The Witcher 2: dal 17 dicembre disponibile su Netflix

La serie ispirata all’omonimo videogioco, a sua volta tratto dai libri scritti da Andrzej Sapkowski, torna sulla piattaforma streaming, con la seconda inedita stagione. Confermato Henry Cavill, nei panni di Geralt di Rivia, uno Strigo con un compito importante, quello di proteggere e addestrare Ciri (Freya Alland), una principessa perduta.

La prima stagione era terminata con una battaglia all’ultimo sangue, dove Geralt ha creduto di aver perso il suo grande amore Yennefer (Anya Chalotra), deceduta dopo aver liberato tutto il suo potere per bloccare l’avanzata dell’impero di Nilfgaard.

MyZona

Da quanto abbiamo potuto vedere dai trailer rilasciati fin ora, però, la strega non è morta, anche se mal concia, Yennefer è riuscita a sopravvivere alla battaglia e ora deve cimentarsi in nuove sfide, sia personali che politiche. Quindi, in questo nuovo ciclo di episodi, la scena si divide tra più protagonisti, infatti, oltre a Geralt, assumeranno un ruolo centrale anche Yennefer e Ciri, quest’ultima sotto la guida dello Strigo, che si improvvisa “padre”, in cerca del suo destino.

Questa la sinossi ufficiale del secondo capitolo:

“Convinto di aver perso Yennefer per sempre durante la battaglia di Sodden, Geralt di Rivia porta la principessa Cirilla nel posto più sicuro che conosce: Kaer Morhen, la fortezza della sua infanzia. Mentre re, elfi, umani e demoni del Continente lottano per la supremazia al di fuori delle mura, Geralt deve proteggere la giovane principessa da un pericolo ancora più grande: il misterioso potere che è in lei.”

Da questa nuova stagione i fan si aspettano una trama più articolata e attenta a seguire le vicende dei personaggi principali, piuttosto che incentrata su scontri e battaglie. Un altro punto su cui la produzione si è concentrata sono sicuramente costumi e ambientazioni, migliorando fotografia ed effetti speciali. Il team ha imparato dagli errori segnalati dai fan nella prima stagione e si è impegnato nella creazione di abiti e dettagli in grado di soddisfare gli appassionati conoscitori della storia. Nella nuova stagione Geralt e Ciri sembrano infatti usciti direttamente dal videogame “The Witcher 3”, prima fonte da cui si è preso spunto per la caratterizzazione dei personaggi.

Cavalcando l’onda del successo e del rilascio della seconda stagione, Netflix ha programmato anche uno speciale di quasi un ora, in uscita il 20 dicembre, dal titolo The Witcher: Unlocked. L’evento, che si terrà alle ore 17 del fuso orario italiano, sugli account YouTube e Facebook di Netflix Geeked, sarà presentato da Felicia Day e sarà ricco di interviste, dietro le quinte e scene tagliate, “rubate” alla lavorazione della serie. Vista la conferma data dalla piattaforma del rinnovo per una terza stagione, si attendono inoltre, anche delle anticipazioni sul futuro dei protagonisti.

Questa la scaletta:

  • Hero’s Journey: Henry Cavill, Anya Chalotra, Freya Allan e Joey Batey (Ranuncolo) raccontano la loro esperienza durante le riprese della seconda stagione.
  • Adapted: Cavill,Chalotra, Allan e Batey parlano dell’adattamento dei romanzi.
  • Deleted Scene #1: tutte le scene tagliate della stagione due con Geralt e Triss (Anna Shafter).
  • The Witcher Spotlight: Kim Bodnia (Vesemir), Paul Bullion (Lambert) e Yasen Atour (Coen) parlano dei Witcher e del loro luogo sicuro.
  • Deleted Scene #2: reel di scene tagliate, questa volta con protagonisti Stregobor (Lars Mikkelsen) e Vilgefortz (Mahesh Jadu)
  • Ending Explain: la showrunner Lauren Schmidt Hissrich spiega nel dettaglio il finale della seconda stagione e quale sia il collegamento della stagione 3 con The Witcher: Blood Origin.

La seconda stagione di The Witcher sarà disponibile solo ed esclusivamente dal 17 dicembre sulla piattaforma digitale Netflix, dove trovate anche le puntate del primo capitolo.

Da leggere anche

Federica Prato
Sono Federica, ho 33 anni e ho frequentato il Dams di Torino con indirizzo cinema. Da sempre appassionata di libri, fumetti, film e serie tv, sono cresciuta disegnando e scrivendo storie fin da quando ero piccola. Non appena ci sarà la possibilità non vedo l'ora di poter tornare a visitare il salone del libro e il Lucca Comics, appuntamenti da sempre segnati nella mia agenda.

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli