La delusione di Aurora Leone: “C’ho sempre giocato in mezzo ai maschi. Volevo farlo anche stasera”

“C’ho sempre giocato. In mezzo ai maschi dico. Occhiali sempre a terra e io pure. Spesso a porta ma con dignità anche a centrocampo con stinchi allenati senza -para-.” Inizia così il post di Aurora Leone del team The Jackal a seguito dell’imbarazzante episodio che si è trovata a vivere ieri al raduno della Nazionali Cantanti, che questa sera scenderà in campo per un evento di beneficienza. La sua “colpa”? Essere donna!

Aurora Leone, infatti, ha raccontato, attraverso una serie di storie su Instagram, di essere stata cacciata dal direttore generale della Nazionale Cantanti Gianluca Pecchini perché donna. “Da quando in qua le donne giocano a calcio?” avrebbe affermato Pecchini ad Aurora, che era insieme anche al suo compagno di avventure Ciro Priello.

MyZona

Imbarazzo, sgomento e mortificazione riversati anche attravero un altro post su Instagram. Perchè Aurora avrebbe voluto veramente esserci questa sera in quel campo dell’ Allianz Stadium di Torino solo per dare un segnale e un contributo alla ricerca per sconfiggere il cancro. E invece no. “E ci volevo giocare. Pure stasera dico. Perché la causa è giusta e gli stinchi li avevo allenati. – continua Aurora – E mi dispiace che sono già a casa e lo stadio è a 800 km per una cosa brutta che mi ha messo in difficoltà più di quando mi cadevano gli occhiali. Ma la giusta causa del treno di andata c’è anche nel treno di ritorno: la donazione. E non mi resta che donare allora. Alla Fondazione piemontese per la ricerca contro il Cancro. Perché le cose belle restano anche a 800 km dallo stadio. Grazie della solidarietà. SMS al 45527″.

Leggi anche: “Sei donna, non puoi stare qui”: la denuncia di Aurora Leone dei The Jackal

Durante la cena ufficiale della vigilia della partita, Pecchini si è avvicinato al loro tavolo invitandoli ad alzarsi e ad andarsene dal tavolo della squadra, perché “non aperto alle donne”: “vai al tavolo delle donne”, avrebbe aggiunto Pecchini, secondo quanto confermato anche da alcuni testimoni. La ragazza ha reagito dicendo “ma io non sono un’accompagnatrice, sono stata convocata”. Ovviamente dopo la vicenda i due dei The Jackal hanno scelto di andare via e non partecipare più alla manifestazione.

Dopo le scuse di Eros Ramazzotti e i tentativi di Enrico Ruggeri, Presidente e Capitano della Nazionale Cantanti, di convincere Aurora e Ciro a scendere in campo, sono arrivate anche le dimissioni di Pecchini: “Mi assumo la responsabilità di quello che è accaduto dimettendomi dal mio incarico in attesa di parlare personalmente con Aurora Leone”, questa la nota diffusa dal dirigente: “Ci tengo però a sottolineare, a scanso di equivoci, che nessun artista si è reso conto dell’episodio in questione; i presenti si sono accorti di quello che stava accadendo nel momento in cui Aurora e Ciro si sono alzati per andarsene via“.

Da leggere anche

Antonella Valente
Laureata in Giurisprudenza e Giornalista Pubblicista dal 2018, ama il teatro, il cinema, l'arte e la musica. Appassionata di recitazione, si diletta a salire su un palco di tanto in tanto. In altre sedi, anche Avvocato.

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli