Il 2021 di Film Commission Torino Piemonte: rilancio e grandi numeri

Il 2021 si è configurato come un anno assolutamente eccezionale per l’attività della Fondazione che ha raggiunto i migliori risultati in termini assoluti dalla sua nascita ad oggi e ha rappresentato per la produzione cinematografica una stagione di elevata intensità produttiva.

Nell’anno in cui l’intera industria dell’audiovisivo italiano ha vissuto una fase di grande slancio e spinta produttiva, Film Commission Torino Piemonte ha infatti fortemente incrementato la sua attività di sostegno al comparto, contribuendo a qualificare il territorio di riferimento come uno tra i più vitali e virtuosi a livello nazionale e internazionale.

MyZona

Sono 195 i progetti realizzati e sostenuti ad oggi grazie ai vari strumenti d’aiuto e ai vari fondi messi a disposizione di società di produzione nazionali e internazionali: 18 lungometraggi per il cinema, 13 serie TV, 49 cortometraggi, 30 documentari, 85 tra spot pubblicitari, reportage, format TV e videoclip (con una stima finale al rialzo per quanto riguarda cortometraggi e documentari)

È però l’ammontare delle settimane di preparazione e quelle di riprese il numero che assume il valore più rilevante per quantificare il peso produttivo dei progetti realizzati: se nel 2019 le settimane di preparazione furono 73 e quelle di riprese 65, nel  corso del 2021 sono state rispettivamente 103 e 135.

Ancora una volta il Piemonte Film Tv Fund della Regione Piemonte (POR FESR Piemonte 2014 – 2020 – Azione III.3c.1.2.) si è configurato come strumento decisivo, in grado di garantire una continuità produttiva di grande impatto – attraverso il contributo a lungometraggi e serie TV realizzate nel corso del solo 2021 – e di concretizzare dal 2018 ad oggi una ricaduta territoriale diretta di quasi 26 milioni di euro (tra spese per il personale, forniture di beni e servizi, strutture ricettive) pari a 5 volte l’investimento iniziale, oltre ad una ricaduta indiretta e ad un forte ritorno promozionale e d’immagine.

Attraverso i propri servizi e le proprie agevolazioni istituzionali e logistiche FCTP ha inoltre reso possibile l’arrivo sul territorio di ulteriori 11 lungometraggi e 6 serie TV – tra cui diverse produzioni internazionali, dalla Svizzera all’India, insieme a numerosi progetti televisivi per Rai – a cui si aggiungono diversi documentari di grande impatto produttivo e mediatico (tra questi, Ezio Bosso. Le cose che restano, di Giorgio Verdelli; L’Italia nello spazio, di Marco Spagnoli; Searching for Italy, di Stanley Tucci), insieme a importanti spot pubblicitari (Mini Cooper, Jeep, Adidas, Ferrero) e format TV (Alessandro Borghese, 4 ristoranti; Art Rider; Antonino Chef Academy).

Sono inoltre numerosi i progetti realizzati grazie ai Fondi gestiti direttamente da FCTP, asset strategici per valorizzare i giovani talenti, sostenere la produzione indipendente incrementando la capacità di realizzare coproduzioni internazionali: da Mother Lode di Matteo Tortone, selezionato in concorso alla 36° Settimana Internazionale della Critica di Venezia, a Il pianeta degli umani di Giovanni Cioni presentato Fuori Concorso al Festival di Locarno, a Marina Cicogna.

La vita e tutto il resto di Andrea Bettinetti, evento speciale alla Festa di Roma, a Il momento di passaggio di Chiara Marotta, passando per la recente documentario sul noto manager italiano Sergio Marchionne, di Francesco Micciché,fino ad arrivare ai progetti di finzione attualmente in sviluppo come Mishima di Gigi Roccati o Fuochi d’artificio di Susanna Nicchiarelli: un lungo elenco di titoli che mostra varietà di temi e formati e al contempo la capacità di supportare l’intera filiera artistica e produttiva.

Da ricordare, inoltre, come l’azione di sostegno alle produzioni si sia concretizzata anche attraverso numerosi location scouting: sono state 37 le operazioni/sessioni di sopralluoghi che FCTP ha organizzato per società di produzioni nazionali e internazionali, 24 delle quali si sono già trasformate in riprese sul territorio nell’anno di riferimento.

Parallelamente all’articolata azione di sostegno all’intera filiera dell’audiovisivo, FCTP ha continuato e incrementato la propria azione di relazioni sul territorio, attraverso numerosi accordi e progetti con soggetti pubblici e privati (in primis con Piemonte Dal Vivo per Ciak! Piemonte che Spettacolo e con Piemonte Movie) e il costante sviluppo e ampliamento della Rete Regionale avviata nel 2017 che ad oggi coinvolge – attraverso protocolli d’intesa che formalizzano la collaborazione con gli enti locali – 60 comuni piemontesi dislocati in tutte le province.

Nell’ambito della comunicazione e della promozione internazionale, FCTP ha mantenuto costante la sua presenza ai maggiori Festival e ai relativi market – secondo le modalità di fruizione concesse – per presentare la propria attività, supportare progetti e produttori piemontesi, incrementare la propria visibilità internazionale e la rete di contatti con i maggiori players di settore. Berlinale, ParisDOC (Cinéma du Réel), Cannes Docs (marchè du Film – Festival di Cannes), Locarno Film Festival, Mostra del Cinema di Venezia, Festa di Roma e MIA Mercato Internazionale dell’Audiovisivo, Torino Film Festival sono stati ancora una volta occasione di promozione, grazie alla costante partecipazione di progetti piemontesi selezionati. 

L’attività di comunicazione e promozione ha come sempre trovato ampio spazio anche sul territorio, attraverso incontri stampa sui set (la ricostruzione dell’ospedale Le Molinette agli Studi Lumiq per la serie TV Cuori, ad esempio), numerose anteprime di progetti realizzati a Torino e in Piemonte (tra le altre: Ancora più Bello, Ezio Bosso, Codice Karim, Cuori e, recentemente The King’s Man), eventi speciali e attività industry, prima fra tutte TFI Torino Film Industry.

Meeting, market e piattaforma per la coproduzione internazionale capace di mettere al centro nuovi talenti e nuove tendenze del cinema e dell’audiovisivo, TFI Torino Film Industry si è svolto nuovamente in contemporanea con il Torino Film Festival, confermandosi sempre più come anima work & business della storica rassegna.

Progetto coordinato da FCTP fin dalla nascita, TFI Torino Film Industry ha ottenuto ottimi risultati in questa 4^ edizione – mettendo in rete prestigiose realtà internazionali come il TorinoFilmLab e il Torino Short Film Market insieme ai propri Production Days – e raggiungendo obiettivi sempre più strutturati in termini di programmazione e partecipazione. Basti pensare che nei 5 giorni dei Production Days sono stati proposti 64 eventi, registrando 1.500 accreditati da tutta Italia e 2.500 presenze, ulteriore conferma della costante crescita e rilevanza dell’iniziativa.

Secondo il Direttore di FCTP Paolo Manera, “In quest’anno fuori dal comune per la produzione audiovisiva – e in netta controtendenza rispetto ad altri ambiti che hanno inevitabilmente subito le conseguenze della pandemia – FCTP ha mostrato di rappresentare ancora più che in passato un punto di raccordo essenziale tra territorio, comparto locale e industria dell’audiovisivo.

Dai servizi, ai fondi, ai progetti speciali, alle iniziative industry, la Fondazione si è confrontata con una domanda sempre più intensa e diversificata. L’intero settore ha dimostrato vitalità e fortissima capacità di rinnovamento, dando lo slancio per un 2022 che si avvia con 15 progetti già confermati nei primi mesi del nuovo anno, tra cui 3 titoli che partiranno dopo aver conseguito il contributo del Piemonte Film Tv Fund”.

“Non posso che essere orgogliosa del percorso e degli ottimi risultati ottenuti da FCTP in questo 2021 – nonostante il momento di generale difficoltà – e del ruolo primario che la Fondazione ricopre tra le istituzioni locali e nel panorama dell’audiovisivo nazionale.

La sfida che ci attende per il futuro prossimo – dichiara Beatrice Borgia, Presidente della Fondazione da novembre 2021 – è mantenere sempre alta e sviluppare ulteriormente la qualità del lavoro svolto, ottimizzando la solidità dell’ente, la sua capacità di attrazione e di traino economico oltre che culturale e artistico. Nel 2022 lavoreremo proprio in questa direzione, per raccogliere i frutti di quanto svolto finora e qualificarci ancor più a livello internazionale”.

Leggi anche: Oscar 2022: “Lamb”, l’horror – fantasy nella short list di Miglior Film Internazionale

Lungometraggi per il cinema

·     3/19 di Silvio Soldini (Lumiere & Co.) – con il contributo del Piemonte Film Tv Fund

·     Amanda di Carolina Cavalli (Elsinore Film) – con il sostegno del Piemonte Film Tv Development Fund e con il contributo del Piemonte Film Tv Fund

·     Il giorno più bello di Andrea Zalone (IBC Movie – Oplon Film) – con il contributo del Piemonte Film Tv Fund

·     L’uomo che disegnò Dio di Franco Nero (L’Altro Film) – con il contributo del Piemonte Film Tv Fund

·     Peripheric love di Luc Walpoth (Dschoint Ventschr – Svizzera – Casa delle Visioni) – con il contributo del Piemonte Film Tv Fund

·     The Store di Hanna Skold (Indyca) – con il sostegno del Piemonte Film Tv Development Fund e con il contributo del Piemonte Film Tv Fund   

·     Tramonto a Nord-Ovest di Luisa Porrino (Fargo Entertainment) – con il contributo del Piemonte Film Tv Fund

·     Ancora più bello di Claudio Norza (Eagle Pictures)

·     Assassin Club di Camille Delamarre (Merlin Film – Motus Studios)

·     I nostri fantasmi di Alessandro Capitani (Fenix Entertainment)

·     Le otto montagne di Felix Van Groeningen (Wildside)

·     Papaya 69 di Riccardo Bernasconi e Francesca Reverdito (PicFilm – Svizzera)

·     Sempre più bello di Claudio Norza (Eagle Pictures)

·     Sound of Silence di T3 (Eryde Produzioni)

·     Stessi battiti di Roberto Gasparro (35mm)

·     Khiladi di Ramesh Varma (A Studios LLP – Odu Movies – India-Italia)

·     Thank You di Vikram Kumar (Sri Venkateswara Creations – India – Odu Movies)

·     Tutti a bordo di Luca Miniero (Indiana Productions)

Leggi anche: “Don’t look up”: arriva su Netflix il film con Leonardo Di Caprio e Jennifer Lawrence

SSerie e Film tv

·     5 minuti prima di Duccio Chiarini (Panamafilm per RaiPlay) – con il contributo del Piemonte Film Tv Fund

·     Der Feind Meines Feindes – Il nemico del mio nemico di Marcus O. Rosenmüller  (NDF, produzione esecutiva Viola Film) – con il contributo del Piemonte Film Tv Fund

·     Guida astrologica per cuori infranti di Bindu de Stoppani e Micaela Andreozzi (IIF Italian International Film per Netflix) – con il contributo del Piemonte Film Tv Fund

·     Guida astrologica per cuori infranti (2^ stagione)di Bindu de Stoppani e Micaela Andreozzi (IIF Italian International Film) – con il contributo del Piemonte Film Tv Fund

·     La sposa di Giacomo Campiotti (Endemol Shine Italy – Fargo Film per Rai) – con il contributo del Piemonte Film Tv Fund

·     Lidia, di Matteo Rovere e Letizia Lamartire, (Groenlandia per Netflix) – con il contributo del Piemonte Film Tv Fund

·     Arnoldo Mondadori di Francesco Micciché (Anele per Rai)

·     Cuori, di Riccardo Donna (Aurora Tv/Rai Fiction/ Centro di Produzione Rai di Torino)

·     Il Re di Giuseppe Gagliardi (Wildside – Small Forward per Sky)

·     L’Amica geniale – Storia di chi fugge, di Daniele Luchetti (Freemantle Media Italia per Rai-HBO)

·     Noi di Luca Ribuoli (Cattleya per Rai);

·     Piccolo Mostro di Stefania Galli (Showlab – Centro di Produzione Rai di Torino)

·     POV – I primi anni (seconda stagione) di Davide Tosco (Showlab per Rai)

Da leggere anche

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli