Emergenza Coronavirus: decisione storica, cancellato il Glastonbury festival

Cancellata l’edizione 2020 del Glastonbury festival. Si tratta di una decisione storica arrivata all’indomani della crisi sanitaria mondiale, causata dal terribile Coronavirus, che sta interessando anche il Regno Unito e quindi la location dell’evento. A darne comunicazione è la stessa organizzazione dell’evento che richiama centinaia di migliaia di fans da tutto Europa. Avrebbe dovuto svolgersi dal 24 al 28 giugno ma ora è arrivata l’ufficialità: il festival è annullato.

La nota ufficiale dell’organizzazione:

MyZona

Siamo spiacenti di annunciare che siamo costretti a cancellare l’edizione 2020 di Glastonbury. Ovviamente questo non è quello che speravamo di fare per la nostra cinquantesima edizione ma a seguito delle nuove misure approvate dal governo, e vista l’attuale situazione di incertezza, è l’unica cosa che possiamo fare. Speriamo che la situazione in Regno Unito migliori prima della fine di giugno ma, anche se così fosse, non possiamo permetterci di tenere migliaia di operai al lavoro per i prossimi tre mesi per i preparativi necessari ad accogliere 200.000 persone“.

Ci scusiamo con le 135.000 persone che avevano già versato la caparra per l’acquisto del biglietto. Il pagamento di saldo di questi biglietti era previsto per inizio aprile, dunque volevamo prendere una decisione definitiva entro quella data. Sappiamo che non è mai facile aggiudicarsi un biglietto per Glastonbury, quindi vogliamo dare l’opportunità a chi ha versato le caparre di 50 sterline, di mantenere automaticamente la prenotazione valida per il 2021. Chi invece volesse il rimborso delle 50 sterline, potrà chiederlo attraverso See Tickets nei prossimi giorni e fino a settembre 2020″.

Leggi anche: Buon compleanno a Jerry Cantrell, ultimo interprete e protagonista della scena grunge

Leggi anche: La quarantena fa bene a George Martin: isolato, al lavoro su The Winds Of Winter

Leggi anche: Un concerto per conquistarli tutti: quando i Led Zeppelin infuocarono il Tampa Stadium con uno show memorabile

Da leggere anche

Federico Falcone
Fondatore e direttore responsabile del magazine The Walk Of Fame. Nato e cresciuto in Abruzzo, è diventato giornalista pubblicista dopo aver completato gli studi in Giurisprudenza. Appassionato di musica, cinema e teatro, avrebbe sempre voluto essere il Will Smith di Indipendence Day o, tutt'al più, Aragorn de "Il Signore degli Anelli". Vola basso.

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli