Soldati, omaggio in musica a cinquant’anni dalla morte di Ungaretti

Si sta come
d’autunno
sugli alberi
le foglie

Nell’anno del cinquantenario della morte di Giuseppe Ungaretti ecco un omaggio a uno dei punti di riferimento per l’Ermetismo. La musica è di Antonio Cericola sui versi di “Soldati”, il soprano è Bianca D’Amore, al pianoforte Sabrina Cardone. Il video è stato realizzato da Mario Cantoresi.

MyZona

Il componimento, come ricordato da Sololibri.net strutturato in maniera circolare, così che il titolo soldati trovi corrispondenza solo con l’ultimo verso, nella parola foglie, e ci sono due enjambements (come-d’autunno, alberi-le foglie). L’enjambement nei primi due versi serve proprio a dare il senso di fragilità, dal momento che il verso rimane incompleto restituendo bene il senso di precarietà. Questa poesia è quasi come un aforisma, una rapida e incontrovertibile sentenza: soldati e foglie vivono la stessa condizione.


Da leggere anche

Fabio Iulianohttp://www.fabioiuliano.it
Giornalista, docente di lingue straniere, tra le collaborazioni l’agenzia Ansa e il Centro (testata ex gruppo L’Espresso-Finegil Editoriale). In passato ha lavorato a Parigi e Milano con Eurosport e Canal +. Come blogger, oltre ad aver seguito vari eventi sportivi internazionali, dalle Universiadi (in Europa e in Asia) alla Race Across America – la folle corsa ciclistica da un capo all’altro degli Stati Uniti – ha condotto alcune inchieste sull’immigrazione con reportage in Italia, Romania e Marocco. Nel 2007 ha vinto il premio giornalistico Polidoro. Nel 2016 ha firmato “New York, Andalusia del Cemento – il viaggio di Federico García Lorca dalla terra del flamenco alle strade del jazz” (Aurora edizioni), l’anno successivo Lithium 48, sempre per la stessa casa editrice.

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli