Connect with us

Musica

Zucchero svela D.O.C. Deluxe Edition: “È lo specchio del mio stato d’animo”

Antonella Valente

Published

on

Solo tre giorni fa è uscito D.O.C. Deluxe Edition”, il nuovo progetto discografico di Zucchero “Sugar” Fornaciari presentato oggi ai giornalisti.

Il disco, oltre a contenere tutti i brani dell’album “D.O.C.”, rivela 6 nuove canzoni tra cui “September, il duetto realizzato con Sting, in rotazione radiofonica in questi giorni.

“September”, che anticipa l’ultimo album di Sting, “Duets”, in uscita il 19 marzo 2021, fa parte di una rosa di canzoni completamente inedite e nasce dalla collaborazione con il cantante inglese che aveva composto la musica di un brano, a detta sua, dal sapore italiano. Così, fatto ascoltare a Zucchero, il brano è stato riadattato in lingua italiana. Oggi è disponibile anche il videoclip, con la regia di Gaetano Morbioli, in cui Zucchero e Sting, alternano le loro voci ai paesaggi naturali che descrivono lo stato d’animo e la speranza che si cela dietro il senso della canzone.

Questo momento di sofferenza ha incentivato gli scambi e le vecchie conoscenze con artisti amici. Da qui è nata la collaborazione con Sting. Questo momento sospeso ha favorito molti miei colleghi che si sono inventati delle belle cose“, ha commentato Zucchero.

Le altre canzoni, invece, composte da Zucchero in questo tempo sospeso a causa della pandemia e presenti nel nuovo progetto sono Non illudermi così”, rivisitazione del brano “Don’t Make Promises” riscritto per l’occasione da Zucchero con un testo in italiano, tra marzo e settembre scorso, “dal profondo messaggio molto attuale”. C’è poi “Wichita Lineman”, cover del brano di Jimmy Webb cantata per la prima volta alla fine degli anni ’60 da Glen Campbell.

“Si tratta di un brano che ascoltavo molto da ragazzo quando ho iniziato a suonare la chitarra. Ho deciso di lasciare il testo in lingua originale, così come il titolo, perché è davvero una storia bellissima”. A questi si aggiungono “Facile”, “Don’t cry Angelina” e “Succede“, un dialogo con un vecchio amore, motivo di sofferenza, di dolore, ma anche di riflessione messo in musica con il classico rithm & blues che da decenni contraddistingue Zucchero, come i doppi sensi sempre presenti.

Mi sono messo nello studio di casa mia e sono andato a trovare dei brani che non avevo fatto prima, alcuni erano compresi in D.O.C., uscito lo scorso anno, mentre altri sono dei veri e propri inediti”, commenta l’artista, “Sono geloso di questo disco perchè rispecchia molto il mio stato d’animo attuale e quello che penso. Credo di essere riuscito a rinnovarmi pur rimanendo fedele a me stesso”.

Per quanto riguarda la musica, D.O.C.è contemporaneo, attualissimo nei suoni, negli arrangiamenti, nel dosaggio equilibrato di strumenti organici e sintetici, un grande lavoro frutto di un anno e mezzo di ricerca, con incursioni nel soul, nell’R&B, nel blues, nel gospel, nel pop e un po’ di progressive.

Dalla pre-produzione nel suo studio Lunisiana Soul con l’amico produttore-musicista Max Marcolini, ormai al suo fianco dal ’98, alla realizzazione tra Islanda, Los Angeles e San Francisco con diversi giovani produttori e musicisti quasi indie, provenienti da diversi paesi, come Nicolas Rebscher (Germania), Joel Humlén (Svezia), Ian Brendon Scott Mark Jackson (USA), Steve Robson (UK) e Eg White (USA), tutti diretti e amalgamati da me e Don Was (my brother in blues). 

Con musicisti incredibili come Jay Bellerose (drums), Matt Chamberlain (drums), Regine McCrary, un fantastico coro gospelReal Horns (musicisti di Quincy Jones), Federico Biagetti (dobro), Jon Hopkins (piano) e Chance (voice). 

Oltre alla nuova uscita discografica, Zucchero ha rivelato che nei prossimi giorni, proprio sotto Natale, uscirà una versione del tutto particolare di “Silent Night”, in cui ribalta tutte le parole, trasformandola in una ballata di speranza che non si focalizza solo sul cristianesimo, ma abbraccia ogni cultura e religione.

Proprio in queste ore si sarebbe concluso il tour di oltre cento date che avrebbe visto coinvolto Zucchero in giro per le città di tutto il mondo. A causa della pandemia però tutte le date sono state rimandate e riprogrammate per aprile e maggio del 2021 all’interno dell’Arena di Verona. “Speriamo di poter tornare ad incontrarci dal vivo i prossimi mesi, dovremmo avere maggiori certezze già a partire da metà gennaio”.

Le date riprogrammate:

23 aprile 2021  ARENA DI VERONA (recupero data del 22 settembre 2020)

24 aprile 2021  ARENA DI VERONA (recupero data del 23 settembre 2020)

25 aprile 2021  ARENA DI VERONA (recupero data del 24 settembre 2020)

27 aprile 2021  ARENA DI VERONA (recupero data del 25 settembre 2020)

28 aprile 2021 – ARENA DI VERONA (recupero data del 26 settembre 2020)

29 aprile 2021 – ARENA DI VERONA (recupero data del 27 settembre 2020)

30 aprile 2021 – ARENA DI VERONA (recupero data del 29 settembre 2020)

1 maggio 2021 – ARENA DI VERONA (recupero data del 30 settembre 2020)

2 maggio 2021 – ARENA DI VERONA (recupero data dell’1 ottobre 2020)

4 maggio 2021 – ARENA DI VERONA (recupero data del 2 ottobre 2020)

5 maggio 2021 – ARENA DI VERONA (recupero data del 3 ottobre 2020)

6 maggio 2021 – ARENA DI VERONA (recupero data del 4 ottobre 2020)

7 maggio 2021 – ARENA DI VERONA (recupero data del 6 ottobre 2020)

8 maggio 2021 – arena di Verona (recupero data del 7 ottobre 2020)

Leggi anche: Al via le riprese di Genitori vs Influencer, la nuova commedia di Michela Andreozzi

Laureata in Giurisprudenza e Giornalista Pubblicista dal 2018, ama il teatro, il cinema, l'arte e la musica. Appassionata di recitazione, si diletta a salire su un palco di tanto in tanto. In altre sedi, anche Avvocato.

Musica

Lucio Dalla e gli Idoli, storia di un album “Geniale?” che torna a nuova vita

Redazione

Published

on

A trent’anni dall’uscita, il 12 marzo uscirà “Geniale?” di Lucio Dalla, versione rimasterizzata di uno degli album tra i meno conosciuti e celebrati dell’artista. Il disco fu realizzato con gli Idoli con brani inediti e un testo di approfondimento che ne racconta l’incredibile storia. Geniale? è un album di inediti registrati dal vivo tra il 1969 e il 1970 con gli Idoli e pubblicato nel 1991, che conduce alla riscoperta delle radici musicali del cantautore bolognese e del periodo che ha preceduto il suo successo.

I brani, che sono stati rimasterizzati dai nastri originali, hanno consentito un restauro esclusivamente in mono per garantire la migliore resa possibile. 

Leggi anche: Queen: Brian May ha composto il miglior assolo della storia

Era il 1971 quando Lucio Dalla inizia la sua inarrestabile ascesa presentando al Festival di Sanremo il brano “4/3/1943”, ribattezzato da tutto il pubblico “Gesù Bambino”. Seguono “Piazza Grande”, “Il gigante e la bambina” e “Itaca”, tutti brani destinati ad entrare nel suo immenso repertorio. A 50 anni di distanza, Pressing Line e Sony Music vogliono rendere omaggio e celebrare uno dei più grandi Artisti della storia della musica italiana con questa esclusiva uscita, dopo il successo già ottenuto con la pubblicazione della riedizione degli storici album “Come è profondo il mare”, “Lucio Dalla” e “Dalla” e della raccolta “Duvudubà”.

Leggi anche: Ma quali assembramenti? In Nuova Zelanda si celebra il rock – e la vita…

Il cofanetto sarà disponibile in tre formati:

DOPPIO CD + libretto

LP 180gr + libretto

DOPPIO LP in pasta colorata + LIBRETTO (escl. Amazon)

Questa la tracklist di “Geniale?”:

CD 1

GRAGNANINO BLUES (Dalla – Lecardi), 1999 (Dalla – Reverberi – Bardotti), SYLVIE (Dalla – Franceschini – Bardotti – Baldazzi)SUMMERTIME (G. Gershwin / DuBose Heyward – I. Gershwin), IL MIO FIORE NERO (Phillips – Migliacci), AFRICA (Dalla – Franceschini – Pallottino – Bardotti), NON È UNA FESTA (Ciacci – Continiello – Migliacci), GENIALE? (Dalla), FOTTITI (Dalla), ETTO (Dalla), 4/3/1943 (Dalla – Pallottino).

BONUS TRACKS

QUANDO ERO SOLDATO – alternative version (Bardotti – Reverberi), HAI UNA FACCIA NERA NERA – alternative version (Izzo – Reverberi – Podestà).

CD 2

IL CIELO (Bardotti – Baldazzi – Reverberi – Dalla), BISOGNA SAPER PERDERE (Cassia – Cini), HAI UNA FACCIA NERA NERA (Izzo – Reverberi – Podestà), QUANDO ERO SOLDATO (Bardotti – Reverberi), L’ORA DI PIANGERE (Bardotti – Morton), LA STORIA DI UN TOPO MALATO – provino (Lecardi), TORNA A SORRIDERE – provino (Lecardi), NON È UN SEGRETO – provino (Bardotti – Reverberi – Lecardi), INTRO GENIALE (Dalla), MAMA LOVE PAPA LOVE (Dalla – Lecardi), VAN (Lecardi), A WALK ON THE WILD SIDE (Bernstein – Mack), BLUES FOR TOBIA (Dalla – Lecardi), GEORGIA ON MY MIND (Gorrell – Carmichael).

BONUS TRACKS

ETTO – alternative version (Dalla), 4/3/1943 – alternative version (Dalla – Pallottino), NON È UNA FESTA – alternative version (Ciacci – Continiello – Migliacci), AFRICA – alternative version (Dalla – Franceschini – Pallottino – Bardotti), SYLVIE – alternative version (Dalla – Franceschini – Bardotti – Baldazzi)SUMMERTIME – alternative version (G. Gershwin/E. DuBose Heyward – I. Gershwin).

Il disco è stato rimasterizzato negli Studi Fonoprint di Bologna da Maurizio Biancani.

Leggi anche: Shape Of Water: gli electro-rockers tornano con un nuovo Ep

Continue Reading

Musica

Shape Of Water: gli electro-rockers tornano con un nuovo Ep

Luigi Macera Mascitelli

Published

on

La nota casa discografica Eclipse Records fa sapere che gli electro-rocker Shape Of Water sono pronti a rilasciare un nuovo Ep. Il titolo sarà Lockdown On Mars, e verrà pubblicato il 21 febbraio 2021.

La band nasce nel 2004 a San Benedetto del Tronto ad opera dei connazionali Rox Capriotti e Luca De Falco. Inizialmente sotto il nome The Lotus, il duo decide poi di spostarsi in Inghilterra a Manchester. Qui i nostri daranno il via alla loro carriera musicale per poi sciogliersi e riformarsi nel 2018 come Shape Of Water.

Il qui presente Ep, che esce dopo l’album Great Illusion del 2020, contiene alcune tracce reinventate estratte dal full-length. In particolare troverete al suo interno una nuova versione di acclamati brani come Mars-X e The World Is Calling Me. Il disco è stato prodotto da Paul Reeve (Muse, Supergrass, Beta Band) e mixato da Rox Capriotti.

Continue Reading

Musica

Queen: Brian May ha composto il miglior assolo della storia

La notizia giunge dalla rivista inglese Total Guitar che qualche giorno fa ha indetto un sondaggio tra i lettori

Luigi Macera Mascitelli

Published

on

Il popolo ha parlato. È Brian May, ex chitarrista dei Queen, l’uomo che ha composto il miglior assolo di chitarra di tutti i tempi.

La notizia giunge dalla rivista inglese Total Guitar che qualche giorno fa ha indetto un sondaggio tra i lettori. Lo scopo era decretare chi, tra cinquanta assoli proposti, avesse scritto quello più bello e significativo. Il responso è stato chiaro ed inequivocabile: Bohemian Rhapsody, estratta dal celebre A Night at the Opera del 1975, contiene il miglior assolo della storia del rock ad opera di Brian May!

Leggi anche: “A Night at the Opera: il capolavoro dei Queen compie 45 anni

Il brano è storicamente riconosciuto come una perla di rara bellezza che assicurò ai Queen un successo a livello mondiale. Basti pensare che nel 2017 il brano è diventato il quarto più venduto nel Regno Unito. Mentre nel 2018, grazie al film omonimo con Rami Malek nei panni di Freddie Mercury, Bohemian Rhapsody è in assoluto il singolo del XX secolo più ascoltato di sempre in streaming, con oltre 1,6 miliardi di riproduzioni.

Un altro grande traguardo per una band che continua imperterrita ad attirare l’attenzione -meritatissima- e l’amore dei fan, dal più anziano al più giovane. Lo stesso Brian May, tramite il suo profilo Instagram, ha detto la sua, ringraziando tutti per il costante supporto e l’affetto ricevuti.

Continue Reading

In evidenza