Sguardo intimo su Frida Kahlo: al Pan di Napoli la mostra sull’artista messicana

Dal 3 maggio fino all’11 luglio 2021, Frida Kahlo Corporation sceglie Napoli come prima città della mostra evento “Frida Kahlo Ojos que no ven, corazón que no siente” portando al Pan – Palazzo delle Arti, l’esposizione che rivela uno sguardo intimo e privato sull’artista più conosciuta e amata del Messico. Per la prima volta in Europa viene mostrata al pubblico una selezione unica, appassionante e rivelatrice di fotografie e lettere che si riferiscono a momenti conosciuti ed inediti della vita di Frida Kahlo.

La mostra, curata da Alejandra López, presenta la vita di Frida Kahlo, caratterizzata da una difficile condizione fisica e al tempo stesso dalla forte capacità di reazione e resilienza di fronte alle avversità. Frida ha saputo trasformare la sua immobilità in opportunità e la sua sofferenza in un’energia che l’ha resa immortale. È una vera icona del mondo contemporaneo.

MyZona

Un viaggio emozionale per conoscere la donna, viverla e comprenderne l’essenza, la sua forza, il suo coraggio, il suo talento e il suo immenso amore. Alejandra López, che per dieci anni ha coordinato la registrazione delle collezioni, la realizzazione di mostre temporanee e le attività di restauro dell’eredità di Frida a Casa Azul dichiara: 

La mostra è una selezione visiva di momenti importanti nella vita di Frida Kahlo. È molto stimolante apprezzare le diverse fasi della sua vita, rivelando informazioni sulla sua cura personale, sull’intimità di incontri amichevoli, catturati magistralmente da famosi fotografi, nonché su momenti iconici nella storia del Messico e del mondo, come il ricevimento nel Porto di Tampico del rifugiato politico León Trotsky, dove era presente Frida”.

Leggi anche: Violenza contro le donne: racconto e denuncia attraverso secoli di arte

Il percorso indaga tutte le fasi della vita dell’artista: l’infanzia, seguita dalla giovinezza dove manifesta la sua ribellione vestendosi con abiti da uomo, l’incontro con l’amore della sua vita, Diego Rivera, fino alla sua sfortunata morte. È proprio sul rapporto con Diego che si concentra il documentario di Sky Arte – media partner dell’esposizione – dal titolo “Artists in Love”. Tra le foto in mostra è possibile ritrovare rarissimi scatti, mai visti in precedenza, esposti per la prima volta al Pan di Napoli. Le immagini sono accompagnate dalle lettere scritte da Frida Kahlo, che ci portano a scoprire dettagli della sua vita e del momento. Queste lettere ripercorrono la sua storia, la sua arte, le sue sofferenze d’amore e l’impegno politico per il suo Paese.

A completare l’ambientazione saranno esposti abiti e monili, riproduzioni di quanto indossato da Frida, che esprimeva sé stessa attraverso accessori importanti di ispirazione etnica e tribale ed un abbigliamento colorato. L’abbigliamento di Frida Kahlo aveva una funzione essenziale nella costruzione e cura della sua immagine, adattandosi alle sue esigenze. In risalto le gonne lunghe e caratteristiche che usava per coprire la gamba destra, più sottile della sinistra, a causa della poliomielite contratta a sei anni di età.

La mostra sarà aperta tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle 9,30 alle 20,00 e il sabato e la domenica dalle 9,30 alle 21,30. In caso di ulteriore Dpcm, i nuovi orari saranno tempestivamente comunicati sui canali ufficiali della mostra.

Leggi anche: Fenomenologia del processo popolare

Il biglietto intero costa 14 €. Il ridotto generico (over 65, under 12, partner convenzionati, studenti universitari): 12 €; il ridotto gruppi (10 persone): 10 €; il ridotto scuole (10 alunni): 8 euro. Per la formula Open (visitare la mostra in un giorno di apertura, senza decidere la data precisa al momento dell’acquisto; ideale nel caso si regali il biglietto per la mostra): 16 €. I bambini al di sotto dei 6 anni entrano gratuitamente. Per le normative imposte dal dpcm del 14 gennaio 2021, non è possibile acquistare il biglietto al botteghino, ma solo on-line, accedendo al sito www.fridakahlonapoli.it.

Per ulteriori informazioni e prenotazioni, contattare la biglietteria della mostra al numero 081/2482200 o al 339/3194813; oppure scrivere all’indirizzo e-mail: biglietteria@fridakalonapoli.it

Di Teresa Uomo

Da leggere anche

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli