Guns n’Roses, si pensa al successore di Chinese Democracy: quanto dovremo attendere ancora?

A distanza di dodici anni dall’uscita di quel Chinese Democracy che tanto aveva fatto parlare di sé, più per la sua gestazione e le vicende a esso connesse che per la qualità della musica contenuta al suo interno, i Guns n’Roses starebbero lavorando su nuova musica inedita. A renderlo noto è stata Susan Holmes McKagan, moglie di Duff, storico (e, perdonateci, unico) bassista della band losangelina che, ospitata nel podcast “Appetite For Distortion“, ha di fatto svelato quanto molti speravano avvenisse.

“La band è al lavoro su nuovo materiale ‘killer’. Non posso dire molto se non che si tratti di cose epiche. Voglio diffondere il buone notizie, ma non notizie dettagliate, immagino”.

MyZona

L’ultima volta che Axl, Slash e Duff hanno scritto musica assieme risale agli albori degli anni ’90. Il doppio album “Use Your Illusion” del 1991 – i due episodi uscirono a distanza di pochi mesi l’uno dall’altro – e “The Spaghetti Incident?” del 1993 segnarono di fatto la fine della prima era dei Guns n’Roses, quelli con la line up originale.

Leggi anche: La Casa Infernale dei Guns n’ Roses, dove spronfondò l’animo umano ma nacque Appetite For Destruction

Da lì in avanti è stato un lungo monologo di Axl Rose che ha portato avanti il gruppo in via del tutto solitaria e autoritaria, circondandosi di ottimi musicisti che, però, non sono mai stati realmente in grado di prendere il posto degli originali. Impresa impossibile. La reunion di qualche anno fa, però, ha riacceso le speranze di poter ascoltare nuova musica dei Guns n’Roses. Dovremmo finalmente esserci ma, visti i precedenti, non illudiamoci che la tabella di marcia venga realmente rispettata….

Da leggere anche

Federico Falcone
Fondatore e direttore responsabile del magazine The Walk Of Fame. Nato e cresciuto in Abruzzo, è diventato giornalista pubblicista dopo aver completato gli studi in Giurisprudenza. Appassionato di musica, cinema e teatro, avrebbe sempre voluto essere il Will Smith di Indipendence Day o, tutt'al più, Aragorn de "Il Signore degli Anelli". Vola basso.

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli