Contagi sul set, bloccate le riprese di Mission Impossible 7 tra Roma e Venezia

Sei casi di contagio sul set e riprese sospese fino a domenica. La gestazione di questo Mission Impossible 7 è più complessa che mai. Dopo lo stop primaverile, inevitabile a causa della prima ondata di contagi da coronavirus in Europa, adesso arriva il blocco momentaneo dell’attività. La seconda ondata è entrata nel pieno della sua forza già da qualche giorno e queste sono le settimane più delicate, sia in termini di innalzamento di contagi che di comprensione delle misure da adottare al fine di fronteggiare la pandemia.

Leggi anche: Tom Cruise al fianco di Venezia: aiuti economici e set di Mission Impossible 7 confermato

MyZona

La pellicola, diretta da Christopher McQuarrie con protagonista il solito Tom Cruise, amatissimo dal pubblico italiano, aveva trasferito il set a Venezia questo lunedì, dopo le scene girate a Roma. Tamponi a tappeto su tutti coloro che hanno preso parte e set e tutti in albergo in attesa dei risultati. Che potrebbero crescere, vista la presenza di più di 150 comparse coinvolte nelle riprese. I primi casi accertati risalgono a venerdì, ne mancano ancora diversi all’appello.

La troupe, adesso ferma al palo, stava girando in laguna da poco più di 72 ore. Campo San Giacomo dell’Orio era la location dove il set allestito stava progredendo, mentre a Palazzo Franchetti avrebbe dovuto girare una scena in particolare. Esattamente come a Palazzo Ducale che, stando ai rumors, costerebbe duecentomila euro di solo affitto.

Da leggere anche

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli