Banksy, serigrafie esposte a Teramo sino al 15 gennaio

Fino al 15 gennaio 2023 sarà in esposizione una selezione di serigrafie tra le più conosciute e simboliche di Banksy. La mostra dal titolo “Banksy a Teramo – An Unauthorized Exhibition” è stata presentata a L’Arca, Laboratorio di arti contemporanee, in Largo San Matteo.

Un’esposizione a cura di Stefano Antonelli e Gianluca Marziani, promossa, patrocinata e finanziata dal Comune di Teramo, prodotta da MetaMorfosi Eventi e organizzata in collaborazione con Fondazione Bruno Ballone.   “Non è una mostra immersiva di riproduzioni – spiegano i curatori – ma un’incredibile collezione di pezzi originali e autenticati che permetteranno agli spettatori di scoprire il misterioso universo dello street artist nato a Bristol”.

    Sottolineando che l’artista noto come Banksy non è coinvolto in alcun modo nella mostra e non ha fornito alcuna approvazione o supporto né opere d’arte per questo progetto, organizzatori e curatori sottolineano che le opere sono state autenticate dopo essere state sottoposte a controlli di accuratezza e autenticità. “Banksy – aggiungono – continua a superare i confini e a mettere in discussione la morale della società con il suo stile ironico, iconico e irriverente. La sua identità costituisce solo una piccola parte del mistero, poiché il suo lavoro è davvero l’iceberg metaforico che penetra in profondità nel cuore dell’umanità, di cui il suo lavoro graffia solo la superficie”.
    Soddisfazione da parte dell’amministrazione. “Con la forza prorompente della sua arte – sottolinea il sindaco Gianguido D’Alberto – con le sue opere di denuncia sociale e contro la guerra, non ultime quelle comparse nei giorni scorsi nelle strade di Kiev in Ucraina, Banksy è sicuramente uno dei più grandi interpreti dei nostri tempi”. Per l’assessore alla Cultura Andrea Core “la mostra rappresenta un passaggio fondamentale nel percorso di crescita e valorizzazione del tessuto culturale del nostro territorio”. Queste le opere principali in mostra Girl With Balloon, Love is in the Air, Love Rat, Toxic Mary /Virgin Mary, Bomb Hugger, Grin Reaper, Golf Sale. In occasione della mostra verrà pubblicato un catalogo edito da Sagep. La mostra sarà aperta tutti i giorni escluso il lunedì. 

Banksy a Teramo
A cura di Stefano Antonelli e Gianluca Marziani
Promossa dal Comune di Teramo
Prodotta da MetaMorfosi Eventi
Organizzata da Fondazione Bruno Ballone e MetaMorfosi Eventi

Orari:
Aperta tutti giorni, escluso il lunedì, dalle 10:00 alle 13:00
dal giovedì alla domenica aperta anche il pomeriggio dalle 16:00 alle 20:00
Chiusa il 25 dicembre
26 dicembre e 1 gennaio aperta dalle 16:00 – 20:00
Info: 0861-324602 www.fondazionebrunoballone.it
Biglietti:
Intero: 7 euro

Articolo precedenteServillo all’Aquila tra teatro e cinema
Articolo successivoRoma a Teatro: gli spettacoli dal 22 al 27 novembre
Giornalista, docente di lingue straniere, tra le collaborazioni l’agenzia Ansa e il Centro (testata ex gruppo L’Espresso-Finegil Editoriale). In passato ha lavorato a Parigi e Milano con Eurosport e Canal +. Come blogger, oltre ad aver seguito vari eventi sportivi internazionali, dalle Universiadi (in Europa e in Asia) alla Race Across America – la folle corsa ciclistica da un capo all’altro degli Stati Uniti – ha condotto alcune inchieste sull’immigrazione con reportage in Italia, Romania e Marocco. Nel 2007 ha vinto il premio giornalistico Polidoro. Nel 2016 ha firmato “New York, Andalusia del Cemento – il viaggio di Federico García Lorca dalla terra del flamenco alle strade del jazz” (Aurora edizioni), l’anno successivo Lithium 48, sempre per la stessa casa editrice.