Sinead O’Connor annuncia la morte del figlio 17enne

Foto di copertina: Leah Pritchard da Den Haag, Netherlands

La cantante irlandese Sinead O’Connor ha annunciato su Twitter la morte del figlio Shane, aveva 17 anni. O’Connor, 55 anni, ha reso noto che il ragazzo è stato trovato dopo che la polizia lo aveva cercato per due giorni.

L’artista ha scritto che Nevi’im Nesta Ali Shane O’Connor, “la vera luce della mia vita”, ha “deciso di porre fine alla sua lotta ed è ora con Dio”.

Il teenager era stato visto per l’ultima volta venerdì 6 gennaio, a Tallaght, a sud di Dublino. Il corpo è stato ritrovato a Bray, una zona di Wicklow.

Sinead O’Connor, che ha cambiato il suo nome in Shuhada’ Davitt, ha anche twittato la canzone di Bob Marley  “Ride Natty Ride” dedicandola a Shane “la luce della mia vita”.

Foto di copertina: Leah Pritchard da Den Haag, Netherlands

Articolo precedenteHugo Cabret: il Martin Scorsese tra illusione e realtà, fiaba e mistero
Articolo successivoBarbero, in arrivo il nuovo libro sulla nascita dell’editoria
Giornalista, docente di lingue straniere, tra le collaborazioni l’agenzia Ansa e il Centro (testata ex gruppo L’Espresso-Finegil Editoriale). In passato ha lavorato a Parigi e Milano con Eurosport e Canal +. Come blogger, oltre ad aver seguito vari eventi sportivi internazionali, dalle Universiadi (in Europa e in Asia) alla Race Across America – la folle corsa ciclistica da un capo all’altro degli Stati Uniti – ha condotto alcune inchieste sull’immigrazione con reportage in Italia, Romania e Marocco. Nel 2007 ha vinto il premio giornalistico Polidoro. Nel 2016 ha firmato “New York, Andalusia del Cemento – il viaggio di Federico García Lorca dalla terra del flamenco alle strade del jazz” (Aurora edizioni), l’anno successivo Lithium 48, sempre per la stessa casa editrice.