“Without Blood” al via le riprese in Italia del nuovo film di Angelina Jolie

DAVOS/SWITZERLAND, 29JAN05 - Angelina Jolie, Goodwill Ambassador, United Nations High Commissioner for Refugees (UNHCR), Geneva, captured during a Press Conference at the Annual Meeting 2005 of the World Economic Forum in Davos, Switzerland, January 29, 2005. Copyright by World Economic Forum swiss-image.ch/Photo by Remy Steinegger +++No resale, no archive+++

Partite in Italia le riprese di “Without blood”, il film, scritto, diretto e prodotto da Angelina Jolie e tratto dal bestseller internazionale di Alessandro Baricco (l’edizione italiana è di Feltrinelli). Una fiaba ambientata all’indomani di un generico conflitto, che esplora le verità universali sulla guerra, il trauma, la memoria e la guarigione. I protagonisti sono interpretati dagli attori candidati all’Oscar Salma Hayek Pinault e Demián Bichir, affiancati da un team di produzione e da un cast stellare di calibro internazionale.

Le riprese di “Without blood” sono cominciate i primi di giugno e si svolgeranno tra Puglia, Basilicata e Roma. Il film è prodotto da Fremantle (Andrea Scrosati), Jolie Productions (Angelina Jolie), The Apartment Pictures (Lorenzo Mieli), società del gruppo Fremantle e De Maio Entertainment (Lorenzo De Maio). Il film sarà distribuito in tutto il mondo da Fremantle.

“Without blood” è il quinto film da regista di Angelina Jolie, nonché il primo dell’accordo triennale stipulato a marzo tra l’attrice e regista premio Oscar e Fremantle che prevede lo sviluppo congiunto di film, documentari e serie Tv originali, sofisticate, potenti e focalizzate a livello internazionale. “Sono onorata di essere in Italia e di portare sul grande schermo una storia così particolare – ha detto Angelina Jolie -. Ringrazio Alessandro Baricco per avermi affidato l’adattamento cinematografico del suo libro, un’opera ricca di poesia ed emozione, che guarda alla guerra e alle domande che ne derivano da un punto di vista unico, chiedendoci cosa andiamo a cercare dopo aver subito un trauma, una perdita o un’ingiustizia.”

By Remy Steinegger – Angelina Jolie – World Economic Forum Annual Meeting Davos 2005, CC BY-SA 2.0

Articolo precedenteAntonello Venditti e la “Notte prima degli esami” per i maturandi
Articolo successivoTedx L’Aquila: cultura, innovazione e divulgazione al parco del Castello
Giornalista, docente di lingue straniere, tra le collaborazioni l’agenzia Ansa e il Centro (testata ex gruppo L’Espresso-Finegil Editoriale). In passato ha lavorato a Parigi e Milano con Eurosport e Canal +. Come blogger, oltre ad aver seguito vari eventi sportivi internazionali, dalle Universiadi (in Europa e in Asia) alla Race Across America – la folle corsa ciclistica da un capo all’altro degli Stati Uniti – ha condotto alcune inchieste sull’immigrazione con reportage in Italia, Romania e Marocco. Nel 2007 ha vinto il premio giornalistico Polidoro. Nel 2016 ha firmato “New York, Andalusia del Cemento – il viaggio di Federico García Lorca dalla terra del flamenco alle strade del jazz” (Aurora edizioni), l’anno successivo Lithium 48, sempre per la stessa casa editrice.