La famiglia Addams 2, al cinema il sequel del film d’animazione

Il primo capitolo del film d’animazione de “La famiglia Addams” uscì nel 2019, diretto dall’irlandese Greg Tiernan e dallo statunitense Conrad Vernom. Grande successo ebbe questo lavoro, il quale in chiave innovativa, ma senza mai perdere quel retrogusto macabro che caratterizza i personaggi, andò a raccontare le vicende della famiglia più strana mai raccontata sullo schermo.

In questo capitolo i due registi partirono dalle origini, raccontando le vicende di Morticia e Gomez. Dalle nozze all’acquisto, per così dire, dell’inquietante abitazione che tutti conoscono, la quale prima di diventare il loro nido d’amore era un vecchio manicomio situato nel New Jersey. Dopo 13 anni si assiste all’arrivo dei piccoli di casa, Mercoledì e Pugsley.

MyZona
Leggi anche: “Si conclude la Festa del Cinema di Roma, speranza e rinascita sono le parole chiave”

A seguito dell’incredibile successo ottenuto, è sbarcato nelle sale ieri 28 ottobre, in linea con la festa di Halloween, il sequel, “La Famiglia Addams 2“.

Virginia Raffaele (Morticia), Pino Insegno (Gomez), Eleonora Gaggero (Mercoledì), Luciano Spinelli (Pugsley) e Loredana Bertè (Nonna Addams) tornano a dare voce ai componenti di questa stramba famiglia, diretta ancora una volta da Greg Tiernan e Conrad Vernon e distribuita da Eagle Pictures.

SINOSSI

Morticia e Gomez vivono con turbamento la fase adolescenziale dei loro figli, Mercoledì e Pugsley. Crescendo si mostrano sempre più indifferenti alle cene di famiglia e sempre più interessati ai loro passatempi mostruosi. Per recuperare il rapporto decidono di organizzare un viaggio in camper che coinvolga tutta la famiglia, tranne Nonna Addams che resterà a fare la guardia alla grande casa dove troverà il modo di spassarsela.

Leggi anche: ““Decumano Maximo”, il film che rende omaggio ai popoli italici”

Con l’orribile camper stregato, gli Addams si avventurano nei luoghi d’America più terrificanti, dove insieme a zio Fester ed al cugino IT vivranno spaventose avventure durante le quali, però, verranno turbati dalle stranezze di Mercoledì che si sente profondamente diversa dai suoi genitori. Come mai è tanto infastidita dalle loro egocentriche manifestazioni d’affetto? E chi sono i due sconosciuti che li seguono minacciosi?

Da leggere anche

Malaika Sanguanini
Ok, amo il cinema. Fin da quando, da bambina, restavo a bocca aperta davanti al Gladiatore o al Frankenstein di Mary Shelley mentre gli altri si entusiasmavano per i cartoni animati. Dopo una laurea in Scienze dell’educazione e anni di lavoro nel settore, ho lasciato tutto dopo la seconda laurea in Scienze della comunicazione per fare ciò che amo di più: scrivere di cinema. Tarantino, l’enfant prodige Xavier Dolan e l’aura onirica di David Lynch sono punti di riferimento. Amo la scrittura perché, Bukowski docet, “scrivere sulle cose mi ha permesso di sopportarle”.

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli