Tom Cruise al fianco di Venezia: aiuti economici e set di Mission Impossible 7 confermato

Tom Cruise giura amore a Venezia e all’Italia. Le riprese della settima pellicola della saga di Mission Impossible, avviate a inizio anno nel città veneta e poi bruscamente interrotte a causa dell’emergenza Coronavirus e quindi del conseguente lockdown, riprenderanno laddove interrotte. La scelta è da rimettersi alla volontà ferrea di Cruise che non ha assolutamente accolto l’idea della produzione di replicare i set negli studiosi inglesi.

Secondo il quotidiano britanicco The Sun, infatti, all’attore sarebbe stato proposto di ritirarsi dal set veneziano per girare le riprese in Inghilterra. Proposta bocciata e rispedita al mittente.

MyZona

Ecco quanto riportato dal giornale “Tom Cruise si rifiuta di girare da qualche altra parte perché vuole far affluire i suoi milioni in una delle aree più colpite dal Coronavirus, così da aiutarla a riprendersi. I responsabili della produzione avevano tentato di trovare una location alternativa, ma a lui non ne andava bene nessuna. Il gesto verso  la città e sarà sicuramente accolto bene dai veneziani. L’Italia ha iniziato ad allentare le misure del lockdown e con la riapertura di parchi, fabbriche e cantieri, i responsabili di Mission: Impossibile 7 e lo stesso Tom Cruise”sono convinti che non ci vorrà ancora tanto tempo prima di riprendere le riprese, quindi hanno già iniziato una serie di discussioni su come fare“. 

Articolo precedenteJoy Division: in arrivo la nuova edizione rimasterizzata di “Closer”
Articolo successivoScarface parla italiano, Luca Guadagnino dirigerà il remake della Universal
Fondatore e direttore responsabile del magazine The Walk Of Fame. Nato e cresciuto in Abruzzo, è diventato giornalista pubblicista dopo aver completato gli studi in Giurisprudenza. Appassionato di musica, cinema e teatro, avrebbe sempre voluto essere il Will Smith di Indipendence Day o, tutt'al più, Aragorn de "Il Signore degli Anelli". Vola basso.