“All’umor non si comanda” il viaggio beckettiano torna in scena all’Aquila

“Il segreto è muoversi, non si viaggia per partire, ma per andare da qualche parte. E io sono qua”.

All’umor non si comanda”, in scena sabato 6 novembre (ore 19) a Spazio Rimediato, teatro off dell’Aquila, si propone come una cartina tornasole del mondo in cui viviamo, della società di cui facciamo parte. L’autore trae ispirazione dalla scrittura e dal pensiero di Samuel Beckett, in particolare dall’opera “Aspettando Godot”, rappresentando sulla scena un paradosso, un assurdo se visto dalla prospettiva del senso comune.

MyZona

Il concetto di trasformismo dell’artista stesso nella società odierna e il fatto che non è tanto l’artista ad essere importante, ma soprattutto l’arte. Si parla anche di significato della maschera non soltanto nell’ambito teatrale, ma facendo riferimento anche a quelle che tutti noi usiamo quotidianamente. Un pensiero che non può non portare alla mente Pirandello.

Cecilia Cruciani

Dunque, sulla falsariga dei grotteschi e surreali dialoghi beckettiani, un clown ed uno spettatore si incontrano in un non-luogo scambiandosi reciprocamente confidenze, dubbi e riflessioni esistenziali sui loro ruoli all’interno e all’esterno della società attuale.

In un continuo gioco di ruolo i due protagonisti finiranno per perdere la propria identità trasformandosi nell’esatto opposto l’uno dell’altro. Non mancano  ironia e spiazzanti soluzioni sceniche volte a facilitare una continua seppur volontaria interazione con quello che accade in scena. 

Il testo porta la firma di Giuseppe Tomei, autore e attore teatrale, oltre che direttore dello spazio teatrale. La regia è a cura di Fabrizio Pompei, insegnate all’Accademia di Belle Arti di Firenze.

Sul palco Cecilia Cruciani (fondatrice dell’associazione Brucaliffo di L’Aquila e attrice) , Monica Di Bernardo     (attrice , animatrice teatrale e clown ) , Fabio Iuliano (giornalista, insegnante d’inglese e musicista) e Alessia Centofanti  (musicista e attrice). 

Il debutto la scorsa primavera a Ortona, nell’ambito del progetto “L’arte non si ferma” in un momento in cui le porte degli spazi teatrali erano chiuse al pubblico e gli spettacoli venivano veicolati solo attraverso lo streaming. Poi, due repliche nel giorno di chiusura dei Cantieri dell’Immaginario 2021. Info e prenotazioni al 328.0527856 o 340.6688091 oppure spaziorimediato@gmail.com

Biglietto 10 + 3 euro di tessera annuale. Previste anche soluzioni in  abbonamento.

di Alessia Del Re

Una scena

Da leggere anche

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli