Mighty Oaks, annunciate tre date in Italia per la band giramondo

“All Things Go” uscirà il prossimo 7 febbraio per BMG e il trio indie folk composto da Ian Hooper (USA), Claudio Donzelli (Italia) e Craig Saunders (Regno Unito), è pronto a intraprendere un tour mondiale che arriverà in Italia a maggio per tre imperdibili date a Bologna, Roma e Milano.  L’album è stato anticipato dai singoli “All Things Go”, “Lost Again” e “Tell Me What You’re Thinking”.

Un giro in ascensore a Monaco di Baviera diventa un fatidico avvenimento nell’esistenza di due anime, destinate, da quel momento in avanti, a vivere incrociando le loro linee del tempo, in modo felice anche se fugace. I Mighty Oaks hanno annunciato l’uscita del loro nuovo album con la pubblicazione del singolo “All Things Go“, che parla dell’incontro tra i genitori di Ian Hopper, una parabola sulla bellezza e sulla transitorietà del momento. 

MyZona

“Mio padre era uno studente americano laureato a Monaco all’inizio degli anni ’80 ed è stato invitato a una cena da uno sconosciuto incontrato per strada. Incuriosito dal fatto che si trattasse di un appuntamento o meno, ed essendo uno che non diceva mai di no a un pasto gratuito, accettò l’invito. Salì in ascensore con un altro ospite della festamentre si recava all’appartamento. Si trattava di quella che sarebbe poi diventata mia madre”. Ciò che seguì fu una storia d’amore transatlantica, due bambini e la morte prematura della madre di Hooper.

Da leggere anche

Federico Falcone
Fondatore e direttore responsabile del magazine The Walk Of Fame. Nato e cresciuto in Abruzzo, è diventato giornalista pubblicista dopo aver completato gli studi in Giurisprudenza. Appassionato di musica, cinema e teatro, avrebbe sempre voluto essere il Will Smith di Indipendence Day o, tutt'al più, Aragorn de "Il Signore degli Anelli". Vola basso.

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli