Tornare a suonare all’aperto nel giorno della Festa della Musica

«Finalmente si riparte. Finalmente, la musica riparte». Grande entusiasmo dei vertici della Società concerti “Barattelli” e dell’amministrazione comunale nell’annunciare il primo concerto post lockdown all’Aquila nel giorno del solstizio d’estate, domenica 21 giugno dalle 19 alle 21.30.

Un concerto itinerante nel Parco del Castello, con esibizioni rigorosamente all’aperto. In città, già qualche giorno fa c’erano stati dei piccoli esperimenti in tal senso. Quattro spazi del Parco divengono postazioni naturali per altrettanti gruppi musicali. La prima sarà allestita sul sagrato della Chiesa del Crocifisso dove è atteso il Crazy Stompin’ Club in formazione strumentale: Antonio Marinelli sax, Giulio Filippetti tromba, Francesco Di Giulio trombone, Andrea Marinelli tuba, Angelo Bernardi banjo, Davide Russo percussioni, Mattia Marrone percussioni. Una band che coinvolge con il suo swing e“I suoni di New Orleans”.

MyZona

Due postazioni lungo viale Croce. Il lato Nord-Est ospita un quintetto di ottoni innovativo, dal gusto musicale frizzante e coinvolgente, il Caesar’s Brass Quintet: Giordano Antonio Lizzi alla tromba, Marco Evangelista alla tromba, Giorgio Filippetti al trombone, Leonardo Pasqualone al corno e Costanzo Pietrantoni alla tuba. Una carrellata di brani tratti da celebri colonne sonore di film, cartoni animati e brani del repertorio dello storico Canadian Brass Quintet. La postazione nel lato Nord-Ovest sarà animata dai percussionisti, Marco Crivelli e Daniele Ciocca. Il programma proposto “Yellow after the rain”, titolo evocativo per il solstizio d’estate e la speranza di una rinascita, è tratto da una composizione per marimba del 1971 di Mitchel Peters.

La quarta postazione sarà nei pressi dell’ingresso artisti dell’Auditorium del Parco dove si esibisce Triosfere. Il programma “Oltre il cielo di Buenos Aires” racchiude pagine di Piazzolla e composizioni che caratterizzano il repertorio del trio formato da Dario Flammini, Mauro De Federicis e Roberto Della Vecchia. Per l’occasione il gruppo ha come ospite il violinista Antonio Scolletta. Partecipano tre voci recitanti: Valeria Bafile, Matteo Di Genova e Tiziana Gioia. Obbligatoria la prenotazione (086224262, barattelliconcerti@barattelli.it).

L’iniziativa è stata presentata dal sindaco Pierluigi Biondi, con l’assessore Fabrizia Aquilio, il vice Raffaele Daniele, il presidente della Barattelli Giorgio Battistelli e il direttore artistico Fabrizio Pezzopane.

Da leggere anche

Fabio Iulianohttp://www.fabioiuliano.it
Giornalista, docente di lingue straniere, tra le collaborazioni l’agenzia Ansa e il Centro (testata ex gruppo L’Espresso-Finegil Editoriale). In passato ha lavorato a Parigi e Milano con Eurosport e Canal +. Come blogger, oltre ad aver seguito vari eventi sportivi internazionali, dalle Universiadi (in Europa e in Asia) alla Race Across America – la folle corsa ciclistica da un capo all’altro degli Stati Uniti – ha condotto alcune inchieste sull’immigrazione con reportage in Italia, Romania e Marocco. Nel 2007 ha vinto il premio giornalistico Polidoro. Nel 2016 ha firmato “New York, Andalusia del Cemento – il viaggio di Federico García Lorca dalla terra del flamenco alle strade del jazz” (Aurora edizioni), l’anno successivo Lithium 48, sempre per la stessa casa editrice.

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli