Parole & Suoni, Superstar: la partita a scacchi tra Pilato e Caifa

Foto: Screenshot

“Il mio Gesù è sempre attuale. Il suo messaggio e la sua storia. Lo amo sempre di più come un figlio ama il padre perché le sue parole di pace e di fratellanza sono sempre attuali e necessarie, specialmente quando parla del riscatto degli ultimi, dei più poveri, del rispetto della donna e dei bambini. Temi attualissimi che papa Francesco sta diffondendo con grande saggezza e determinazione pastorale”.

Questo ripete Ted Neeley da tempo portando in giro per il mondo il suo Jesus Christ Superstar. L’opera rock presenta una lucida riscrittura su partitura musicale del vangelo dell’ultima settimana della vita di Gesù (l’ingresso a Gerusalemme, il processo, la condanna a morte e la crocifissione) narrate da diversi punti di vista che ne danno una prospettiva originale.

In primis, Giuda Iscariota, rappresentando il conflitto umano e ideologico tra i due personaggi. Poi quello dei sommi sacerdoti Anna e Caifa. Poi ancora, quello di Pilato, da cui viene condotto per la sentenza. Il governatore non vede gravi colpe, e lo fa frustare, dopo averlo fatto giudicare dal re Erode Antipa per non avere fastidi, ma è infine costretto a condannare Cristo per non far fronte a una nuova sommossa a Gerusalemme.

Leggi anche: Il messaggio di pace dal palco del Sistina

Sul palco e nel film di Norman Jewison si apre a partita a scacchi con l’inevitabile e il potere costituito, in un gioco che non trascura le ragioni che hanno spinto personaggi come Giuda, Caifa o Pilatoi ad agire nel modo come viene raccontato. Ne è un esempio il processo

Trial Before Pilate
[Pilate]
And so the king is once again my guest
And why is this? Was Herod unimpressed?

[Caiaphas]
We turn to Rome to sentence Nazareth
We have no law to put a man to death
We need him crucified – it’s all you have to do
We need him crucified – it’s all you have to do

[Pilate]
Talk to me Jesus Christ
You have been brought here
Manacled, beaten by your own people
Do you have the first idea why you deserve it?
Listen King of the Jews,
Where is your kingdom?
Look at me. Am I a Jew?

[Jesus]
I have no kingdom in this world
I’m through
There may be a kingdom for me somewhere
If you only knew

[Pilate]
Then you are a king?

[Jesus]
It’s you that say I am
I look for truth and find that I get damned

[Pilate]
But what is truth?
Is truth unchanging law?
We both have truths
Are mine the same as yours?

[Mob]
Crucify him! Crucify him!

[Pilate]
What do you mean?
You’d crucify your king?

[Mob]
We have no king but Caesar!

[Pilate]
He’s done no wrong
No, not the slightest thing

[Mob]
We have no king but Caesar!
Crucify him!

[Pilate]
What is this new respect for Caesar?
‘Till now this has been noticeably lacking
Who is this Jesus? Why is he different?
You choose Messiahs by the sackful

[Mob]
We need him crucified,
It’s all you have to do
We need him crucified,
It’s all you have to do

[Pilate]
Talk to me, Jesus Christ
Look at your Jesus Christ
I’ll agree he’s mad.
Ought to be locked up,
But that is not a reason to destroy him.
He’s a sad little man
Not a King or God
Not a thief,
I need a crime!

[Mob]
Crucify him! Crucify him!

[Pilate]
Behold a man,
Behold your shattered King

[Mob]
We have no King but Caesar

[Pilate]
You hypocrites,
You hate us more than him

[Mob]
We have no King but Caesar,
Crucify him!

[Pilate]
I see no reason. I find no evil
This man is harmless, so why does he upset you?
He’s just misguided, thinks he’s important,
But to keep you vultures happy I shall flog him

[Mob]
Crucify him! Crucify him!
Crucify him! Crucify him!
(Thirty-nine lashes, Pilate counts)

[Pilate]
Where are you from Jesus?
What do you want Jesus?
Tell me
You’ve got to be careful
You could be dead soon,
Could well be.
Why do you not speak when
I hold your life in my hands?
How can you stay quiet?
I don’t believe you understand.

[Jesus]
You have nothing in your hands
Any power you have, comes to you from far beyond
Everything is fixed, and you can’t change it

[Pilate]
You’re a fool Jesus Christ.
How can I help you?

[Mob]
Pilate, crucify him!
Remember Caesar
You have a duty
To keep the peace, so crucify him!
Remember Caesar
You’ll be demoted
You’ll be deported. Crucify him!

[Mob]
Remember Caesar
You have a duty
To keep the peace, so crucify him!
Remember Caesar
You’ll be demoted
You’ll be deported. Crucify him!

[Mob]
Remember Caesar
You have a duty
To keep the peace, so crucify him!
Remember Caesar
You’ll be demoted
You’ll be deported. Crucify him!

[Pilate]
Don’t let me stop your great self-destruction
Die if you want to, you misguided martyr
I wash my hands of your demolition
Die if you want to you innocent puppet!

Processo davanti a Pilato
[Pilato]
E quindi il re è di nuovo mio ospite
E perché mai? Erode non è rimasto impressionato?

[Caifa]
Ci rivolgiamo a Roma per giudicare Nazareth
Non abbiamo legge che metta a morte un uomo
Bisogna che sia crocifisso – è tutto ciò che devi fare
Bisogna che sia crocifisso – è tutto ciò che devi fare

[Pilato]
Parlami, Gesù Cristo
Sei stato portato qui
Ammanettato, picchiato dalla tua stessa gente
Hai la benché minima idea del perché te lo sia meritato?
Ascolta, re dei Giudei
Dov’è il tuo regno?
Guardami. Sono io un giudeo?

[Gesù]
Non ho regno in questo mondo
Io sono finito
Ci potrebbe essere un regno per me, da qualche parte
Se soltanto tu sapessi…

[Pilato]
Quindi tu sei re?

[Gesù]
Tu dici che io lo sono
Io cerco la verità e, trovatala, sono condannato

[Pilato]
Ma cos’è la verità?
È una legge immutabile?
Entrambi abbiamo verità
Sono le mie uguali alle tue?

[Folla]
Crocifiggilo! Crocifiggilo!

[Pilato]
Che significa?
Crocifiggereste il vostro re?

[Folla]
Non abbiamo re se non Cesare!

[Pilato]
Non ha fatto alcun male
No, neanche la più piccola cosa

[Folla]
Non abbiamo re se non Cesare!
Crocifiggilo!

[Pilato]
Cos’è questo novità, rispetto per Cesare?
Fino ad ora è stato considerevolmente scarso
Chi è questo Gesù? Perché è diverso?
Voi ogni tre per due tirate fuori un messia!

[Folla]
Bisogna che sia crocifisso
È tutto ciò che devi fare
Bisogna che sia crocifisso
È tutto ciò che devi fare

[Pilato]
Parlami, Gesù Cristo…
Guardate il vostro Gesù Cristo
Sono d’accordo, è pazzo
Dovrebbe essere rinchiuso
Ma questa non è una ragione per distruggerlo
È un piccolo uomo triste
Non un re, né Dio
Non un ladro
Mi serve un crimine!

[Folla]
Crocifiggilo! Crocifiggilo!

[Pilato]
Ecco l’uomo
Ecco il vostro re a pezzi

[Folla]
Non abbiamo re se non Cesare!

[Pilato]
Ipocriti
Ci odiate più di lui

[Folla]
Non abbiamo re se non Cesare!
Crocifiggilo!

[Pilato]
Non vedo una ragione, non trovo una colpa
Quest’uomo è inoffensivo, allora perché vi fa tanto arrabbiare?
È soltanto uno sciocco, pensa di essere importante
Ma per farvi contenti, avvoltoi, lo frusterò

[Folla]
Crocifiggilo! Crocifiggilo!
Crocifiggilo! Crocifiggilo!

[Pilato]
Da dove vieni, Gesù?
Cosa vuoi, Gesù?
Dimmelo
Devi stare attento
Potresti essere morto, presto
Potresti esserlo davvero
Perché non parli
Quando tengo la tua vita nelle mie mani?
Come puoi restare in silenzio
Non credo tu capisca.

[Gesù]
Non hai niente in mano
Ogni potere che hai ti arriva da molto lontano
Tutto è già deciso e tu non puoi cambiarlo.

[Pilato]
Sei un folle, Gesù Cristo
Come posso aiutarti?

[Folla]
Pilato, crocifiggilo!
Ricorda Cesare
Hai un dovere
Di mantenere la pace, perciò crocifiggilo!
Ricorda Cesare
Sarai degradato
Sarai deportato. Crocifiggilo!

[Folla]
Ricorda Cesare
Hai un dovere
Di mantenere la pace, perciò crocifiggilo!
Ricorda Cesare
Sarai degradato
Sarai deportato. Crocifiggilo!

[Folla]
Ricorda Cesare
Hai un dovere
Di mantenere la pace, perciò crocifiggilo!
Ricorda Cesare
Sarai degradato
Sarai deportato. Crocifiggilo!

[Pilato]
Non fermerò la tua grandiosa autodistruzione!
Muori, se lo vuoi, tu, sciocco martire
Mi lavo le mani della tua distruzione
Muori, se lo vuoi, tu marionetta innocente!

Seppure non ci fu mai un pronunciamento ufficiale da parte del Vaticano, Papa Paolo VI fu detto entusiasta del film che visionò in anteprima e spinse il cast perché fosse rappresentato a Roma nonostante le calde proteste. Tuttavia, la Commissione nazionale valutazione film della Conferenza episcopale italiana, ne consiglia la visione nel periodo di Quaresima, pur mettendo in guardia circa le possibili interpretazioni sbagliate.

Leggi anche: Profumo di Maddalena, la prima influencer

Al tempo della sua uscita l’opera destò numerose polemiche, soprattutto per l’impostazione non convenzionale con cui vengono sviluppati i personaggi e la storia. La divinità di Gesù non è data per scontata, ma posta in dubbio dalle parole di Giuda, che nel brano Heaven On Their Minds (Il Paradiso nelle loro menti) canta: “You really do believe this talk of God is true?” (“Credi veramente che queste voci su Dio siano vere?”). La figura di Maria Maddalena è rappresentata come palesemente innamorata di Gesù nel brano “I don’t know how to love him (Non so come amarlo)”. Eppure, il testo si mostra nell’essenza più autentico di quanto non lo siano sceneggiature che riproducono alla lettera i vangeli canonici.

Leggi anche: Parole & Suoni, tutti gli articoli

“All’epoca delle prime rappresentazioni a Broadway”, ricorda Neeley, “fuori al teatro c’erano vari gruppi contestatori. Uscivamo tra loro e li invitavamo ad assistere gratuitamente allo spettacolo, affinché toccassero con mano la nostra realtà”. Così, passo dopo passo, si affermò la realtà di quest’opera che continua a registrare rappresentazioni anche dopo mezzo secolo.

Foto: Screenshot

Articolo precedente“For All Mankind”, in arrivo la terza stagione
Articolo successivo”Gli amori di Suzanna Andler”, in arrivo il nuovo film con Charlotte Gainsbourg
Giornalista, docente di lingue straniere, tra le collaborazioni l’agenzia Ansa e il Centro (testata ex gruppo L’Espresso-Finegil Editoriale). In passato ha lavorato a Parigi e Milano con Eurosport e Canal +. Come blogger, oltre ad aver seguito vari eventi sportivi internazionali, dalle Universiadi (in Europa e in Asia) alla Race Across America – la folle corsa ciclistica da un capo all’altro degli Stati Uniti – ha condotto alcune inchieste sull’immigrazione con reportage in Italia, Romania e Marocco. Nel 2007 ha vinto il premio giornalistico Polidoro. Nel 2016 ha firmato “New York, Andalusia del Cemento – il viaggio di Federico García Lorca dalla terra del flamenco alle strade del jazz” (Aurora edizioni), l’anno successivo Lithium 48, sempre per la stessa casa editrice.