“Don’t look up”: arriva su Netflix il film con Leonardo Di Caprio e Jennifer Lawrence

Don’t look up“: un cast stellare accompagna i due protagonisti, Leonardo DiCaprio e Jennifer Lawrence in una pellicola dall’aspetto comico, ma che rivela una trama molto più profonda. Accanto ai già citati DiCaprio e Lawrence troviamo Jonah Hill (al fianco di DiCaprio in The Wolf of Wall Street), Tyler Perry (Gone Girl) e Ron Perlman (Hell Boy). Timothée Chalamet, reduce dal successo di Dune, Ariana Grande, interprete anche della colonna sonora, Cate Blancheet e per finire in bellezza, Meryl Streep.  

Il film è stato distribuito in diverse sale cinematografiche selezionate, dove gli incassi non sono stati proprio entusiasmanti, ed ora arriva per tutti gli abbonati sulla piattaforma streaming.

MyZona

La trama ci racconta della scoperta dell’astrofisica Kate Dibiasky (Jennifer Lawrence) e del suo docente dell’università Randall Mindy (Leonardo DiCaprio), che identificano un’enorme cometa che entro sei mesi colpirà la Terra e causerà l’estinzione del genere umano.

Leggi anche: Eagle Pictures, tante novità per gennaio in home video

Spaventati dall’imminente catastrofe, si affrettano a riferire tutto al presidente degli Stati Uniti Janie Orlean (Meryl Streep), ma, con loro grande sorpresa non vengono presi sul serio e, umiliati, sono costretti a rivolgersi alla stampa, in cerca dell’attenzione che necessita una notizia del genere.

Questo darà inizio ad un circo mediatico che coinvolgerà gli stessi scienziati e finirà per dar vita ad uno scontro tra chi crede alla rivelazione dei due e chi invece pensa sia tutto uno scherzo. Le due fazioni si affronteranno a colpi di dirette tv, post sui social e tweet, che finiranno per mettere in secondo piano l’arrivo della cometa e le sue conseguenze letali per la popolazione mondiale.

Chiaramente una denuncia della società moderna, ormai totalmente inglobata nella bolla dei social media, la pellicola di Adam McKay (La Grande Scommessa) ci mostra come il potere derivi quasi completamente dalla gestione della comunicazione, da come vengono diretti i social media e di quali gravi conseguenze possano avere se usati nel modo sbagliato.

Tanto gravi da portare, nel film, le persone a mettere in secondo piano il più antico istinto dell’uomo, quello della sopravvivenza. Infatti, il tema portante dell’intero lungometraggio è la fine dell’umanità, dove l’umanità non sembra aver nessuna intenzione di trovare una soluzione per potersi salvare né, tantomeno, di chiedere aiuto per riuscirci.  

Leggi anche: Oscar 2022: “Lamb”, l’horror – fantasy nella short list di Miglior Film Internazionale

Il risultato è una commedia grottesca, dove i non detti e i sottointesi hanno un significato più importante degli eventi in scena e dove il montaggio “frenetico” vuole sottolineare il decadimento dei prodotti audiovisivi dell’era di internet.

Un film molto caro a Leonardo DiCaprio, ambasciatore del clima, che da molti anni cerca di sensibilizzare governi e pubblico sulla carenza di tempestività e incapacità di prendere provvedimenti riguardo la più grande e sottovalutata crisi del mondo, quella climatica.

Don’t Look Up sarà disponibile su Netflix a partire dal 24 dicembre.

Da leggere anche

Federica Prato
Sono Federica, ho 33 anni e ho frequentato il Dams di Torino con indirizzo cinema. Da sempre appassionata di libri, fumetti, film e serie tv, sono cresciuta disegnando e scrivendo storie fin da quando ero piccola. Non appena ci sarà la possibilità non vedo l'ora di poter tornare a visitare il salone del libro e il Lucca Comics, appuntamenti da sempre segnati nella mia agenda.

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli