Dedicated to Myself, ecco il nuovo singolo degli Yawp

Empujó la puerta entreabierta y cayó en la trampa. No tenía por qué haber entrado. Fue la puerta entreabierta: nada más. Tan pronto como dio un paso adentro la puerta se cerró y ya no hubo salida.

Secondo singolo del 2021 per il gruppo Yawp. Dopo Last Tango, è ora disponibile sui principali store digitali Dedicated to Myself, un brano il cui testo è liberamente ispirato a “La trampa” (La trappola) un racconto di Max Aub.

MyZona

Leggi anche: Last Tango, le geometrie improbabili del desiderio

Una porta socchiusa, un corridoio e una stanza bianca circolare da cui è impossibile uscire.  La canzone prova a dare un finale a un racconto che si gira su sé stesso senza andare da nessuna parte. Quell’impossibilità descritta da Luis Buñuel nell’Angelo sterminatore.

Dopo aver registrato negli studi della Jamrock Records Creative Lab abbiamo deciso di condividere delle belle immagini catturate al tramonto sulle montagne che ci circondano.

La band è composta da Piero Pozzi (batteria), Stefano Millimaggi e Fabio Iuliano (entrambi chitarra e voce). Al basso c’è Danilo Ciccarella. Un mix di suoni alternativi. Un progetto, un esperimento, nato nell’hinterland – nella zona commerciale ovest – a due passi dal capoluogo. L’influenza è quella del rock americano, con diversi i brani di produzione propria che includono anche alcuni versi di Lorca, elaborate con arrangiamenti originali. E proprio dalla poesia arriva l’ispirazione del nome della band: Yawp, un omaggio a quel grido barbarico che tanto piaceva a Walt Whitman.

Per il lancio del nuovo singolo, la band ha girato un miniclip artigianale sulle montagne abruzzesi.

Da leggere anche

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli