Connect with us

Natalia Moskal, l’artista polacca che canta gli anni ’60 italiani

Published

on

Un progetto dedicato alle canzoni che hanno segnato la storia della musica italiana e internazionale degli anni 50’ e 60’

Da venerdì 13 novembre sarà disponibile “There is a Star”, (Fame Art /Agora Digital Music), nuovo progetto discografico dell’artista polacca Natalia Moskal, dedicato alle canzoni che hanno segnato la storia della musica italiana e internazionale degli anni 50’ e 60’. Lo stesso giorno sarà in radio “Mambo italiano”, primo singolo estratto dall’album.

MyZona

“There is a Star” è un album composto da quattordici tracce il cui strato strumentale è stato riarrangiato in una versione orchestrale dal produttore Jan Stoklosa. L’album nasce come progetto audiovisivo rivolto ad alcuni dei brani più celebri della tradizione musicale italiana e non solo.

“Naturalmente, le composizioni e le parole non sono cambiate, ma abbiamo modernizzato un po’ ‘lo strato strumentale, attenendoci agli arrangiamenti orchestrali. Il produttore ha arrangiato perfettamente le vecchie canzoni in modo tale che sembrino estremamente aggiornate. – racconta Natalia Moskal – Non ci sono suoni generati dal computer nell’album, queste sono canzoni registrate da persone su strumenti reali”.

“Abbiamo grandi ospiti nell’album, strumentisti di prim’ordine e strumenti abbastanza insoliti, come un vibrafono o una fisarmonica, che secondo me non è una scelta scontata. Abbiamo accorciato un po’ ‘alcune delle forme, ma questi pezzi non dovrebbero essere cambiati completamente. Sono troppo belli”.

Questa la tracklist del disco: “I Wanna a Guy” (A. Trovajoli, D. Verde, A. Fango), “Zoo be zoo be zoo” (B. Shepherd, A. Tew), “Mambo Italiano“ (B. Merrill, F. Lainem W. S. Fischer), “Felicità“ (N. Oliviero, V. De Crescenzo), “Soldi, soldi, soldi” (P. Garinei, S. Giovannini, G. Kramer), “Perché domani” (A. Amurri, L. Luttazzi), Bready, “ Tu vuo’ fa’ l’americano” (N. Salerno, R. Carosone), “Donne-moi ma chance” (B. Bacharach, H. David, A. Salvet), “Guarda la luna” (M. Yeston), “There is a star” (B. Bergman, A. Trovajoli, C. Pes), “Anyone” (B. Bergman, A. Trovajoli, C. Pes), “Almost in your Arms” (J. Livingston, R. Evans), “The secrets of Rome” (J. Barry), “S’agapo” (T. Morakis, J. Fermanegiou).

Natalia Moskal è una cantante, autrice di testi e traduttrice di origine polacca. La sua musica spazia dal genere pop al soul e all’r’n’b. Giunta in Italia per poter imparare la lingua italiana e poter proseguire il suo percorso musicale, Natalia pubblica due cover in italiano “Calipso” di Charlie Charles e “Soldi” di Mamhood, raggiungendo quasi le 500 mila visualizzazioni su Youtube.

Nel 2017 Natalia Moskal pubblica in Polonia, terra d’origine, il suo album d’esordio “Songs of Myself, un disco dal sapore elettro-pop che ha portato Natalia ad esibirsi in numerosi festival di rilievo in Polonia insieme alla sua band. A novembre 2019, Natalia rilascia il suo primo singolo in italiano “Imperfetta” che segna il suo esordio sul mercato musicale italiano.

Fondatore e direttore responsabile del magazine The Walk Of Fame. Nato e cresciuto in Abruzzo, è diventato giornalista pubblicista dopo aver completato gli studi in Giurisprudenza. Appassionato di musica, cinema e teatro, avrebbe sempre voluto essere il Will Smith di Indipendence Day o, tutt'al più, Aragorn de "Il Signore degli Anelli". Vola basso.

Entertainment

La misteriosa Accademia per giovani geni: su Disney Plus la nuova serie tv per ragazzi

Published

on

La misteriosa Accademia dei giovani geni è la nuova produzione originale targata Disney Plus. Il debutto avverrà oggi, 25 giugno, con un doppio episodio. La serie è tratta dalla saga di romanzi best seller per ragazzi di Trenton Lee Stewart, La misteriosa accademia per giovani geni, edita in Italia da Mondadori e disponibile dallo scorso 15 giugno nelle librerie.

La storia segue le vicende di quattro bambini fuori dal comune che, dopo aver vinto una borsa di studio, vengono reclutati dal bizzarro Signor Benedict per una pericolosa missione, il loro compito è salvare il mondo da una crisi globale, chiamata L’Emergenza. Reynie, Sticky, Kate e Constance devono infiltrarsi nel misterioso istituto per l’apprendimento della Veritas e dell’Illuminazione per scoprire la verità che si nasconde dietro la crisi. Quando il preside, il misterioso Dottor Curtain, viene identificato come il probabile responsabile di questo panico mondiale, i ragazzi del misterioso Club Benedict devono escogitare un piano per fermarlo.

MyZona

Leggi anche: “Provvidenza”: in arrivo la serie tv prequel dei Promessi sposi

Praticamente una piccola Umbrella Academy in età scolare.

Nel cast troviamo il vincitore degli Emmy Award Tony Hale, nel doppio ruolo dei fratelli gemelli Mr. Benedict e L.D Curtain, rispettivamente mentore dei giovani protagonisti e loro principale antagonista. Il resto del cast è composto da Kristen Schaal nei panni di Numero Due, MaameYaa Boafo impersona Ronda; Ryan Hurst è Milligan. Gia Sandhu vestirà i panni di Ms. Perumal, mentre Seth B. Carr darà le sembianze a George ‘Sticky’ Washington. E ancora Emily De Oliveira, interprete di Kate; Mystic Inscho nei panni di Reynie e Marta Kessler in quelli di Constance.

Inizialmente la serie era stata ordinata da Hulu, per poi essere spostata su Disney Plus per via del suo tono adatto a tutta la famiglia.

Leggi anche: “La banda della uno bianca”: la docuserie in esclusiva su Sky il 24 e il 25 giugno

Le riprese della serie sarebbero dovute iniziare nella primavera del 2020 nella Columbia Britannica, ma vennero rinviate a causa della pandemia di COVID-19. La produzione iniziò nell’agosto 2020 e si conclusero nel gennaio 2021

Sonar Entertainment, 20th Television, Jamie Tarses, Karen Kehela Sherwood, Deepak Nayar, James Bobin, Matt Manfredi (creatore e sceneggiatore) e Phil Hay (creatore e sceneggiatore) sono gli executive producer della serie. Darren Swimmer e Todd Slavkin sono gli showrunner.

La serie è composta da 8 episodi, che saranno rilasciati settimanalmente, dalla piattaforma Disney plus, a partire dal 25 giugno.

Continue Reading

Libri

Bravissima, Paola Moretti presenta all’Aquila il suo romanzo di esordio

Published

on

Polarville

Un esordio che rivela una voce originale e la capacità di creare una trama avvincente a partire dagli eventi quotidiani. È Bravissima, romanzo di Paola Moretti (Ed. 66tha2nd, 2021), che l’autrice presenterà alla libreria Polarville, all’Aquila, mercoledì 30 giugno alle 18,30, insieme ad Agnese Porto, editrice.

Antonella non ha ancora quarant’anni quando da Milano si trasferisce con il marito Claudio e la figlia Teodora in una quieta cittadina del Centro-Sud. Mentre Claudio è impegnato in una difficile scalata professionale, Teodora scopre una nuova totalizzante passione nella ginnastica ritmica e Antonella deve reinventare sé stessa.

MyZona

Dalla maternità il suo mondo si era ristretto al benessere della bambina, ma adesso la figlia di otto anni è diventata una ginnasta ambiziosa. Teodora assorbe in fretta i dettami di uno sport che per disciplina e pretese sembra avvicinarsi a un’organizzazione paramilitare: diventa intransigente, tirannica, fanatica. Antonella è preoccupata per questa evoluzione, per il rapporto con sua figlia e soprattutto per la sua crescita. Ma la bambina è un prodigio, viene scelta da una società importante, già si pensa a un futuro in Nazionale.

Sarà questo il momento in cui Antonella dovrà compiere la scelta a cui è chiamato ogni genitore: riconoscere che la figlia è un individuo dotato di volontà, autonomia e facoltà di sbagliare o mettere sempre davanti a tutto il proprio istinto di protezione? Alla fine interverrà il caso a ribaltare ancora una volta gli equilibri e i ruoli tra madre e figlia. Teodora si troverà presa in una situazione molto più grande di lei che Antonella proverà a gestire con inedita determinazione.

Al suo esordio, Paola Moretti racconta con una scrittura nitida un legame d’amore in tutta la sua ricchezza e complessità.

Paola Moretti, classe 1990, collabora con diverse testate occupandosi di letteratura e traduzione. Suoi racconti sono comparsi su riviste letterarie italiane e straniere. È autrice del podcast Phenomena – audiobiografie impossibili. Bravissima è il suo primo romanzo.

Continue Reading

Libri

Palmaroli e “il meglio di Osho” al Giardino Letterario di San Pietro della Jenca

Published

on

Giardini letterari

Per l’ottavo anno l’associazione culturale “San Pietro della Jenca” ha organizzato il calendario degli eventi inseriti nella rassegna culturale “Il Giardino Letterario” con undici appuntamenti nei quali saranno ospitati giornalisti, scrittori, storici ed artisti di particolare rilievo, i quali nel salotto culturale all’aperto allestito nel borgo di San Pietro della Jenca (L’Aquila) avranno l’opportunità di presentare libri, svolgere proprie testimonianze sulle personali esperienze professionali e di vita, dialogare con il pubblico e godere, nel contempo, della bellezza di un paesaggio di notevole interesse paesaggistico come il Gran Sasso d’Italia.

Gli incontri si svolgeranno dal 27 giugno al 29 agosto ore 17.30 con appuntamenti settimanali nei pomeriggi della domenica e, in alcuni casi nel periodo di agosto, anche nella giornata del giovedì.

MyZona

Gli ospiti che hanno aderito alla rassegna culturale sono i giornalisti Andrea Gagliarducci, Mauro Valentini, Antonio Preziosi, Mario Narducci, Alessandra Ferraro; l’attrice e conduttrice televisiva Daniela Poggi; l’ideatore delle immagini ironiche Federico Palmaroli, conosciuto come “Il meglio di Osho”; gli storici e studiosi Raffaele Colapietra, Roberto Biondi, Paola Poli; i genitori di Marco Vannini per una testimonianza, insieme all’avvocato Celestino Gnazi; il poeta Paride Duronio; il Parroco Don Gaetano Anyanwu per una testimonianza; la pianista M. Margareth Coda e il soprano M. Ylenia Scimia.

Il primo appuntamento inaugurale dell’ottava edizione è previsto domenica 27 giugno in San Pietro della Ienca ed il tema dell’incontro sarà dedicato a Chiara Lubich, fondatrice del movimento dei Focolari, della quale parlerà lo scrittore Andrea Gagliarducci giornalista del quotidiano online Aci Stampa presentando il suo recente libro Chiara Lubich. L’amore vince tutto. All’incontro è stato invitato l’arcivescovo metropolita dell’Aquila Giuseppe Petrocchi.

Prima dell’inizio dell’incontro, il giornalista Gagliarducci riceverà il terzo riconoscimento “Il Giardino Letterario”, istituito in occasione del decennale del sisma e dedicato a scrittori, giornalisti, poeti e artisti che, con la loro opera, hanno messo in risalto il territorio del Gran Sasso, dell’Abruzzo interno e, in particolare, di San Pietro della Ienca. Il riconoscimento consiste in un’opera pittorica realizzata dall’artista aquilana Mirella Di Raffaele. Inoltre l’incontro sarà allietato da intervalli musicali a cura del soprano Ylenia Scimia e della pianista Margareth Coda.

L’intento dell’associazione culturale è quello di promuovere le diverse iniziative sociali e culturali che sono volte, anche, a far conoscere il nostro territorio in ambito nazionale, anche, attraverso i personaggi invitati che potranno favorire ed incrementare un turismo integrato e di qualità, esaltando la conoscenza delle specifiche peculiarità del territorio costituito dalla meravigliosa bellezza della montagna unitamente ai valori dei centri storici del territorio aquilano.

Continue Reading

In evidenza