passato ha lavorato a Parigi e Milano con Eurosport e Canal +. Come blogger, oltre ad aver seguito vari eventi sportivi internazionali, dalle Universiadi (in Europa e in Asia) alla Race Across America – la folle corsa ciclistica da un capo all’altro degli Stati Uniti – ha condotto alcune inchieste sull’immigrazione con reportage in Italia, Romania e Marocco. Nel 2007 ha vinto il premio giornalistico Polidoro. Nel 2016 ha firmato “New York, Andalusia del Cemento – il viaggio di Federico García Lorca dalla terra del flamenco alle strade del jazz” (Aurora edizioni), l’anno successivo Lithium 48, sempre per la stessa casa editrice.

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli