L’appello di Piero Pelù: usiamo questo tempo per leggere, scrivere e studiare

“Prima riusciremo ad arginare il virus, prima staremo meglio. Pazienza, responsabilità. Godiamoci la nostra vita a casa. Fermiamoci anche a pensare, non siamo obbligati a stare sempre al centro della vita e del casino. C’è anche il silenzio. Prima sconfiggiamo questo virus, prima torneremo alla normalità”.

Anche Piero Pelù aderisce alla campagna #iorestoacasa e lancia un appello sul proprio profilo facebook. Di seguito il video e il testo integrale del messaggio.

MyZona

“Ragazzacci, stiamo vivendo un momento epocale sotto molti punti di vista: siamo nella Storia.
Una Storia tosta che rivoluzionerà quello che conosciamo e che ci deve trovare preparati e reattivi per esserne protagonisti. La ragionevolezza oggi ci dice: evitiamo i contatti diretti e rispettiamo al massimo le norme igieniche consigliate per non essere contagiati e per non essere noi stessi portatori sani del bastardissimo virus COVID.19. Quindi approfittiamo di questo periodo di fermo coatto per leggere, studiare, ascoltare musica, scrivere, pensare, coltivare le nostre amicizie più con le parole che con i fatti. Poi tornerà il tempo delle Feste ed io vi assicuro che mi sto già caricando coi Bandidos per il tour estivo. Perché più ci proteggiamo e prima ne usciamo; prima ne usciamo e meglio staremo poi tutti. Ci siamo capiti?”

Qui il video integrale

Da leggere anche

Licia De Vito
Archeologa, nata e cresciuta in Abruzzo, vive a Roma dal 2009. Dopo la laurea magistrale conseguita presso l’Universita “La Sapienza” di Roma ha proseguito gli studi frequentando la Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici dello stesso ateneo. Appassionata di storia e viaggi, avrebbe voluto essere Lara Croft, è diventata un “Ummarell”.

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli