Brindisi, il Teatro Kopó inaugura la stagione teatrale

Dopo l’apertura della stagione teatrale capitolina del Teatro Kopó, anche la sede di Brindisi inaugura la rassegna “Resistiamo con il Teatro” e di “A Teatro con mamma e papà”. Nella due giorni dell’11 e 12 dicembre, sarà Antonello Taurino ad aprire la stagione, già conosciuto al pubblico di Brindisi per i suoi precedenti “Trovata una sega” e “La scuola non serve a nulla” e visto in tv anche nel noto programma di comici “Zelig”.

Taurino porterà in teatro il suo nuovissimo “Sono bravo con la lingua” che aprirà una finestra sui nostri meccanismi cerebrali e ci racconterà le curiosità più divertenti degli idiomi del mondo; un monologo esattamente nello stile degli altri spettacoli di Taurino: argomenti seri, ma trattati in modo comicissimo.

MyZona

Il 2022 aprirà le danze il 22 e il 23 gennaio con “Marta che cadeva dalle scale” di e con Silvia Marchetti per una regia di Giulio Federico Janni.

Marta, la protagonista di questa storia, sopporta per diciannove anni le violenze del marito, mentre nessuno sembra accorgersene. Tra stoviglie spaiate, confessioni allo specchio, elettrodomestici di carta e bottiglie di superalcolici, la storia di questa donna si dipana, in un flusso di coscienza in cui dramma e sorriso continuamente s’intrecciano, a disegnare con pensosa leggerezza un ritratto di donna confusa e ferita, smarrita eppur piena di vita.

Si passerà poi il testimone il 5 e il 6 Febbraio a “Nun me scetà”. Maurizio Pellegrini, attore e cantante di poliedrica eccentricità, dà voce ai sogni di questo spettacolo che è un viaggio nella produzione poetica e musicale napoletana dal Vincenzo De Pretore di eduardiana memoria alle strofe di Salvatore Di Giacomo e Ferdinando Russo, intervallate dai brani più celebri della tradizione ottocentesca e da alcune perle rare del repertorio umoristico della coppia Pisano-Cioffi e di Armando Gill. Pellegrini sarà in scena insieme al mandolino di Valerio Fusillo e alla chitarra di Nicola Nesta. Perché si può ancora piangere fino alle lacrime o sorridere per l’intima commozione di una canzone.

Leggi anche: “Voglio che la gente conosca la vera Maria Antonietta”, l’intervista alla regista Francesca Bruni

Il 12 e il 13 Marzo 2022 sarà proprio una Produzione del Teatro Kopó a calcare le assi del palcoscenico che vedrà nuovamente il sodalizio artistico ormai consolidato di Francesca e Simona Epifani, rispettivamente la prima in scena e la seconda in regia con lo spettacolo Il Risveglio: la storia di una donna comune e di una routine simile a quella di tante altre madri e mogli.

La direttrice artistica del Kopó porterà in scena situazioni comuni solo apparentemente banali seguite da un ritmo incalzante, come a volte è la vita quotidiana. Sentirsi alienati da una vita sempre uguale, stressata dal lavoro e che sembra portare alla pazzia. Uno spettacolo che ci parla della situazione lavorativa della donna e che lo fa con ironia e allo stesso tempo profondità.

Direttamente dal cast e dallo staff creativo de “Il terrone fuori sede” sbarca sul palco del Kopó il 26 e il 27 Marzo Francesca Puglisi con il suo “Non è Francesca”. Lo spettacolo è un inno alla consapevolezza di sé, all’amore per la diversità e per le sfumature, proprie e quelle degli altri. È come se Francesca si affacciasse al balcone e gridasse: “Voglio essere quello che sono! Non quello che gli altri si aspettano da me!!! Il tutto sempre con la simpatia e l’energia che la Puglisi sa elargire in larga quantità in tutte le sue performance.

A concludere la stagione troveremo Beppe Salmetti e Simone Tangolo con il loro “Romeo & Giulietta – l’amore fa schifo, ma la morte di più”. Lo spettacolo, programmato per la stagione 2019/2020 era purtroppo stato rinviato a data da destinarsi.

Leggi anche: Torna in scena Giulia Nervi con “Tutto da sola – Capitolo II”

Ecco qui allora che questa splendida tragifarsa trova il suo week-end di messa in scena il 9 e 10 aprile. È uno spettacolo cantato, ballato e saltato. Uno spettacolo spericolato e lieve, che stuzzica un mostro sacro come il Romeo e Giulietta di Shakespeare con la voglia di gettarlo nella vita di tutti i giorni, nei turbamenti di tutti noi. Un lavoro che ne riconosce la sorprendente poesia e la quasi violenta universalità, ma non trova altro rimedio che riderne per avvicinarcisi.

A Teatro con mamma e papà” consterà, invece, di quattro imperdibili appuntamenti per i più piccoli l’11 e il 12 dicembre Simona Epifani porterà la magia al sapor di panettone con il suo “Regalo di Natale”.

Il 22 e il 23 Gennaio sarà Pamela Mastrorosa con il suo splendido “Mettici il cuore” a far divertire grandi e piccini con uno spettacolo di teatro di figura e di manipolazione di oggetti.

12 e 13 Marzo tornerà nuovamente Simona Epifani accompagnata dal divertentissimo Valerio De Angelis con uno scoppiettante “Supercalifragilistichespiralidoso”, un libero adattamento della storia della famosa Mary Poppins con canti, balli e un turbine di colori.

A concludere la stagione sempre De Angelis con Maria Elisa Barontini con un  Robin Hood che sfiderà il pubblico a suon di arco e frecce il 9 e il 10 Aprile.

Sperando in una ripartenza con i fiocchi, tutto lo staff del Teatro Kopó della sede di Brindisi e di Roma si augura che il pubblico possa apprezzare le proposte e che partecipi numeroso affinché la più nobile delle arti goda sempre di poltrone occupate e applausi scroscianti.

Da leggere anche

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli