William DuVall parla delle morti di Layne Staley e Chris Cornell: “la fama può uccidere chiunque”

“La fama è difficile da gestire, può mettere a dura prova chiunque. Non importa quanto tu possa essere forte. Sicuramente è un prezzo alto da pagare ed è anche molto triste”. Queste le parole che William DuVall, cantante degli Alice In Chains, ha detto durante un’intervista con Metal XS. Una riflessione a cuore aperto sui suicidi di Chris Cornell (Soundgarden), Kurt Cobain (Nirvana) e Andrew Wood (Mother Love Bone).

Come riportato da Blabbermouth, DuVall ha anche parlato di come essere un personaggio pubblico abbia delle conseguenze sulla privacy e sulla salute mentale di un individuo. “Ti occupi di qualsiasi cosa abbia a che fare con il tuo personaggio pubblico, ma alla fine sei una persona come le altre. È qui che diventa difficile il dover incastrare il tutto. Gli estremi possono essere davvero stridenti, tra ciò con cui hai a che fare nel mondo e ciò con cui hai a che fare in privato”.

Il cantante degli Alice in Chains ha voluto ricordare anche Chris Cornell: “è sempre stato così onesto, fin dal primo momento in cui l’ho incontrato. Condivido molti dei problemi che Chris ha comunicato nel suo modo di scrivere le canzoni. C’è una sorta di potere nel condividere la tua debolezza con le persone che hanno bisogno di sentirlo, così possono pensare, ‘Diamine, quel ragazzo se la sta cavando.’ Non ti senti così solo”.

Leggi anche: “Can’t stop falling apart”: guarda il video del nuovo singolo di Michael Monroe

Articolo precedenteCirce e Achille come non li avete mai visti: la mitologia greca raccontata da Madeline Miller
Articolo successivoZero Gravity: il ritorno di Woody Allen con una raccolta di racconti umoristici
Laureata in Giurisprudenza e Giornalista Pubblicista dal 2018, ama il teatro, il cinema, l'arte e la musica. Appassionata di recitazione, si diletta a salire su un palco di tanto in tanto. In altre sedi, anche Avvocato.