Sophia Loren è la miglior attrice ai David di Donatello

Sophia Loren è la Miglior attrice protagonista alla 66esima edizione dei David di Donatello. La sua interpretazione di Madame Rosa, nella pellicola diretta da Edoardo Ponti “La vita davanti a sé”, ha avuto la meglio su Vittoria Puccini nel film di Francesco Amato “18 regali”, ispirato alla vera storia di Elisa Girotto, su Paola Cortellesi nelle vesti di Sara in “Figli” di Giuseppe Bonito, su Micaela Ramazzotti nell’ultimo lavoro di Gabriele Muccino, “Gli anni più belli”, su Alba Rohrwacher nel film di Daniele Luchetti “Lacci”.

Affaticata dal peso dell’età, ma dal fascino pressoché intanto e cristallino come un tempo, ha ricevuto la standing ovation dei presenti in sala. Tutti in piedi per applaudire la diva italiana. “Spero di fare ancora un film, e di farlo bellissimo, perché senza il cinema io non so stare”, ha dichiarato.

MyZona

Leggi anche: David di Donatello: Elio Germano è il miglior attore protagonista

Sinossi

Madame Rosa, ex prostituta, è un’anziana donna ebrea sopravvissuta all’Olocausto che ospita bambini figli di prostitute nella propria casa. Su insistente richiesta da parte del suo fidato medico dottor Cohen, Rosa ospita Momò, un turbolento bambino, orfano e di origine senegalese.

Leggi anche: “Rifkin’s Festival”: il cinema dentro il cinema di Woody Allen

Da leggere anche

Federico Falcone
Fondatore e direttore responsabile del magazine The Walk Of Fame. Nato e cresciuto in Abruzzo, è diventato giornalista pubblicista dopo aver completato gli studi in Giurisprudenza. Appassionato di musica, cinema e teatro, avrebbe sempre voluto essere il Will Smith di Indipendence Day o, tutt'al più, Aragorn de "Il Signore degli Anelli". Vola basso.

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli