Torna in scena Giulia Nervi con “Tutto da sola – Capitolo II”

La stagione di prosa dell’Altrove Teatro Studio continua con lo spettacolo “Tutto da sola – Capitolo II – Meglio SÓLA che SÒLA” in scena dal 19 al 21 novembre.  Torna in scena Giulia Nervi con la regia di Massimiliano Vado con un nuovo spettacolo comico di teatro-canzone che racconta cosa succede a una donna “di trent’anni o poco più” quando, finita una storia importante, si trova ad affrontare la giungla dei single trentenni e a dover fare i conti con l’impazienza di chi vorrebbe vederla sistemata e con prole al seguito.

La nostra intervista a Giulia Nervi durante il lockdown

MyZona

“Tutto da sola Capitolo II – Meglio SÓLA che SÒLA” è un nuovo spettacolo comico di teatro-canzone scritto ed interpretato da Giulia Nervi e diretto da Massimiliano Vado che, come per il primo capitolo della saga di TUTTO DA SOLA, non solo ne ha curato la regia, ma ha anche seguito passo passo la scrittura del testo, l’ideazione dei costumi e delle scenografie e la scelta delle musiche.

La scena in cui si ambienta lo spettacolo, rappresenta il salotto di una casa all’indomani di una grande festa: quando ormai tutti gli ospiti sono andati via e di quella che è stata una serata divertentissima rimane soltanto un vago ricordo, fatto di bicchieri sporchi da lavare, cianfrusaglie varie da sistemare e un gran mal di testa da sbornia da curare.

“Tutto da sola Capitolo II- Meglio sola che sòla” racconta la frustrazione di tutte quelle donne a cui viene imposto di dover indossare sempre e per forza i panni della super eroina, sorridente ed infallibile, a cui non viene concessa la possibilità di mostrarsi vulnerabili, né tantomeno il diritto di affermare la propria autonomia, o il desiderio di vivere senza figli.

Leggi anche: “Il Buco”, l’ironia di Roberta Calandra in scena con Nadia Perciabosco

Ma lo spettacolo racconta anche la gioia di vivere da soli, di godere dei propri spazi e di affrontare la vita con slancio e leggerezza, con ottimismo e anche un po’ di sana incoscienza.
Tra pubblicità improbabili, rap, poesie, finti documentari, Tinder, canzoni con l’ukulele e frasi da rimorchio da brivido (raccolte tramite un’indagine sui social), Giulia Nervi mette totalmente a nudo le relazioni tra i trentenni d’oggi, raccontando con cinismo, ironia e un tocco di romanticismo il suo stato di single sull’orlo di una crisi di Nervi e come, nonostante vari ed eventuali sfortunatissimi rendez-vous con dei Casanova improvvisati, si possa continuare ad avere speranza nel futuro ed una fede incrollabile nell’amore.

NOTE BIOGRAFICHE

Giulia Nervi comincia a studiare teatro fin dalle scuole medie con Benedetto Tudino. Dal 1999 al 2003 partecipa al laboratorio teatrale diretto da Luca Angeletti e Daniela De Panfilis, partecipando a diversi spettacoli tra cui “La grande magia” di E. De Filippo: spettacolo vincitore del primo premio del concorso “Eduardo: cent’anni” promosso dall’ ETI.

Nel 2004 viene ammessa all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico” di Roma dove si diploma nel 2007. Tra i vari, ha studiato con: Rosa Masciopinto, Luca Ronconi, Massimiliano Farau, Melissa Smith, Mario Ferrero, Michele Monetta, Lorenzo Salveti, Francesco Manetti, Armando Pugliese, Lee Colbert, Jean Paul Denizon, Daniele Salvo, Melania Giglio, Carlo Boso e Ute Lemper.

Nel 2005, con alcuni compagni di accademia, fonda la compagnia FOOLS, con la quale ha creato diversi spettacoli, uno dei quali – “OH HAPPY DAY!” di Giorgio Spaziani, per la regia di Emanuela Giovannini – è stato vincitore nel 2007 del premio “Nuove Sensibilità”. Sempre con i Fools ha curato la direzione artistica del caffè-teatro “Sala Pintor” di Roma dal 2009 al 2011. Dal diploma in accademia ad oggi, ha recitato in diversi spettacoli, ha condotto diversi laboratori teatrali sia per adulti che per adolescenti ed ha partecipato più volte come attrice/cantante sia alla rassegna di opere da camera per bambini “Mycron” diretta dal M° Roberta Faroldi ed organizzata dall’Associazione Culturale Mythos di Torino, sia al festival “MiTo-Settembre in Musica”.

Nel 2012, insieme alla collega e compagna d’accademia Federica Seddaiu, scrive ed interpreta lo spettacolo “Pensavo fossi una Sacher, invece sei una Fiesta”, replicando per due anni consecutivi in diversi teatri ed ottenendo un grande successo. Dal 2011 ad oggi lavora sotto lo pseudonimo di Marty Maraschino come attrice, cantante e presentatrice anche all’interno di spettacoli di burlesque in diversi locali e manifestazioni di rilievo, quali: il Micca Club, La Bottega degli Artisti, il Teatro Centrale, il Teatro Lo Spazio ed il Lanificio di Roma, il Museo del Sottosuolo di Napoli, il Kindergarten di Bologna, il TT Twister Cabaret di Lione (Francia) ed il Caput Mundi International Burlesque Award di Roma. Nel 2016, insieme ad altre attrici comiche, viene scelta da Paola Minaccioni per recitare un proprio monologo all’interno della rassegna di comicità al femminile “Le donne se la ridono” promossa dall’ATCL Lazio presso il Teatro Remigio Paone di Formia, recitando accanto a nomi quali Cinzia Leone, Lella Costa, Emanuela Grimalda e Gabriella Germani.

Nel 2018 debutta all’Altrove Teatro Studio di Roma con il suo one woman show “Tutto da sola” (per la regia di Massimiliano Vado). Ha recitato in alcuni sketch per il programma di Rai Tre “Be Happy” (condotto da Paola Minaccioni e Marco Presta); ha fatto da aiuto regia a Leonardo Ferrari Carissimi per alcuni degli spettacoli della Compagnia del Teatro dell’Orologio di Roma “Tempesta” e “Romeo e Giulietta” ed a  Massimiliano Vado per lo spettacolo “Figlie di EVA” con Maria Grazia Cucinotta, Vittoria Belvedere e Michela Andreozzi, prodotto da BisTremila. Attualmente insegna canto e dizione presso la scuola del Teatro dell’Orologio di Roma ed è impegnata nel debutto del suo secondo monologo “Tutto da sola, capitolo II : meglio sola che sòla”.

Massimiliano Vado nato in territorio ligure e subito trapiantato a Roma, frequenta prima la scuola del Teatro Stabile della capitale e poi quella del Teatro Stabile del Veneto, prima di affinare le proprie doti all’HB Studio di New York.

Le tournèe teatrali con le regie di Giuseppe Patroni Griffi e Roberto Guicciardini, dei quali è anche aiuto regista, Alessandro Benvenuti, Patrick Rossi Gastaldi, Massimiliano Bruno, Roberto Cavosi, Sebastiano lo Monaco, Rodolphe Sand, Marco Maltauro, Alvaro Piccardi, Erico Maria Lamanna, Matteo Tarasco, Giorgio Serafini Prosperi, Luciano Melchionna, Luca Gaeta, Alessandro Capone, Francesco Frangipane, Claudio Insegno e Giulio Manfredonia, non lo distolgono dalle sue attività principali che sono il fantacalcio, l’accumulo seriale di qualsiasi cosa abbia suonato Prince, il recupero crediti degli spettacoli non pagati e la dedizione totale al mondo di Star Wars.

Contemporaneamente all’attività cinematografica e al divismo delle soap opera intraprende l’attività di regista dedicando i suoi sforzi al mondo attoriale femminile, dirigendo Stefania Sandrelli, Ornella Muti, Claudia Gerini, Ladyvette, Michela Andreozzi, Vittoria Belvedere, Mariagrazia Cucinotta, Marta Zoffoli, Amanda Sandrelli, Tiziana Foschi e non ultima quella Giulia Nervi che state per andare a vedere.

Leggi anche: Squid Game 2 si farà, la conferma arriva dal creatore (video)

Per tutte le informazioni riguardanti la Stagione dell’Altrove Teatro Studio è possibile visitare il sito www.altroveteatrostudio.it, scrivere all’indirizzo ipensieridellaltrove@gmail.com o contattare telefonicamente il 351/8700413.

Da leggere anche

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli