Nomadi, il 23 aprile esce il nuovo album “Solo Esseri Umani”

I Nomadi, la storica band italiana fondata nel 1963 da Augusto Daolio e Beppe Carletti, il 23 aprile 2021 presenteranno il nuovo album ”Solo Esseri Umani”.

Beppe Carletti, storico leader dei Nomadi, ha rivelato che “dal 2011 avevamo scelto di proseguire il nostro percorso da indipendenti, poi sulla strada dei Nomadi è apparsa la BMG e già dal primo incontro ci siamo piaciuti. È nata una grande sintonia, con un team giovane ma consapevole della nostra storia e soprattutto entusiasta e propositivo. Con loro è nato un bel rapporto che sicuramente darà buoni frutti nei prossimi anni, per noi così importanti dato che ci avviciniamo al 60esimo anniversario di vita nomade”.

MyZona

Anche BMG, nella persona del suo Managing Director Dino Stewart, esprime la propria soddisfazione per l’inizio della collaborazione: “Mi dà grande gioia avere firmato un nome mitico non solo della musica ma anche della cultura italiana. Cominciamo a lavorare insieme con una visione d’intenti condivisa e vogliamo realizzare album di qualità, che non inseguiranno le mode ma confermeranno una cifra artistica ben riconoscibile, quella che caratterizza da sempre la musica dei Nomadi e del vastissimo pubblico che ancora oggi vuole acquistare musica autentica!”.

60 album all’attivo fra dischi in studio, live e raccolte, per un totale di oltre 15 milioni di copie vendute e con una media di 90 concerti all’anno. Questi i numeri che fanno dei Nomadi una delle band più longeve e prolifiche in Italia. Fra i successi che nel corso degli anni hanno costellato una carriera a dir poco leggendaria vale la pena ricordare Io Vagabondo, Dio è morto, Canzone per un’amica. Numerose anche le collaborazioni con altri artisti di grande spessore, da Francesco Guccini agli Inti Illimani.

L’album dei Nomadi è stato preceduto, venerdì 9 Aprile 2021, dall’uscita del primo singolo ufficiale “Frasi nel fuoco”. Un brano pieno di vita, dedicato a chi vuole continuare a sperare, a guardare al futuro per arricchire questo presente che spesso risulta essere complesso ed invalicabile.

Beppe Carletti racconta che “Frasi nel fuoco” “è la voglia di vivere pura, tenacia e determinazione. E’ un inno alla vita e all’amore per la vita a dispetto di ogni difficoltà. E’ un brano vivace che conferma il nostro bisogno di ripartenza, di un’esistenza piena”.

Un brano, dunque, che ricorda sonorità celtiche e popolari. Accompagnato, inoltre, da un videoclip che vede in prima linea un gruppo di artisti di provenienza trasversale. Dagli artisti di strada a ballerine di musica classica, da burattinai ad una band femminile che incarna il motore pulsante di questa canzone. Alla base di questo racconto avanza a testa alta un forte radicamento con l’arte, lo sguardo alla cultura e alla libertà di espressione. Sempre Beppe Carletti, in merito al videoclip: “Questo video è interpretato da persone che vivono, cantano, ballano, suonano. Tutto ciò che ci è stato tolto deve tornarci ad appartenere. E sono le donne a dircelo, quelle che ci danno la vita in questo video ci insegnano ad amarla e ci danno la forza per viverla”

Il nuovo album dei Nomadi, per la prima volta su etichetta BMG, sarà pubblicato in formato Vinile, CD e Digital Download. La band più longeva della storia d’Italia ha organizzato per il 22 aprile un raduno virtuale. Un appuntamento per i fan che avranno preordinato l’album entro domani 21 aprile. Basterà inviare alla mail nomadi@nomadi.it la ricevuta di acquisto per poter trovare nella propria casella mail un invito all’evento. Verranno ascoltate in anteprima tutte le canzoni di “Solo Esseri Umani” e si brinderà insieme alla vita, all’amore e ai valori.

Vita, amore, valori sono le tre parole scelte come punto di partenza per ogni singola traccia dell’album. Il disco per i Nomadi è stato ricco di spunti di riflessione sulla loro esistenza e sul momento complesso. La prima sorpresa di questo progetto è il brano che da il titolo all’album “Solo esseri umani” cantato insieme all’amico storico della band, Enzo Iacchetti.

Da leggere anche

Federico Rapini
Nato a Roma grazie alle notti magiche di Italia 90, si laurea in Lettere con indirizzo storico all’Università di Roma “Tor Vergata”. Cresciuto tra la passione per la Roma ed i libri di Harry Potter punta ad una nuova laurea in Filologia. Ancora deve capire se essere un Grifondoro o il nuovo Totti

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli