Vivienne Westwood: il nome che unisce moda e musica nel film di Lorna Tucker

“Vivienne Westwood. Punk Icona Attivista.”, docu-film di Lorna Tucker, è un originale scambio tra immagini, dietro le quinte di sfilate, e parole della stessa stilista e di chi come Andreas – suo compagno nella vita e nella creazione – conosce la Vivienne stilista, la Vivienne attivista, e la Vivienne “privata”.

Vivienne Isabel Swire cresce negli anni ‘60 della Londra educata e benvestita, studia moda e oreficeria ma abbandona gli studi per diventare insegnante e vendere i suoi gioielli a Portobello Road. Sposa Derek Westwood, di cui terrà il cognome anche dopo la fine del loro matrimonio. Un nome che trascende i generi e le arti.

MyZona

Dame Vivienne Westwood è la donna che ha creato il punk, riuscendo a vedere la differenza fra ciò che questo movimento voleva rappresentare ed il ruolo che in realtà ha svolto all’interno della società britannica.

Insieme a Malcom McLaren, apre il suo primo negozio a Londra, Let it Rock, che cambierà nome ad ogni collezione, per arrivare all’iconica insegna Worls’s End – un’evoluzione continua presente anche nel brand Vivienne Westwood che conosciamo oggi e nella figura della stessa Vivienne: una donna che ha saputo creare cose più grandi di lei senza lasciarsi fagocitare da esse, non perdendo la passione e l’urgenza alla creazione che hanno caratterizzato i suoi primi passi nella moda.

Ma non si vive di sola passione. Il brand si espande, grazie anche alla fiducia di nomi quali Giorgio Armani, che vede in Vivienne ciò che l’Inghilterra deride e non accetta. L’apertura continua di nuovi store non permette a Vivienne Westwood di avere completo controllo su tutte le sue collezioni: è un ostacolo troppo grande per un’artista che lavora in modo così fisico con le sue creazioni.
È questa espansione che porta alla luce la Vivienne attivista, che preferisce partecipare ad un sit-in piuttosto che all’apertura del suo store a New York, la donna che decide di mettere un freno all’espansione del brand in favore della qualità più sostenibile e non della quantità, la donna e artista convinta della presenza di un messaggio dietro ogni capo.

Restando fedele alle sue regole, non ha mai smesso di raccontarsi e di raccontare la società attraverso la sua arte, e alla fine anche l’Inghilterra ha dovuto arrendersi al suo talento, onorandola con riconoscimenti ufficiali.

Vivienne Westwood è una donna che ha sfidato i tempi e le convenzioni, e che grazie alle sue creazioni iconiche, ha saputo conquistarsi un preciso spazio nel mondo della moda.

Da leggere anche

Marina Colaiuda
Una vita da studentessa contornata da interessi più o meno importanti, tutti affrontati con la massima serietà. In bilico tra danza e scrittura, tra vintage e contemporaneità, tra originali e traduzioni e sempre con la musica ad accompagnarmi dappertutto, che siano Duke Ellington o i Sex Pistols: se guardaste la mia playlist entrereste in analisi!

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli