Ventisei anni fa la messa in onda di Friends, la serie cult anni ’90

F•R•I•E•N•D•S, la sitcom statunitense creata da David Crane e Marta Kauffman fu trasmessa per la prima volta sulla NBC il 22 settembre 1994.

Sei amici alla soglia dei trent’anni e una New Tork anni novanta fanno da sfondo alla serie tv americana tra le più conosciute di sempre. Rachel, Monica, Phoebe e Joey, Chandler e Ross, sei caratteri diversi ma uniti da una forte amicizia che permette loro di superare i problemi che la vita pone loro quotidianamente.

Il loro punto di ritrovo abituale è il Central Perk, una caffetteria nel Greenwich Village gestita dal timido Gunther, dove Rachel è cameriera e Phoebe, che normalmente lavora come massaggiatrice, si esibisce nel tempo libero come cantautrice di bizzarre canzoni nonsense.

MyZona

Ross è un promettente paleontologo, fresco di divorzio e desideroso di rimettersi in gioco in campo sentimentale, mentre sua sorella Monica è una eccellente cuoca, la quale presenta però varie manie legate all’ordine e alla pulizia che infastidiscono non poco chi le sta intorno.

Chandler, un contabile con la passione per gli scherzi e le battute sarcastiche, e il suo coinquilino Joey, un giovane donnaiolo italoamericano deciso a intraprendere la carriera attoriale, completano il gruppo di amici.

Vincitrice del premio come miglior commedia agli Emmy Award per l’ottava stagione nel 2002, Friends ha tenuto compagnia ai suoi fan per ben dieci stagioni.

Storico il brano “I’ll Be There for You” dei Rembrandts che ha contribuito all’ascesa della serie tv e che nel 1995 ha scalato le classifiche musicali americane.

Da leggere anche

Antonella Valente
Laureata in Giurisprudenza e Giornalista Pubblicista dal 2018, ama il teatro, il cinema, l'arte e la musica. Appassionata di recitazione, si diletta a salire su un palco di tanto in tanto. In altre sedi, anche Avvocato.

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli