David di Donatello: Elio Germano è il miglior attore protagonista

Elio Germano si aggiudica il premio come Miglior attore protagonista alla 66esima edizione dei David di Donatello. La sua interpretazione del pittore Antonio Ligabue in “Volevo nascondermi” ha avuto la meglio su quella di Kim Rossi Stuart nei panni di un regista cinematografico in “Cosa sarà” di Francesco Bruni; di Valerio Mastrandrea nel film di Giuseppe Bonito, “Figli”; di Pierfrancesco Favino  nelle vesti di Bettino Craxi in “Hammamet” di Gianni Amelio; e di Renato Pozzetto nel film di Pupi Avati “Lei mi parla ancora”, tratto dal romanzo di Giuseppe Sgarbi.

Sinossi

MyZona

Antonio Ligabue viene espulso dalla Svizzera e trova rifugio in Italia. Per anni vive in povertà nelle pianure alluvionali del Po, trovando conforto nella sua passione per il disegno e la pittura, fino a quando non viene notato da un critico.

Leggi anche: “Rifkin’s Festival”: il cinema dentro il cinema di Woody Allen

Da leggere anche

Federico Falcone
Fondatore e direttore responsabile del magazine The Walk Of Fame. Nato e cresciuto in Abruzzo, è diventato giornalista pubblicista dopo aver completato gli studi in Giurisprudenza. Appassionato di musica, cinema e teatro, avrebbe sempre voluto essere il Will Smith di Indipendence Day o, tutt'al più, Aragorn de "Il Signore degli Anelli". Vola basso.

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli