La quarantena fa bene a George Martin: isolato, al lavoro su The Winds Of Winter

Non a tutti dispiace la situazione di quarantena in cui il modo sta scivolando, oppure è già scivolato. L’emergenza Coronavirus, elevata dall’Oms a pandemia, sta rapidamente attecchendo fuori dall’Europa. Ma ciò sembrerebbe non destare preoccupazione nelle intenzioni di George Martin.

George Martin, celeberrimo autore della saga letteraria del Trono di Spade, divenuta serie TV tra le più apprezzate e seguite nella storia, è infatti al lavoro sul sesto capitolo della sua opera, “The Winds of Winter“.

MyZona

Leggi anche: Positivo al coronavirus Kristofer Hivju, attore del Trono di Spade

Queste le parole riportate da Martin sul suo blog personale:

“Per quelli di voi che potrebbero essere preoccupati per me… Sì, sono consapevole di fare parte della popolazione più vulnerabile, data la mia età e le mie condizioni fisiche. Ma al momento sto bene, e stiamo prendendo tutte le precauzioni del caso. Mi trovo da solo in un luogo isolato, e sono assistito da uno dei miei collaboratori, e non vado in città né vedo nessuno. A dire il vero, sto trascorrendo più tempo a Westeros che nel mondo reale, sto scrivendo ogni giorno. Le cose sono piuttosto cupe nei Sette Regni… ma forse non sono così cupe come potrebbero diventare qui. In alcuni giorni, guardando le notizie, non posso fare a meno di sentirmi come se tutti stessimo vivendo in un romanzo di fantascienza. Ma non, ahimè, il tipo di romanzo di fantascienza in cui sognavo di vivere da bambino, quello con le città sulla Luna, le colonie su Marte, i robot domestici programmati con le Tre Leggi [della robotica] e le macchine volanti. Le storie di pandemia non mi sono mai piaciute… Speriamo di riuscire a superare tutto questo sani e salvi. State bene, amici miei. Meglio essere attenti piuttosto che dispiaciuti”.

Leggi anche: Addio allo scrittore russo Eduard Limonov

Da leggere anche

Federico Falcone
Fondatore e direttore responsabile del magazine The Walk Of Fame. Nato e cresciuto in Abruzzo, è diventato giornalista pubblicista dopo aver completato gli studi in Giurisprudenza. Appassionato di musica, cinema e teatro, avrebbe sempre voluto essere il Will Smith di Indipendence Day o, tutt'al più, Aragorn de "Il Signore degli Anelli". Vola basso.

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli